Come Ubisoft riproduce i luoghi reali nei suoi giochi open-world

Come Ubisoft riproduce i luoghi reali nei suoi giochi open-world

Tommy Francois di Ubisoft ha spiegato durante il DICE Summit di Las Vegas come funziona il processo di ricostruzione di luoghi reali all'interno dei videogiochi come The Division e Ghost Recon: Wildlands.

di Rosario Grasso pubblicata il , alle 14:01 nel canale Videogames
Ubisoft
 

Il DICE Summit è un evento elite dedicato al mondo dei videogiochi dove alcuni fra i tecnici più esperti spiegano le tecniche che hanno usato per creare titoli sempre più realistici e fedeli. Tommy Francois di Ubisoft si è concentrato sul processo di ricostruzione di scenari reali all'interno dei giochi open-world come i vari Assassin's Creed nel passato e come i nuovi The Division, ambientato a New York, e Ghost Recon: Wildlands, ambientato in Bolivia.

The Division

Secondo Francois creare mondi di giochi realistici e coinvolgenti è fondamentale per portare un titolo al successo. "Voglio potenziare i team di sviluppo in modo da creare videogiochi di maggiore impatto", ha detto Francois a Las Vegas. "Mondi di questo tipo sono molto complessi da creare, perché sono delle vere e proprie simulazioni".

"Ho due figli e so che quando giocano a un titolo basato su un mondo che riproduce fedelmente la realtà acquisiscono qualcosa e la loro cultura migliora. Partendo da questo presupposto, lavoro molto duramente per aiutare Ubisoft a creare mondi sempre più immersivi e sempre di maggiore impatto", ha continuato Francois. "Posso aver letto molto su una città o su un posto, ma non sarà mai come visitarlo".

Quello che Francois vuole dire è che Ubisoft manda delle squadre di tecnici nei posti reali dove vuole ambientare i suoi giochi, al fine di catturare non solo una serie di dati ma anche di confrontarsi con la gente del posto. Per esempio, nel caso di Far Cry 4 è stato mandato un team in Nepal. All'inizio il mondo di gioco, racconta Francois, era una specie di "declinazione del Nepal in stile Disneyland", ma dopo quella visita Ubisoft è riuscita a dare più profondità al suo scenario di gioco.

Si può dire che Far Cry 4 sia povero in termini di meccaniche di gioco e di innovazione, ma sicuramente non si può criticare il mondo di gioco, fedele e impressionante come pochi altri.

Un lavoro analogo è stato fatto per riprodurre la New York alla base di The Division. La squadra di Ubisoft è andata a esaminare le linee della metropolitana della Grande Mela in modo da capire come la gente avrebbe potuto usarle per fuggire nel caso di un attacco bio-terroristico su vasta scala come quello immaginato in The Division.

Per questi lavori il team di Ubisoft ha usato uno strumento chiamato World Texture Facility (WTF), attraverso il quale può fornire agli artisti e agli sviluppatori un insieme di dati, video, immagini e altri dettagli che possono aiutare nella creazione del mondo di gioco. Si tratta di una sorta di database che tutto il personale che lavora sullo sviluppo del gioco può visitare per prendere spunto quando realizza l'architettura del posto, ma anche sulla sua cultura.

World IOLogic Projector è invece uno strumento che crea una preliminare versione del mondo di gioco animata e sulla quale vengono applicati gli effetti dipendenti dal ciclo giorno/notte e da quello delle stagioni. "La nostra responsabilità nei confronti dei giocatori prevede di catturare le reali culture di questi posti e riprodurle accuratamente", aggiunge Francois.

Anche per Ghost Recon: Wildlands, che si concentrerà sulle guerre alle spalle del traffico di droga in Bolivia, Ubisoft seguirà lo stesso approccio. La squadra Ubisoft ha seguito le operazioni di uno speciale team delle forze dell'ordine in una serie di missioni che, tra le altre cose, hanno previsto la distruzione di alcuni laboratori usati per la preparazione della cocaina.

4 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Madcrix18 Febbraio 2016, 14:04 #1
"Per questi lavori il team di Ubisoft ha usato uno strumento chiamato World Texture Facility (WTF)"


bobby1018 Febbraio 2016, 15:20 #2
Nulla da dire sulla bellezza di queste ricostruzioni
Vul18 Febbraio 2016, 17:38 #3
Originariamente inviato da: bobby10
Nulla da dire sulla bellezza di queste ricostruzioni


Peccato che poi in game l'interfaccia sia un agglomerato gigantesco di icone e segnali e scritte che uccidono l'immersione:

http://i1-news.softpedia-static.com...e-499843-11.jpg

E anzi che in questo screen non ci sono compagni in vista altrimenti avevi altre scritte e barre e indicatori.
PaulGuru18 Febbraio 2016, 17:43 #4
Originariamente inviato da: Madcrix
(WTF)"


L'espressione che utilizziamo tutti quando lanciamo i loro titoli, salvo qualche rara eccezione.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^