Croteam, sviluppatore di Serious Sam, sui problemi di Windows 8

Croteam, sviluppatore di Serious Sam, sui problemi di Windows 8

Secondo uno dei programmatori di Serious Sam ci sono molti dettagli su Windows 8 non ancora di dominio pubblico, sconosciuti anche a molti sviluppatori.

di Rosario Grasso pubblicata il , alle 12:01 nel canale Videogames
WindowsMicrosoft
 

Alen Ladavac, CTO di Croteam, ha scritto un post sul forum di Steam in cui dettaglia alcuni dei problemi che Windows 8 pone agli sviluppatori di videogiochi. Secondo Ladavac, ci sono molti dettagli del nuovo sistema operativo di Microsoft che rimangono sconosciuti ai più, sviluppatori compresi.

Windows 8 Store

"La reazione di Gabe Newell non è stata eccessiva", ha detto il programmatore di Croteam. "La nuova intefaccia utente basata su tiles è uno strumento per Microsoft per bloccare le applicazioni per Windows in un giardino recintato. È una strategia simile a quella adottata da Apple per iOS".

"C'è un piccolo dettaglio che Microsoft non pubblicizza da nessuna parte, se non in fondo alla documentazione per sgli sviluppatori: Non si può rilasciare un'applicazione compatibile con l'interfaccia a tiles su qualsiasi piattaforma che non sia Windows Store".

Ladavac dice che non sarà possibile scaricare un'applicazione da internet ed eseguirla sul proprio PC, ma bisognerà passare sempre e comunque dallo Store interno. Ciò vale anche se si tratta di un'applicazione gratuita. Inoltre, similmente a quanto avviene su App Store, Microsoft dovrà rilasciare una certificazione per ogni app distribuita tramite lo Store. Solo dopo l'avventura certificazione, l'app diventerà pubblica.

"Fino a oggi, sappiamo che hanno vietato i giochi riservati a pubblico adulto, come Skyrim, CoD e Serious Sam. Hanno proibito il modding. Se volessero, potrebbero vietare anche l'Open Source", continua fermamente Ladavac.

Le limitazioni di cui parla Ladavac riguardano solo le applicazioni mobile e quelle scaricate da web, mentre per le applicazioni desktop per il momento non sono previste restrizioni del genere. Ciò significa che se si compra, ad esempio, Skyrim nel normale formato scatolato, ovviamente Windows 8 non fa nulla per bloccarne l'installazione. Tuttavia, il timore del programmatore di Croteam è che queste politiche in futuro possano venire estese anche alle applicazioni desktop, magari con un ipotetico Windows 9.

"La certificazione è un concetto sbagliato e dovrebbe essere abolito", rimarca Ladavac. "La rimozione del menu avvio sembra un tentativo di forzare la gente ad abituarsi alla nuova intefaccia utente. Per me andrebbe anche bene, se non fosse per i limiti dovuti alla certificazione di cui ho parlato prima".

"Quindi, si tratta di un circolo vizioso. E non accidentale. Tutto è stato accuratemente progettato per raggiungere certi risultati. Io dico: no, grazie; per il momento salto", conclude Ladavac.

Per leggere tutto il post e la discussione che ne scaturisce recatevi sul forum di Steam.

95 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Vodka20 Novembre 2012, 12:09 #1
Ha senso dire "salto win8" perchè non ne vale ancora la pena magari, ma dire che lo si salta perchè evitiamo che win9 sia da despoti, con ragionamenti basati su cultura del sospetto , mi sembra eccessivo.

Odio anche io la scomparsa del menu start (installabile da terze parti) per costringere ad usare la metro ui, ma i blocchi fatti su mobile saranno probabilmente per evitare che ragazzini under18, under12 etc, scarichino materiale inappropriato.

Sul pc oramai i media ci hanno messo una pietra sopra , tranne il tg scandalistico che ogni tot anni deve fare un servizio su gta e cs, anche perchè i genitori ogni tanto a casa vedono anche il figlio di 10 anni al pc e controllano (sia mai), su un cellulare o un tablet la vedo difficile.
sintopatataelettronica20 Novembre 2012, 12:25 #2
Originariamente inviato da: Vodka
Ha senso dire "salto win8" perchè non ne vale ancora la pena magari, ma dire che lo si salta perchè evitiamo che win9 sia da despoti, con ragionamenti basati su cultura del sospetto , mi sembra eccessivo.

Odio anche io la scomparsa del menu start (installabile da terze parti) per costringere ad usare la metro ui, ma i blocchi fatti su mobile saranno probabilmente per evitare che ragazzini under18, under12 etc, scarichino materiale inappropriato.


Questa è la giustificazione più buffa che abbia mai letto: costringono ad usare metro "probabilmente" per proteggere i ragazzini ? Ahahaahahahaha.

La "cultura del sospetto", addirittura ? .. ci mancava pure in campo videoludico!

A parte le battute, capisco di non voler vedere manco ciò che è ovvio, però la strada che vuole (o che quantomeno VORREBBE) seguire microsoft è abbastanza evidente, altro che "cultura del sospetto". Chi si lamenta lo fa con cognizione di causa!
litocat20 Novembre 2012, 12:30 #3
Originariamente inviato da: Vodka
Ha senso dire "salto win8" perchè non ne vale ancora la pena magari, ma dire che lo si salta perchè evitiamo che win9 sia da despoti, con ragionamenti basati su cultura del sospetto , mi sembra eccessivo.

Odio anche io la scomparsa del menu start (installabile da terze parti) per costringere ad usare la metro ui, ma i blocchi fatti su mobile saranno probabilmente per evitare che ragazzini under18, under12 etc, scarichino materiale inappropriato.

Sul pc oramai i media ci hanno messo una pietra sopra , tranne il tg scandalistico che ogni tot anni deve fare un servizio su gta e cs, anche perchè i genitori ogni tanto a casa vedono anche il figlio di 10 anni al pc e controllano (sia mai), su un cellulare o un tablet la vedo difficile.

Grazie, mi hai fatto fare una risata.

Tornando alle cose serie, sono d'accordo con croteam, anche se non mi sembra che l'obbligatorietà di usare lo store di microsoft per installare applicazioni metro sia stata tenuta nascosta... si sapeva già da prima che windows 8 venisse rilasciato.
Sapo8420 Novembre 2012, 12:32 #4
Originariamente inviato da: sintopatataelettronica
A parte le battute, capisco di non voler vedere manco ciò che è ovvio, però la strada che vuole (o che quantomeno VORREBBE) seguire microsoft è abbastanza evidente, altro che "cultura del sospetto". Chi si lamenta lo fa con cognizione di causa!


Certo, e Palladium ci ha tolto il controllo dei nostri pc, vero?
In effetti negli ultimi anni mancava un po' di sano complottismo, meno male che è arrivato Windows 8
kiriranshelo20 Novembre 2012, 12:33 #5
Originariamente inviato da: Vodka
Ha senso dire "salto win8" perchè non ne vale ancora la pena magari, ma dire che lo si salta perchè evitiamo che win9 sia da despoti, con ragionamenti basati su cultura del sospetto , mi sembra eccessivo.

Odio anche io la scomparsa del menu start (installabile da terze parti) per costringere ad usare la metro ui, ma i blocchi fatti su mobile saranno probabilmente per evitare che ragazzini under18, under12 etc, scarichino materiale inappropriato.

Sul pc oramai i media ci hanno messo una pietra sopra , tranne il tg scandalistico che ogni tot anni deve fare un servizio su gta e cs, anche perchè i genitori ogni tanto a casa vedono anche il figlio di 10 anni al pc e controllano (sia mai), su un cellulare o un tablet la vedo difficile.


Forse non hai capito quello che dice, il problema non è l'interfaccia di per sè, ma il fatto che per essere 'presente' devi essere certificato dallo store della microsoft (al momento solo nel mobile). E questa cosa è estremamente limitante perchè per essere presente e certificato devi pagare, cosa non assolutamente possibile per applicazioni open o free.
La sua paura è che ciò, alla lunga, si applichi anche al desktop con evidenti problematiche dal momento che è sicuro che succederà dal momento che M$ ambisce alla chiusura software alla Apple.
Se continua su questa strada l'unica a pagarla sarà proprio lei e spero vivamente che le mosse di Steam in questa direzione (vs Linux) confermino questa cosa
biffuz20 Novembre 2012, 12:43 #6
Originariamente inviato da: kiriranshelo
La sua paura è che ciò, alla lunga, si applichi anche al desktop con evidenti problematiche dal momento che è sicuro che succederà dal momento che M$ ambisce alla chiusura software alla Apple.

A onor del vero su OS X puoi installare quello che ti pare, il Mac App Store è solo un servizio che puoi bellamente ignorare. Mountain Lion di default ti lascia eseguire solo app firmate dallo sviluppatore (il che è solo una garanzia a tuo vantaggio, non ci sono limiti a quello che può fare un'app firmata se non viene distribuita dallo store), ma puoi disabilitare pure quello.
Al contrario in Win8 se vuoi un'app Metro non hai scelta.

Se continua su questa strada l'unica a pagarla sarà proprio lei e spero vivamente che le mosse di Steam in questa direzione (vs Linux) confermino questa cosa

Infatti sono anni che dico che l'anno di Linux sul desktop sarà l'anno in cui la Microsoft si darà la zappa sui piedi
alexdal20 Novembre 2012, 12:47 #7
Ma il mercato spero si divida in tre parti:
Windows per chi vuole la tecnologia facile comoda e chiavi in mano, ufficio, casa, famiglia.

Apple per l'elite che deve avere lo status simbol oltre a quanto sopra

e poi il terzo GoogleAndroidLinux per gli smanettatori, i pornografi, i piratoni, i nerd brufolosi, i antitutto, quelli che spendono 1000 euro in una scheda grafica, ma dicono che 99 centesimi per un software da mille e una notte e' troppo.
La Paura20 Novembre 2012, 12:49 #8
Originariamente inviato da: kiriranshelo
Forse non hai capito quello che dice, il problema non è l'interfaccia di per sè, ma il fatto che per essere 'presente' devi essere certificato dallo store della microsoft (al momento solo nel mobile). E questa cosa è estremamente limitante perchè per essere presente e certificato devi pagare, cosa non assolutamente possibile per applicazioni open o free.
La sua paura è che ciò, alla lunga, si applichi anche al desktop con evidenti problematiche dal momento che è sicuro che succederà dal momento che M$ ambisce alla chiusura software alla Apple.
Se continua su questa strada l'unica a pagarla sarà proprio lei e spero vivamente che le mosse di Steam in questa direzione (vs Linux) confermino questa cosa


Il problema principale sono le directX, facessero in modo di avere lo stesso driver e directx (11.1) sfruttabili sotto linux oppure fai che gli sviluppatori di games iniziassero ad usare openGL e windows lo manderebbero a quel paese un numero enooorme di gente compreso me. Tanto gia ora uso per la maggior parte delle cose software open tipo VLC, Infrarecorder, VNC, GIMP ecc...
birmarco20 Novembre 2012, 13:01 #9
Originariamente inviato da: quel genio di Ladavac
Fino a oggi, sappiamo che hanno vietato i giochi riservati a pubblico adulto, come Skyrim, CoD e Serious Sam. Hanno proibito il modding. Se volessero, potrebbero vietare anche l'Open Source


E se mia nonna avesse una ruota, sarebbe una cariola!

SE SE SE SE SE Se si evitassero di dire cose solo sui se si starebbe tutti meglio!

Praticamente basa tutta la sua teoria sulla certificazione Windows Store, che anche mia nonna con la ruota prenderebbe, e sul blocco dei giochi over 18 che tra l'altro non esiste. Ah sì, poi sul blocco dell'OpenSource e di mille altri applicativi

Cioè posso capire il canone di Windows Store per gli sviluppatori, la novità di Win RT... NO! Si soffermano sulle cretinate. Secondo me questo qui o è stupido oppure lo hanno pagato. Dai di motivi per odiare Windows 8 volendo se ne possono trovare, ma questi sono davvero assurdi!
kiriranshelo20 Novembre 2012, 13:03 #10
Originariamente inviato da: biffuz
A onor del vero su OS X puoi installare quello che ti pare, il Mac App Store è solo un servizio che puoi bellamente ignorare. Mountain Lion di default ti lascia eseguire solo app firmate dallo sviluppatore (il che è solo una garanzia a tuo vantaggio, non ci sono limiti a quello che può fare un'app firmata se non viene distribuita dallo store), ma puoi disabilitare pure quello.
Al contrario in Win8 se vuoi un'app Metro non hai scelta.


Ah! non avendo nulla di Apple non sapevo bene come funziona...quindi per di più fa pure peggio della chiusura di Apple. Bè dopo la certificazione dei componenti hw c'era da aspettarselo...

Originariamente inviato da: biffuz
Infatti sono anni che dico che l'anno di Linux sul desktop sarà l'anno in cui la Microsoft si darà la zappa sui piedi


io dico sempre che l'unica cosa, che tiene l'utenza vicino a windows, sono i videogiochi. Ormai con Ubuntu e il Mint c'è una semplicità di utilizzo estrema anche per i noob.

Originariamente inviato da: alexdal
Ma il mercato spero si divida in tre parti:
Windows per chi vuole la tecnologia facile comoda e chiavi in mano, ufficio, casa, famiglia.

Apple per l'elite che deve avere lo status simbol oltre a quanto sopra

e poi il terzo GoogleAndroidLinux per gli smanettatori, i pornografi, i piratoni, i nerd brufolosi, i antitutto, quelli che spendono 1000 euro in una scheda grafica, ma dicono che 99 centesimi per un software da mille e una notte e' troppo.


Ma anche no. Con questa strategia M$ sarà l'unica a soccombere perchè il mercato dove la gente spende i soldi (quello che cerca M$ che tra l'altro fa anche pagare di più di Apple) è in mano ad Apple stessa, e a meno di sciocchezze, rimane in mano a lei. L'utenza più ampia, come dicevo prima, è la 'massa' ma se insegue Apple di certo si allontana da questo serbatoio di persone che potrebbero migrare a linux in linea futura.
Mi astengo sulla parte di Linux perchè potrei risultare offensivo forse, però come semplicità di utilizzo, come dico sopra, si sta avvicinando molto (con Mint e Ubuntu)

Originariamente inviato da: La Paura
Il problema principale sono le directX, facessero in modo di avere lo stesso driver e directx (11.1) sfruttabili sotto linux oppure fai che gli sviluppatori di games iniziassero ad usare openGL e windows lo manderebbero a quel paese un numero enooorme di gente compreso me. Tanto gia ora uso per la maggior parte delle cose software open tipo VLC, Infrarecorder, VNC, GIMP ecc...


I Directx sarà impossibile averli su Linux anche perchè sono sotto licenza M$. OpenGL ha enormi potenzialità rispetto ai Directx che, sembra, aver raggiunto ormai i suoi limiti di sviluppo; purtroppo avrebbe bisogno di qualcuno che sviluppi più velocemente OpenGL ma con l'apertura di Steam e forse di Origin è solo questione di tempo perchè i giochi siano compatibili con OpenGL invece che con il Directx.(ricordo che queste librerie sono presenti solo in software M$, tutti i giochi indie e mobile utilizzano le librerie OpenGL)

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^