Crackdown: come il cloud potrebbe aiutare Xbox One a riprendere PS4

Crackdown: come il cloud potrebbe aiutare Xbox One a riprendere PS4

Crackdown e Cloudgine hanno occupato un ruolo rilevante nella conferenza E3 di Microsoft.

di Rosario Grasso pubblicata il , alle 10:08 nel canale Videogames
MicrosoftXbox
 

In passato a più riprese Microsoft ha fatto riferimento al cloud come possibile arma di Xbox One per migliorare nelle prestazioni, anche alla luce del gap prestazionale che si ritrova nei confronti di PS4 per via dell'inferiore dotazione hardware. Ma questi piani non sono mai stati chiariti nel dettaglio. A quanto pare, però, passano attraverso una startup scozzese, Cloudgine.

Alla conferenza Xbox all'E3 un ruolo rilevante, nella parte finale dell'evento, quella più delicata, è stata riservata al nuovo Crackdown, il progetto di Dave Jones, creatore di GTA e Lemmings, destinato a Xbox One. Crackdown sarà sviluppato da Cloudgine e, secondo le promesse, offrirà un'esperienza di nuova generazione all'interno di un grosso mondo aperto.

Crackdown è in sviluppo da circa un anno secondo quanto ha rivelato Phil Spencer, direttore di Xbox, in un'intervista a Kotaku. Dalle parole di Spencer si evince che il progetto è ancora in una fase aurorale, quindi perché annunciarlo così presto? Perché è così importante? "Odio quelle fughe di notizie e Crackdown è un franchise molto importante per Xbox, per cui la gente continuava a chiederci sul futuro di questa serie. Alla fine, ho pensato che fosse il momento giusto".

Per il momento né Spencer né Cloudgine vogliono sbottonarsi sui dettagli di questo gioco. "David e io ci conosciamo da Car Wars, il primo nome in codice per l'originale Crackdown. Siamo rimasti in contatto anche quando ha smesso di lavorare per Xbox per realizzare APB. Quando gli ho parlato a proposito dei suoi nuovi progetti mi ha detto che Crackdown sarebbe stato il gioco giusto per sfruttare i suoi lavori sul cloud che stava facendo in Cloudgine".

Come può essere usato il cloud per migliorare le prestazioni grafiche di Crackdown? Spencer lo ha spiegato a Kotaku facendo riferimento alla demo che riportiamo anche in questa pagina, mostrata al Build, la serie di presentazioni che Microsoft dedica ogni anno agli sviluppatori che lavorano con i suoi strumenti. Spencer ha rivelato che questa demo mostra tecnologia usata in Crackdown. La fisica, in questo caso, viene calcolata sul cloud.

"In questa demo si può osservare come il comportamento dei detriti sia sempre diverso e come le collisioni fra di loro cambino a seconda dei casi. Se spari un missile contro il palazzo da un'angolazione produci un certo tipo di danno, ma se l'origine dello sparo è leggermente diversa allora cambia anche il tipo di impatto e di distruzione. Abbiamo lavorato sull'elaborazione sul cloud dei calcoli relativi a milioni di particelle. A quel punto, la console deve semplicemente ottenere i dati di posizione e provvedere al rendering. La console non sa dove si trovano i vari detriti e come cambierà la loro posizione nel fotogramma successivo, perché tutti quei calcoli vengono fatti nel cloud".

"È solo un esempio", spiega ancora Spencer. "Possiamo ottenere un modello di fisica pura sul cloud utilizzando diverse CPU e poi usare la capacità di calcolo della console per rendere le cose più belle sul piano grafico".

Cloudgine, rivela ancora Spencer, non sta lavorando solamente sullo sviluppo di Crackdown, ma si sta occupando della realizzazione di altra tecnologia, ancora non rivelata ufficialmente. "Altri studi di sviluppo, inoltre, aiuteranno Cloudgine nello sviluppo del gioco, insieme ad alcuni elementi dei nostri studi interni".

Crackdown è basato su Unreal Engine 4. Il progetto è diretto dalla software house scozzese Cloudgine, il cui CEO e co-fondatore è l'italiano Maurizio Sciglio, che abbiamo già avuto modo di intervistare in passato.

35 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
FRANLELLI16 Giugno 2014, 10:15 #1
Sono proprio curioso di vedere come funziona tutto in uno scenario reale: per esempio con qualche migliaio di console che richiedono dati diversi tutte insieme al server....
cignox116 Giugno 2014, 10:28 #2
Ok, ora la mia domanda é: sará tutto gratis? Perché se non lo é, allora tanto valeva mettere in vendita una unitá esterna con GPU aggiuntiva dedicata ai calcoli di fisica tramite cuda o openCL...
pabloski16 Giugno 2014, 10:33 #3
Come il cloud t'impedirà di giocare http://www.hwupgrade.it/news/web/di...wind_52787.html
gaxel16 Giugno 2014, 10:47 #4
Sarà gratis, paghi già il gold, e non bloccherà nulla... se il Cloud non sarà disponibile, come più volte ha specificato MS, saranno gli sviluppatori a decidere cosa fare... nello specifico, far fare i calcoli fisici alla console, abbassando la qualità grafica e/o quella fisica.
Therinai16 Giugno 2014, 11:24 #5
Forse in microsoft sfugge che chiunque potrebbe sfruttare lo stesso metodo per per lo stesso scopo...
Zappz16 Giugno 2014, 12:08 #6
Originariamente inviato da: Therinai
Forse in microsoft sfugge che chiunque potrebbe sfruttare lo stesso metodo per per lo stesso scopo...


Quoto! Si bullano di poter usare il cloud per avere chissa' quali prestazioni in piu', come se la ps4 non avesse la possibilita' di collegarsi ad internet...

Sono proprio alla frutta.
giubox36016 Giugno 2014, 12:17 #7
ragazzi...oramai sconrdatevi la next-gen..avremo giochi leggermente meglio della scorsa generazione, ma nulla di eccezionale, le nuove console sono pc entry level con architettura x86/x64 per cui avoglia a spremere l'hardware e dire cavolate riguardo alle dx 12 e al cloud...perchè non verrà mai sviluppato per fare giochi e vi dico il perchè.
Un publisher non metterebbe mai a rischio il suo prodotto per utilizzare il cloud, perchè se l'engine fisico del gioco per funzionare ha bisogno della connessione a banda larga permanente, se viene a mancare poi il gioco non calcola la fisica? e il cosumatore che ne penserà di quel prodotto?
Che serva da lezione a Microsoft, perchè a sbagliare 1 volta ci può stare, ma se continua sulla strada del prendiamo in giro i consumatori con una periferica obbligatoria, ma inutile come il Kinect, e mettiamoci dentro l'hardware della WII..ci mette poco a fare la fine di Nintendo.....saluti!
gaxel16 Giugno 2014, 12:23 #8
Originariamente inviato da: Zappz
Quoto! Si bullano di poter usare il cloud per avere chissa' quali prestazioni in piu', come se la ps4 non avesse la possibilita' di collegarsi ad internet...

Sono proprio alla frutta.


Bé, alla Sony non hanno l'infrastruttura di Azure, già bella pronta, con migliaia di server e "mantenuta" dai due maggiori mercati MS: Server e Office.

Semmai hanno quello che aveva Gaikai, che non è la stessa cosa...
gaxel16 Giugno 2014, 12:28 #9
Originariamente inviato da: giubox360
ragazzi...oramai sconrdatevi la next-gen..avremo giochi leggermente meglio della scorsa generazione, ma nulla di eccezionale, le nuove console sono pc entry level con architettura x86/x64 per cui avoglia a spremere l'hardware e dire cavolate riguardo alle dx 12 e al cloud...perchè non verrà mai sviluppato per fare giochi e vi dico il perchè.
Un publisher non metterebbe mai a rischio il suo prodotto per utilizzare il cloud, perchè se l'engine fisico del gioco per funzionare ha bisogno della connessione a banda larga permanente, se viene a mancare poi il gioco non calcola la fisica? e il cosumatore che ne penserà di quel prodotto?
Che serva da lezione a Microsoft, perchè a sbagliare 1 volta ci può stare, ma se continua sulla strada del prendiamo in giro i consumatori con una periferica obbligatoria, ma inutile come il Kinect, e mettiamoci dentro l'hardware della WII..ci mette poco a fare la fine di Nintendo.....saluti!


Al di là che Kinect sia l'unico motivo per cui comprare una console nextgen, perché con un PC da 399€ la PS4 la asfalto, i giochi li pago 1/10, senza tassa per il multiplayer e posso usarci il pad X1 che è infinitamente megli del dualshock, collegarlo alla tv e usare Big Picture, ma guarda che Xbox One sta vendendo molto bene, più di Xbox e X360, e la differenza con PS4 è solo perché perché quest'ultima è uscita in molti più mercati.
giubox36016 Giugno 2014, 13:13 #10
@gaxel infatti, io da possessore della One, all'inizio pensavo bene di questa gen...infatti ryse e forza 5 sembravano ottimi giochi di lancio...ma davvero vogliamo scherzare titanfall? altri giochini multipiattaforma watch dog, e la collection di halo? (tutti rigorosamente con aliasing marcato e non in full HD) sono questi i titoli next-gen? La mia One è spenta da 2/3 mesi ed è a prender polvere...fai te Titoli seri tipo quantum break, gears e halo 5 usciranno si e no nel tardo 2015/2016, mentre qualche titolo cross-gen degno forse uscirà a natale o poco dopo.
(ovviamente @720p o giù di lì perche l'hardware non ce la fa)
Cmq il mio commento non è per dire che le console vendano bene o no..mi riferisco alla grande presa per il c*ulo che ci ha rifilato la microsoft con la next-gen (io al kinect coi volevo credere, ma ora praticamnte lo hanno già accantonato)e molti ancora a credergli dai discorsi sulle dx12 che raddoppierebbero le prestazioni..fino ad arrivare al fantomatico Cloud!
Almeno basta ca**ate MS...fate qualche gioco carino senza troppe pretese e via che è meglio

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^