Crisi degli arcade in Giappone: colpa di Nintendo Wii

Crisi degli arcade in Giappone: colpa di Nintendo Wii

È ormai possibile giocare i classici coin-op a casa con le console domestiche come Nintendo Wii.

di Rosario Grasso pubblicata il , alle 10:29 nel canale Videogames
Nintendo
 
Per i giocatori italiani, gli arcade, o coin-op (abbreviativo di coin operaterd, ovvero macchina a gettoni) appartengono ad un'altra epoca della storia dei videogiochi. Invece, in Giappone sono ancora molti gli arcade frequentati dai giovani, benché i primi segni di cedimento siano ormai ben evidenti, come riportato in questo articolo dell'agenzia Reuters.

Contemporaneamente, Namco e SEGA hanno, infatti, annunciato di essere intenzionate a chiudere diversi arcade in Giappone. Il motivo di questa decisione dipende direttamente dal successo che stanno ottenendo le console di nuova generazione, in particolar modo Nintendo Wii. È, di fatto, ormai possibile giocare questi storici titoli anche in casa.

"Molte tipologie di giochi che un tempo la gente giocava negli arcade sono disponibili adesso anche in casa grazie alle console di nuova generazione", dichiara Yuji Machida, portavoce di Namco. "Molti bambini giapponesi hanno ricevuto un Wii nel corso dell'ultimo anno e, dunque, gran parte dei loro soldi saranno spesi per hardware e software per la console".

Namco ha pianificato di chiudere tra i 50 e i 60 arcade in Giappone: si tratta del 20% circa di tutti gli arcade che la società nipponica gestisce in questa nazione. L'annuncio è accompagnato da una riduzione delle stime di profitto per il prossimo anno fiscale. La riduzione ammonta a circa il 38%. Anche SEGA provvederà a una soluzione del genere, visto che verranno chiusi circa 100 arcade in territorio giapponese.

46 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
PhirePhil12 Febbraio 2008, 10:38 #1
se con console next-gen intendiamo una console che chiude una generazione e ne apre un'altra... beh, credo che la vera console next-gen stando alla notizia sia quindi la Wii... con buona pace della potenza HW di Xbox s PS...
brasio12 Febbraio 2008, 10:42 #2
Mah, gli arcade non sono più quelli di una volta...oramai sono solo macchinette mangiasoldi da un minuto di divertimento. Ben vengano le consolle così interattive come il wii. Certo, in Giappone è un bel ridimensionamento del business per case storiche come Namco e Sega.
Evanghelion00112 Febbraio 2008, 10:44 #3
Quote PhirePhil
Xeno66512 Febbraio 2008, 10:48 #4
Che tristezza le sale giochi...
C'è gente che con tutti i soldi che ci spende dentro a quest'ora si sarebbe permessa una PS3 o una XBOX360... e minimo minimo si comprava un gioco al mese...
shura12 Febbraio 2008, 10:49 #5
non penso sta notizia sia attendibile più di tanto
che il wii venda tanto in giappo è vero

ma il retrogaming esiste grazie al mame da decenni ormai
quindi sotto questo aspetto non è che il wii abbia fatto qualcosa in più

certo, il retardmote è entrato nelle case facilmente ma se l'autore pensa di liquidare in questo modo la scena arcade giapponese (e asiatica in generale) si sbaglia veramente di grosso
fpg_8712 Febbraio 2008, 10:51 #6
a parte il fatto che ormai gli arcade sn emulati ormai da anni, sicuramente la Wii ha fatto un buon lavoro, la possibilità di giocare in modo innovativo, con grafica 3d avanzata, in gruppo, ma soprattutto anche con schermi da 42 pollici, o proiettori....
provassero a mettere una decina di wii o di console in genere, al posto di giochi vecchi di 10-15 anni, e altro che chiudere...
è normale che se nn si aggiornano chiaudano... chi spende ancora 1-2€ per giocare a giochi vecchi???
shura12 Febbraio 2008, 11:07 #7
Originariamente inviato da: fpg_87
è normale che se nn si aggiornano chiaudano... chi spende ancora 1-2€ per giocare a giochi vecchi???


dipende che intendi per giochi 'vecchi'

se puro oldume nato nel 1995
o concezioni di gioco 'vecchie' tipo gli shoot 'em up o i picchiaduro 2D
e ti assicuro che quelli vanno parecchio forte in asia
shadowlord8812 Febbraio 2008, 11:23 #8
giocare a the house of the dead su pc non è la stessa cosa che in sala giochi... certo che con il wii lo zapper potrebbe infastidire i fucili delle coin-op ...
mickyjenny12 Febbraio 2008, 11:46 #9
Come dice fpg_87 che ci mettano un WII dentro... l'hanno fatto con la dreamcast perchè non ripetere l'esperienza?
Certo che se Nintendo producesse arcade machines sarebbe già successo (come nel caso Sega Dreamcast)
Genesio12 Febbraio 2008, 11:54 #10
Non so quanto costi oggi fare una partita a un gioco in salagiochi, ma un forte limite secondo me è la durata di quella partita.

Una volta nelle sale giochi (parlo di decenni fa...) c'erano giochi su cui passavi anche un'ora. Ricordo WonderBoy 3...da piccolo ci facevo le serate, e con una sola moneta da 200 lire giocavi almeno mezz'ora, con un po' di allenamento.

Ora le partite durano 3 minuti a dire tanto...la spesa diventa alta ed effettivamente non vedo il vantaggio (neanche la compagnia) rispetto a stare a casa a giocare con la wii

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^