Da Sony una mozione per respingere la causa collettiva sulla funzione Other OS

Da Sony una mozione per respingere la causa collettiva sulla funzione Other OS

Sony spiega che l'utente finale non è proprietario del software presente nella console.

di Rosario Grasso pubblicata il , alle 10:02 nel canale Videogames
Sony
 

Sony ha depositato presso la Corte Federale della California una mozione per respingere la causa collettiva avviata contro il colosso nipponico per aver rimosso la funzione di installazione di altri sistemi operativi da PlayStation 3, avvenuta con il rilascio del firmware 3.21. La causa collettiva è stata avviata nello scorso aprile con l'accusa per Sony di "aver rimosso intenzionalmente una funzione che in origine era pubblicizzata come disponibile" (altri dettagli qui).

Citando alcune frasi presenti nei termini di servizio di PlayStation Network, Sony spiega che che l'utente finale non è proprietario del software presente nella console. "Questo contratto consegna agli acquirenti di PS3 una licenza, non la proprietà del software o dell'uso del PSN, e in funzione di ciò SCEA ha il diritto di disabilitare o alterare le caratteristiche del software o terminare e limitare l'accesso al PSN, inclusi gli aggiornamenti del firmware", si legge nella mozione depositata da Sony.

"I querelanti non possono avere successo nella loro causa perché le alterazioni/rimozioni alle caratteristiche di PS3 fatte da Sony, inclusa la rimozione della funzione di installazione di altri sistemi operativi, sono legittime e autorizzate".

Sony si rifà alla sentenza pronunciata dalla corte d'appello del nono circuito degli Stati Uniti sul caso Vernor/Autodesk. Nel 2008 la casa produttrice del software ha fatto causa a Timothy Vernor per aver venduto su eBay copie autentiche di AutoCAD, regolarmente acquistate. Secondo Autodesk, Vernor non aveva il diritto di rivendere il software in quanto AutoCAD lo ha concesso solamente in licenza e questa modalità di cessione non prevede l'applicazione della dottrina del First Sale, secondo cui un acquirente ha il diritto di rivendere un prodotto originale coperto da diritto d'autore purché non ne faccia copie.

Il parere della corte d'appello del nono circuito ovviamente non è definitivo, e non si tramuta direttamente in legge negli Stati Uniti. Quel che è certo è che in quel caso è scoppiata una vera e propria guerra tra Autodesk da una parte e Vernor ed eBay dall'altra. Se la Corte Federale si rifacesse a questa linea di pensiero, anche Sony potrebbe rivendicare che la funzione Other OS è stata fornita solamente in licenza e che quindi è suo diritto rimuoverla nel momento in cui lo ritiene opportuno.

Un giudice si esprimerà sul caso Other OS il prossimo 4 novembre. "Ci stiamo opponendo con vigore e speriamo che venga presa una decisione in nostro favore a novembre", ha detto un portavoce dei querelanti. "Abbiamo richiesto che diventino pubblici alcuni documenti interni di Sony che spiegano il perché della decisione sulla rimozione della funzione Other OS. Siamo ansiosi che questi documenti vengano analizzati".

74 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Paganetor21 Settembre 2010, 10:16 #1
bel casino... quando compri qualcosa non si sa bene se acquisti il diritto all'uso di un certo software (ma allora se mi si riga il DVD devono fornirmi una copia a costo quasi-zero) o il supporto (e allora ci faccio quello che voglio, senza che i produttori possano dirmi nulla)

Oggi invece acquisti qualcosa ma non puoi fare altro che usarlo finchè va bene allo sviluppatore, che può decidere di ridrre le funzionalità a sua discrezione. In questo caso, ad esempio, l'utente finale compra PS3 con certe funzioni e ridurle significa venire meno al contratto, per cui dovrei poter riportare la console in negozio e chiedere indietro tutti i soldi che ho speso
LuciferSam21 Settembre 2010, 10:25 #2
C'era da aspettarselo. In effetti loro ti vendono il permesso di usare un determinato prodotto, mica ti vendono il prodotto stesso. Onestamente non saprei che dire, voi che ne pensate?
tossy21 Settembre 2010, 10:31 #3
Originariamente inviato da: Paganetor
bel casino... quando compri qualcosa non si sa bene se acquisti il diritto all'uso di un certo software (ma allora se mi si riga il DVD devono fornirmi una copia a costo quasi-zero) o il supporto (e allora ci faccio quello che voglio, senza che i produttori possano dirmi nulla)

Oggi invece acquisti qualcosa ma non puoi fare altro che usarlo finchè va bene allo sviluppatore, che può decidere di ridrre le funzionalità a sua discrezione. In questo caso, ad esempio, l'utente finale compra PS3 con certe funzioni e ridurle significa venire meno al contratto, per cui dovrei poter riportare la console in negozio e chiedere indietro tutti i soldi che ho speso


ti quoto.

io non installerei mai un altro OS sulla mia PS3, anche perchè è lì in salotto e la uso così com'è per giocare, per smanettare mi oriento su altro HW

però comunque, anche io sono contro questa prepotenza imposta da Sony (in questo caso) oltretutto in probabile violazione del contratto di vendita stipulato al momento dell'acquisto

solo per principio dovrebbero ripristinare la funzionalità

aggiungo inoltre che alcuni hanno realizzato render farm basate su PS3 investendo soldi in tempi di sviluppo, ora è vero che basta non aggiornarle, ma se si rompono o se te ne servono altre non ne trovi più ...
Sharp21 Settembre 2010, 10:36 #4
Io penso che non puoi reclamizzare un prodotto con alcune caratteristiche peculiari e poi castrarlo per motivi aziendali. Se qualcuno ha acquistato la console "anche" perchè poteva installarci linux non può prevedere che dopo 2 anni SONY gli nega questa opportunità. Chi ha 2 partizioni con linux installato non può più utilizzarlo a seguito degli aggiornamenti del software (rinunciando ai quali non accederebbe al playstation network). Per recuperare quello spazio (10 GB) è necessario fare il backup di tutto, formattare e ripristinare.
Tutto questo perchè si sono accorti con ritardo che linux era il cavallo di Troia per accedere al sistema (salvo poi scoprire che con una penna USB si aggira la protezione comunque).

In questo caso io vedrei nella rimozione di other OS una clausola vessatoria che impoverisce il prodotto senza offrire alcuna alternativa all'utente.

Se ti vendono una automobile garantendo che raggiunge i 150 km orari poi non possono al primo tagliando rimappare la centralina affinchè non superi i 130 (così magari consuma ed inquina meno).
MaxArt21 Settembre 2010, 10:37 #5
Originariamente inviato da: LuciferSam
C'era da aspettarselo. In effetti loro ti vendono il permesso di usare un determinato prodotto, mica ti vendono il prodotto stesso. Onestamente non saprei che dire, voi che ne pensate?
Ne penso che, anche se Sony ne avesse tutto il diritto, non avrebbe dovuto rimuovere quella funzionalità in nessun caso. Avrebbe dovuto tenere giù duro anche con la pirateria (che comunque non si sa se mai si sarebbe diffusa con questo sistema) e non rischiare di farsi detestare in questo modo, che è tutta pubblicità contro.
Questo per me è prendere in giro i consumatori, e soprattutto con questa mossa INSISTE PURE!
Rei & Asuka21 Settembre 2010, 10:38 #6
Personalmente, io obietterei il fatto che al momento dell'acquisto ti era stata data la possibilità e lo speccio per allodolo di avere DUE sistemi.
Rimuovendola, rimuovono una condizione di vendita, che tu hai pagato, e la libertà di farlo. Loro ti danno l'uso di un macchinario, e ti limitano l'utilizzo di quel macchinario rispetto alle condizione per cui l'hai pagato.

Originariamente inviato da: Sharp
In questo caso io vedrei nella rimozione di other OS una clausola vessatoria che impoverisce il prodotto senza offrire alcuna alternativa all'utente.


Leggo ora, perfetto, quello che intendevo.
Human_Sorrow21 Settembre 2010, 10:38 #7
Cioè, io compro una cosa che ha determinate funzioni.
Il giorno dopo, ne rimuovono una.
E tutto questo è del tutto legittimo ...

Che storia ...

baruk21 Settembre 2010, 10:38 #8
Credo che il principio, se pure espresso male e gestito peggio, sia di salvagurdare la funzionalità principale della PS3, e cioè giocare. Più cose ci sono su un dispositivo, più cose possono generare problemi, con conseguenti menate legali su cosa o chi ti abbia fottuto la play.
LuciferSam21 Settembre 2010, 10:39 #9
Sbaglio, oppure anche il dipartimento di difesa degli Stati Uniti aveva comprato uno sproposito di PS3, ci ha installato Linux e lo usava come "Supercomputer"?
leddlazarus21 Settembre 2010, 10:44 #10
ma non saprei.
non conosco la PS3 e il metodo di installazione di linux e la convivenza con il firmware.

pero' secondo me se compro un PS3, come un PC, sono libero di farci quello che voglio. un conto è il software e un conto è l'HW.
il sw ho la licenza ma l'HW è mio.
come se comprassi un PC con un bios che non ti permette di installarci linux. sinceramente mi darebbe fastidio.

poi se è stata decantata come una possibilità, è ancora peggio.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^