Da Napster a World of Warcraft

Da Napster a World of Warcraft

Il fondatore di Napster Shawn Fanning si dedica adesso al mondo dei MMORPG.

di Rosario Grasso pubblicata il , alle 09:26 nel canale Videogames
World of Warcraft
 
Shawn Fanning, fondatore di Napster, metterÓ a disposizione degli utenti di World of Warcraft un nuovo servizio online che consentirÓ a tutti i giocatori del popolare MMORPG una comunicazione pi¨ immediata. Il nuovo progetto prende il nome di Rupture e si configura come un software in grado di prelevare informazioni dal gioco e di renderle pubbliche su un sito web.

Rupture funzionerÓ come un add-on e sarÓ in grado di accedere ad informazioni quali nomi dei personaggi, profili, statistiche. SarÓ anche un luogo di incontro per la formazione di nuove gilde o per pianificare i raid. Gli utenti potranno chattare, scaricare add-on e demo.

World of Warcraft ha recentemente raggiunto la soglia dei 7,5 milioni di utenti iscritti. Il mondo dei fan del MMORPG sono in trepida attesa per l'espansione The Burning Crusade, la quale sarÓ commercializzata a partire dal 16 gennaio prossimo.

Sempre restando in tema World of Warcraft, va segnalato un importante articolo pubblicato da WoW Insider. Si discute a proposito degli add-on che gli utenti di World of Warcraft sono abituati ad utilizzare in modo da migliorare l'interfaccia di gioco e facilitare alcune operazioni. A quanto pare, la nuova patch 2.01 (sarÓ disponibile dal 5 dicembre) comporterebbe il mancato funzionamento di qualsiasi add-on.

Questa patch comprende, infatti, un pesante restyling del codice che gestisce l'interfaccia di gioco, il quale sarebbe pertanto incompatibile con qualsiasi tipo di add-on precedentemente rilasciato. Ovviamente, ci˛ non preclude il fatto che tali add-on possano essere riscritti e resi compatibili con le modifiche apportate al codice del gioco.

80 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Kintaro7005 Dicembre 2006, 09:36 #1
Un uomo, una leggenda.
Rubberick05 Dicembre 2006, 09:38 #2
Ribadisco... e pensare che dopo diablo2 la vivendi stava pensando di vendere la blizzard...
Tasmanian Devil05 Dicembre 2006, 09:47 #3
Considerato che WoW fattura circa 30 milioni di euro al MESE......sarebbe stata una mossa "leggermente" avventata vendere la Blizzard.....
Beelzebub05 Dicembre 2006, 09:53 #4
Originariamente inviato da: Tasmanian Devil
Considerato che WoW fattura circa 30 milioni di euro al MESE......sarebbe stata una mossa "leggermente" avventata vendere la Blizzard.....


Biondo and Nero05 Dicembre 2006, 10:02 #5
In teoria sono 7.500.000 di giocatori per 13 euro al mese quindi circa 100 milioni di euro al mese
Beelzebub05 Dicembre 2006, 10:08 #6
Originariamente inviato da: Biondo and Nero
In teoria sono 7.500.000 di giocatori per 13 euro al mese quindi circa 100 milioni di euro al mese



Beh, però, pensandoci bene, non sono cifre così astronomiche... considerando che è un gioco diffuso a livello planetario, e che non c'è modo di giocare online senza pagare...(almeno, credo... ). In termini di fatturato ci può stare... certo che sono comunque cifre notevoli, visto che parliamo di un videogioco...
Tasmanian Devil05 Dicembre 2006, 10:10 #7
NON sono 7500000 di giocatori paganti sono 7500000 di account registrati cioe' di clienti che hano pagato il gioco in scatola. Gli account attivi al momento oscillano tra i 2500000 e i 3200000.
cj++05 Dicembre 2006, 10:19 #8
vuole permettere la comunicazione fra gli utenti... un genio!
ma scion ha mai provato a premere sul tasto social?

Gli utenti potranno chattare, scaricare add-on e demo.
Si insomma, molto presto questo sito diventera un bel posto dove vendere alla gente tante belle cosine inutili.

E voglio sperare che la ciat dell'alleanza e dell'orda siano separate... se no sai che bello sapere in anticipo chi arriva e dove.
Eldainen05 Dicembre 2006, 10:43 #9
Originariamente inviato da: Tasmanian Devil
NON sono 7500000 di giocatori paganti sono 7500000 di account registrati cioe' di clienti che hano pagato il gioco in scatola. Gli account attivi al momento oscillano tra i 2500000 e i 3200000.


Quoto

In ogni caso si tratta pur sempre di una 50 di milioni di Euro al mese. Mia opinione personale è che i giochi online sono una vera miniera d'oro... e francamente non restituiscono all'utente che una piccola parte di quel montante.

L'ha dimostrato NC Soft con Guild Wars. Per anni si è sempre detto che la tassa mensile era assolutamente necessaria per finanziare gli aggiornamenti costanti del mondo di gioco e continuare a migliorarlo...

Che mi si spieghi allora come fanno quelli di NC Soft a guadagnare ancora qualcosa e a mantenere e migliorare continuamente il gioco, nonostante Guild Wars non abbia canone mensile...

E anche i server di guild wars devono gestire oltre un milione di utenti attivi e oltre 3 milioni di account esistenti...
mjordan05 Dicembre 2006, 10:46 #10
Originariamente inviato da: cj++
E voglio sperare che la ciat dell'alleanza e dell'orda siano separate... se no sai che bello sapere in anticipo chi arriva e dove.


Dopo la pleistascion, il gheimchiub e il saiborg, ecco arrivare: la ciat

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^