David Cage, il papà di Heavy Rain, stupisce con una demo per PS3

David Cage, il papà di Heavy Rain, stupisce con una demo per PS3

Il papà di Heavy Rain 'mostra i muscoli' con uno stupefacente filmato intitolato 'Kara'

di Stefano Carnevali pubblicata il , alle 16:22 nel canale Videogames
 

Dopo aver stupito il mondo, nel 2006, con una demo intitolata 'The Casting', nella GDC 2012, David Cage colpisce ancora, con un filamto di 7 minuti denso di drammaticità, ispirazione e potenza tecnica.

Il geniale game designer francese ha accompagnato la presentazione di 'Kara' soffermandosi sulla propria soddisfazione per quanto ottenuto con Heavy Rain: "prodotto che ci ha reso orgogliosi, sia per spettacolarità, sia per intensità". L'artista transalpino si è poi interrogato: "Cosa si potrebbe fare, da un punto di vista tecnico, per migliorare l'intensità delle nostre realizzazioni?". E 'Kara' pare proprio essere la formidabile risposta a questo quesito.

'Kara' è un filmato riprodotto da PS 3 e realizzato sulla base di una registrazione complessiva dei movimenti del corpo della protagonista (e non sulla 'presa separata' di volti e arti, come avveniva nelle scene maggiormente spettacolari di Heavy Rain).

Il filmato racconta dell'assemblaggio e dell'attivazione di un androide dalle parvenze femminili. Su di esso vengono sostenuti dei test di 'controllo qualità', per saggiarne le capacità di deambulazione, le conoscenze linguistiche e la consapevolezza dei propri compiti (fungere da segretaria, bambinaia e anche partner sessuale dell'acquirente). Man mano che Kara acquisisce consapevolezza e risponde alle sollecitazione del tester fuori campo, anche il suo corpo si modifica: sopra la skin bianca, si forma un'incredibilmente realistica epidermide; sopra il cranio, cresce una corta zazzera castana. Stupefacente la qualità di queste 'trasformazioni', che avvengono con una rapidità e una naturalezza inaspettate. Attorno a Kara - lavorano su di lei -, si aggirano, fluidissimi, dei bracci meccanici, dotati di estremità 'attive', in grado di assemblare, 'saldare' e strutturare il droide.

Quello che stupisce, in un contesto visivo semplice (anche se spettacolare per qualità), è la progressiva crescita di Kara e la manifesta intensità delle sue emozioni. Mentre supera i test, rispondendo alle domande e muovendosi, il suo corpo diventa maggiormente umano. E la sua mente acquisisce consapevolezza. E qui il miracolo tecnologico di questa demo: smorfie, esitazioni, movimenti degli occhi. Tutto - per quanto dettaglio minimo - è perfettamente in grado di trasmettere le emozioni di Kara. Quasi si trattasse di un'attrice in carne e ossa. E tutto ciò avviene a standard qualitativi altissimi.

David Cage ha già calmato gli animi, dichiarando che Kara non ha alcuna connessione con il suo nuovo progetto videoludico. Il suo tentativo - possiamo dire decisamente riuscito - è stato finalizzato a mostrare come la narrazione in un videogioco diverrà - a livelli di intensità e qualità - nel prossimo futuro.

62 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
85metastasi08 Marzo 2012, 16:24 #1
stupefacente un par di zufoli
deepdark08 Marzo 2012, 16:28 #2
Prima che arrivi il solito furbone a dire che su pc si è già visto, che c'è di meglio e blablabla, ricordo che la ps3 ha 6 anni.
sertopica08 Marzo 2012, 16:40 #3
magnifico!
skinslash08 Marzo 2012, 16:43 #4
Veramente bello!!!
dotlinux08 Marzo 2012, 16:43 #5
Basta che non fa di nuovo un libro game 2.0
Paganetor08 Marzo 2012, 16:46 #6
"Kara è un filmato riprodotto da PS 3"

ecco, basta questo... PS3 è in grado di riprodurre i filmati, che c'è di straordinario?
elevul08 Marzo 2012, 16:46 #7
Emotivamente pesante, animazioni ottime, ma la qualità grafica lascia parecchio a desiderare. Si sente davvero che la ps3 è troppo indietro...
gomax08 Marzo 2012, 16:52 #8
Ok che la ps3 ha 6 anni, ma dopo heavy rain, l.a.noire, uncharted e tutto il resto, sinceramente questa demo non mi ha fatto nè caldo nè freddo e di stupefacente non ci vedo proprio nulla, anzi... belle texture e illuminazione, ma è ancora molto evidente la natura "poligonale" del personaggio... forse l'nnovazione è solo dietro le quinte, visto che espressioni e movimenti del corpo vengono catturati in un'unica sessione... piuttosto mostra come ormai ci sia poco e nulla da spremere dal Cell... $ony, è ora di tirare fuori una console nuova e [U]facile da programmare[/U]

Ciao
psychok908 Marzo 2012, 17:03 #9
CVD la maggior parte dei commenti ha letto superficialmente la news e si è soffermata sulla grafica come fosse l'unico parametro.
Se rileggete bene la news si parla di altri aspetti, e non mi pare che nei videogiochi moderni ci siano chissà quali eccezionali parametri: il 99% delle espressioni, quando ci sono, sono ridicole e robotiche... al contrario di questa demo. Su questi ed altri aspetti, siamo fermi al palo da tanti anni, perché la "massa", non sembra apprezzare le differenze.
Dalle mie parti si dice "il pane per chi non ha i denti"...
sertopica08 Marzo 2012, 17:15 #10
infatti la demo a mio avviso va valutata soprattutto per la componente emotiva, cosa poi sulla quale i quantic dreams hanno sempre puntato. il lavoro in questo senso è encomiabile, non sempre vediamo modelli poligonali ed espressioni facciali verosimili... non sempre un mucchio di triangoli riesce a trasmettere emozioni. Per dire la demo Samaritan dell'UE 3 mi è sembrata molto più plasticosa, pure con meno aliasing e con tutti gli effettini del caso.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^