Come Sony ha contribuito allo sviluppo di XBox 360

Come Sony ha contribuito allo sviluppo di XBox 360

Un libro scritto da due ingegneri di IBM svela che lo sviluppo dei processori di PlayStation 3 e XBox 360 è stato molto più ravvicinato di quanto si possa pensare.

di Rosario Grasso pubblicata il , alle 08:25 nel canale Videogames
SonyXboxIBMPlaystationMicrosoft
 
Come noto, il processore Cell che sta alla base di PlayStation 3 è frutto di anni di studio e di ricerche presso i laboratori di IBM, Sony e Toshiba. IBM ha curato anche lo sviluppo del processore di XBox 360, conosciuto con il nome in codice di Xenon, e, come si apprende adesso, ha utilizzato parte della tecnologia messa a punto per il Cell.

Queste informazioni provengono dal libro The Race for a New Game Machine, scritto dagli ingegneri di IBM David Shippy e Mickie Phipps. Secondo i due ingegneri, parte della ricerca eseguita da IBM per Cell è confluita direttamente nel progetto Xenon e quindi nello sviluppo di XBox 360. Ecco un resoconto del libro realizzato dal Wall Street Journal:

I tre partner che si sono occupati dello sviluppo di Cell avevano concordato che IBM avrebbe potuto vendere parte della tecnologia ad altri clienti dopo la conclusione dei lavori. Ma ciò non è accaduto con Sony, alla quale IBM ha venduto delle parti fondamentali di Cell prima del suo completamento, e non è accaduto neanche con il competitor principale di Sony. Il risultato è che parte dei soldi investiti da Sony nella ricerca e sviluppo di Cell, a causa dell'atteggiamento di IBM, sono finiti nel processo di sviluppo di Microsoft.

Il signor Shippy e la signora Phipps riportano l'assurdità della situazione che si è venuta a creare: mentre alcuni ingegneri di IBM lavoravano in alcuni cuniculi per nascondere il loro lavoro ai dipendenti di Sony e Toshiba, il chip per XBox 360 veniva creato qualche piano sopra prendendo a riferimento gli studi effettuati per Cell. Il signor Shippy si sentiva "contaminato" quando si è trovato a parlare con gli ingegneri di Microsoft, e quando li ha aiutati a perfezionare la loro architettura sfruttando il lavoro che aveva fatto su PlayStation.

Dal libro, in definitiva, si evince che parte dell'investimento che Sony ha effettuato per consentire agli ingegneri di IBM di lavorare su Cell è stato utilizzato da dipendenti di IBM anche per lo sviluppo dell'altra tecnologia su cui in quel momento stavano lavorando, ovvero il chip che sta alla base di XBox 360.

I due processori erano pronti per entrare in produzione nello stesso periodo. Solo che Microsoft a quel punto decise di affidare la produzione a terze parti, mentre Sony lasciò ancora tutto nelle mani di IBM. Un problema nella fase produttiva di quest'ultima, tuttavia, causò un ritardo che impedì a Sony di mettere sul mercato la sua console rispettando i tempi previsti. Sony dovette attendere altre sei settimane prima di avere il primo chip funzionante, mentre Microsoft si preparava già ad entrare sul mercato.

Sony, IBM e Toshiba hanno avviato il consorzio per lo sviluppo di Cell nel 2001 e hanno speso in cinque anni di sviluppo circa 400 milioni di dollari. Questa cifra non comprende l'investimento che è stato necessario per la costruzione di due centri designati appositamente per la produzione del processore. IBM si è occupata principalmente di fornire il personale specializzato attraverso il suo centro di Austin, in Texas. Sony e Toshiba hanno mandato ulteriore personale ad Austin in modo da accelerare i tempi di sviluppo e rispettare i tempi previsti per il lancio di PlayStation 3, a quel momento pianificato per la stagione natalizia del 2005 (la console di Sony sarebbe in realtà arrivata sul mercato con un anno di ritardo).

49 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
peronedj05 Gennaio 2009, 08:44 #1
solo un commento: LOL!

ma in questi casi sony avrebbe il diritto di portare in tribunale IBM?
Mercuri005 Gennaio 2009, 09:05 #2
Macché l'autore del libro romanza un pò i fatti per vendere qualche copia X)

Il fatto che il PPE del Cell (Il core che coordina il lavoro delle sette SPE) fosse della stessa pasta di un core della CPU di Xbox era cosa nota et ovvia.

Però mica il Cell è solo PPE.
prjack05 Gennaio 2009, 09:05 #3
in teoria si dato che IBM non aveva il diritto di regalare(così per dire) parte della tecnologia a Microsoft, secondo il contratto avrebbe potuto venderle il processore completp
miriddin05 Gennaio 2009, 09:06 #4
Originariamente inviato da: peronedj
solo un commento: LOL!

ma in questi casi sony avrebbe il diritto di portare in tribunale IBM?


Non sò se ci siano gli estremi per un' iniziativa del genere.

Quando una stessa casa si occupa dello sviluppo di due architetetture è IMHO inevitabile che, anche solo parlando, i due team utilizzino idee e processi mutuati e sviuppati dall' altro.

Inoltre sia Sony sia IBM non sembra, da quel che si legge, che abbiano rispettato le basi dell' accordo: IBM perchè si era impegnata a diffondere i risultati dello sviluppo del Cell dopo il completamento e Sony perchè ha ottenuto risultati di quel lavoro prima della fine dello sviluppo così come anche Microsoft.

L' unica "mancanza" di Sony al riguardo è stata arrivare ad un' analisi del mercato e delle capacità di IBM errata, facendo la scelta di sviluppare e produrre internamente il Cell: in questo caso l' analisi, che ovviamente poteva anche rivelarsi un azzardo, di Microsoft di produrre esternamente il proprio processore si è rivelata quella giusta che le ha consentito di uscire sul mercato molto prima di Sony.
Essendo altrimenti le macchine sostanzialmente le stesse e con le stesse capacità in termini di resa per i giochi, facilità di programmazione e porting a parte, la maggior multimedialità di PS3 le avrebbe consentito di emergere in caso di uscita contemporanea, anche senza considerare il vantaggio di poter sfruttare i grossi difetti e la fragilità della XBox 360 all' uscita.
Tekwar05 Gennaio 2009, 09:07 #5
No, altrimenti Sony l'aveva già fatto (anche perchè l'R&D è di IBM), inoltre entrambi i processori derivano dal PowerPC 970MP e fin dall'inizio si era visto che avevano parti in comune.
Mercuri005 Gennaio 2009, 09:08 #6
Originariamente inviato da: prjack
in teoria si dato che IBM non aveva il diritto di regalare(così per dire) parte della tecnologia a Microsoft, secondo il contratto avrebbe potuto venderle il processore completp

La tecnologia che IBM ha passato a MS è quella di IBM (il core PowerPC). Tra l'altro stessa ISA anche del Wii, e sempre di IBM!!

Non è mica strano che abbiano continuato lo sviluppo del core Power durante lo sviluppo del Cell, e quindi "con i soldi anche di Sony".

Il Cell con la cpu sulla Xbox non c'entra niente!!!
La questione è legata al solo core PPE del Cell, che sul Cell dovrebbe avere solo funzione di "coordinamento" delle SPE. La "parentela" sta nel fatto che il PPE è un core Power, e la CPU della Xbox è un tricore Power.
eltalpa05 Gennaio 2009, 09:11 #7
Come tutte le spy story informatiche che si rispettino e come tutti gli aneddoti che hanno fatto la storia dell'informatica tutto avviene sempre nei palazzoni di Big Blue: se solo quelle mura potessero raccontare tutto quello che hanno visto e sentito si potrebbero tranquillamente scrivere romanzi su romanzi.

...esattamente come fu ai tempi del primo DOS per microsoft, alla fine la storia inizia sempre da li: in casa IBM.
Tekwar05 Gennaio 2009, 09:12 #8
Comunque pochi ricordano che il ritardo della PS3 è dovuto anche principalmente al Blu-Ray (che ha avuto non pochi problemi), Sony non sarebbe mai riuscita ad uscire in contemporanea.
cdimauro05 Gennaio 2009, 09:30 #9
Titolo assolutamente fuorviante. Avrebbe dovuto essere: "Come IBM ha contribuito allo sviluppo di XBox 360".

E' cosa nota che l'unica cosa che hanno in comune Cell e Xenon è l'ISA PowerPC che... appartiene a IBM!

A questo punto sarei proprio curioso di sapere cosa sarebbe stato "copiato" dal progetto di Cell che NON sia farina del (vecchio) sacco di IBM.

Tra l'altro, in caso di copia (ma aspetto FATTI PRECISI, non vuote parole), non ci sarebbero nemmeno le basi per parlare di spionaggio, visto che gli accordi che avevano IBM, Sony e Toshiba prevedevano la possibilità di utilizzare i risultati del progetto Cell a loro piacimento.

E' il tipico caso di mancanza di fondamento della notizia. Giusto per la gente ama attingere nel torbido per montare scandali ad arte. Questi due personaggi che hanno scritto il libro cercavano soltanto fama per guadagnare tanti bei soldini dalle loro chiacchiere.

x eltalpa: il DOS appartiene a MS, e fu ceduto in licenza a IBM.
TheDarkAngel05 Gennaio 2009, 09:33 #10
non principalmente, esclusivamente a causa dei diodi bluray

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^