Dante's Inferno: dettagli sul gameplay

Dante's Inferno: dettagli sul gameplay

Tramite la rivista PSM3 apprendiamo nuovi dettagli sul gameplay del nuovo action/adventure degli autori di Dead Space.

di Rosario Grasso pubblicata il , alle 09:33 nel canale Videogames
 
Annunciato ufficialmente nello scorso dicembre, Dante's Inferno è un action/adventure che segue il cammino di Dante nei nove gironi dell'Inferno e che pone enfasi sui peccati capitali che stanno al centro di questa parte della Divina Commedia. Il gioco è sviluppato da EA Redwood Shores, software house autrice del recente Dead Space.

Quanto alle notizie emerse negli ultimi giorni, pare che il sistema di controllo sia speculare a quello di God of War. Lo stick destro consentirà ai giocatori di evitare la minaccia del nemico, il quadrato di eseguire attacchi regolari, il triangolo per gli attacchi pesanti. Se si premono contemporaneamente R1 e il quadrato si afferrano i nemici e si scaglia contro di loro una serie di colpi.

Combinando nella maniera opportuna i tasti relativi all'attacco pesante e all'attacco leggero si eseguono le combo. Inoltre, una volta morti, i nemici lasceranno delle sfere di energie vitali che potranno essere raccolte. Una caratteristica che abbiamo recentemente riportato anche per God of War III, riguarda la possibilità di arrampicarsi sui boss più grossi per assumerne il controllo.

A differenza dei God of War, Dante's Inferno si caratterizza per un'atmosfera più opprimente, scandita dai lamenti e dalla ferocia delle bestie che sono bloccate nell'Inferno. Il gioco è prodotto da Electronic Arts e vedrà la luce nei formati PC, PlayStation 3 e XBox 360 nel corso del 2009. Di seguito un teaser trailer di Dante's Inferno.

49 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Manwë13 Febbraio 2009, 09:40 #1
Della Divina Commedia tutti quanti conosco L'Inferno, ma nessuno sa niente di Purgatorio e Paradiso
mi sembra di essere tornato a scuola

atomo3713 Febbraio 2009, 09:52 #2
x manwe
è vero, ma non perchè sia il più bello dei 3 ma semplicemente perchè nell'immaginario collettivo quelle tematiche suscitano molto più interesse
Mercuri013 Febbraio 2009, 09:52 #3
Se la SIAE ci fosse stata già dai tempi di Dante, avrebbero certo esteso la scadenza dei diritti sul Copyright fino ad oggi! (in Italia sono mai scaduti da quando esiste la legge?)

Comunque l'ambientazione di Dante si presta bene per un gioco, anche se da sola non garantisce la qualità del gioco.

Speriamo che altri possano riusarla liberamente in futuro. Ci mancherebbe pure che abbiano registrato "Dante's Inferno" come marchio.
JacKZ3r013 Febbraio 2009, 09:56 #4
Figata!
Notturnia13 Febbraio 2009, 10:06 #5
Spero che sia coinvolgente come Diablo ^^ così almeno nell'attesa faccio qualcosa :-D
Devil8813 Febbraio 2009, 10:17 #6
notevole il teaser trailer...
DKDIB13 Febbraio 2009, 10:18 #7
Sembra interessante, specialmente per il setting.
Spero che esca una demo su PSN, cosi' da potergli dare un'occhiata piu' da vicino.
Jimmy3Dita13 Febbraio 2009, 10:18 #8
Ammetto di avere un bel po' di rugine, ma a parte Cerbero non mi vengono in mente "incredibili mostri intrappolati nell'inferno", o comunque non abbastanza da riempire un gioco.
...non sia mai che Dante sia solo il testimonial (gratis) di qualcosa che con l'Inferno non c'entra niente? Anche perche', cosi' a naso, che mega-combo gli vuoi fare a uno come il Conte Ugolino?!

A proposito di Inferno, quello "videoludicamente" vero, chi si ricorda Doom? Basterebbe un decimo di quell'atmosfera a fare un gran gioco!
mastrosulfur13 Febbraio 2009, 10:20 #9

Amarcord


Esisteva un gioco chiamato Dante's Inferno per C64, ed era una FI GA TA.
Musica evocativa ... e sebbene le risorse delle macchine ai tempi fossero limitate, aveva grande gameplay e personalità.

Chissà se è la riedizione proprio di quel gioco ;-)
dottorzero7713 Febbraio 2009, 10:23 #10
"GEMAPLAY"??????

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^