Crytek vuole un nuovo TimeSplitters

Crytek vuole un nuovo TimeSplitters

Il gioco sarebbe affidato alla divisione britannica della software house, precedentemente conosciuta come Free Radical, e storica responsabile della serie TimeSplitters.

di Rosario Grasso pubblicata il , alle 17:23 nel canale Videogames
 

Crytek ha confermato il suo interesse nello sviluppare internamente il quarto capitolo di TimeSplitters. Il gioco sarebbe affidato alla divisione britannica di Crytek, che nasce proprio dall'acquisizione, avvenuta nel febbraio del 2009, di Free Radical, la storica software house di TimeSplitters.

"Stiamo intavolando delle discussioni con i vari publisher per capire se un nuovo episodio di TimeSplitters possa essere in qualche modo profittevole", ha detto Karl Hilton, manager dello studio Crytek UK, in un'intervista concessa a Eurogamer. "TimeSplitters è un Fps con una consistente componente multiplayer. Bisogna capire se vale la pena produrre un nuovo capitolo con le stesse caratteristiche dei precedenti, se rinnovare in maniera radicale o impiegare Free Radical in una proprietà intellettuale completamente nuova. Parliamo con i publisher per capire cosa interessa loro. Se ci fosse l'opportunità di fare un nuovo TimeSplitters, saremmo molto felici di farlo. Ma se i publisher volessero qualcosa di nuovo andrebbe bene lo stesso".

Prima di entrare in amministrazione controllata, Free Radical ha lavorato per un certo periodo su TimeSplitters 4. Alcuni asset sono stati diffusi sulla rete (vedi qui), ma quel progetto è ovviamente da considerarsi interrotto. L'ultimo lavoro di Free Radical, adesso Crytek UK, è stata la componente multiplayer di Crysis 2, il primo gioco con CryEngine 3.

TimeSplitters risale al 2000, nel formato PlayStation 2. Si tratta di uno sparatutto un prima persona basato su un viaggio nel tempo suddiviso in vari livelli che vanno dal 1935 al 2035. I TimeSplitters sono i nemici; vantano di particolari abilità come l'invisibilità, la capacità di scagliare fulmini e di attaccare con gli arti inferiori.

0 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^