Come Google si è lasciata sfuggire il fenomeno Pokemon Go

Come Google si è lasciata sfuggire il fenomeno Pokemon Go

Tutti sanno che Pokemon Go nasce da Google Ingress. Ma quello non fu l'unico momento in cui Google si avvicinò molto all'idea poi raccolta da Nintendo, perché in occasione del pesce d'aprile 2014 tenne un'iniziativa molto interessante.

di Rosario Grasso pubblicata il , alle 15:21 nel canale Videogames
Nintendo
 

Probabilmente alcuni di voi avranno già visto il filmato che riportiamo in questa news. Risale al pesce d'aprile 2014 e faceva parte delle consuete iniziative di Google per festeggiare insieme alla community la ricorrenza. Parliamo dell'evento Google Maps: Pokémon Challenge, che dava agli utenti dell'applicazione mobile Google Maps la possibilità di catturare i Pokémon sparsi per le mappe dell'applicazione. È per caso un'idea che vi ricorda qualcosa?

Durante la sfida bisognava catturare 150 Pokemon, esattamente come succede nella popolare e più moderna app Pokemon Go, con un Pokedex formato da 25 Pokémon di ogni generazione, di cui nove Pokémon iniziali. Pokémon Challenge assomiglia tantissimo a Pokemon Go, sia per le meccaniche di gioco che per gli stessi contenuti artistici.

Pokemon Go è un videogioco sviluppato da Niantic Labs, una software house nata in seno a Google con l'obiettivo di sviluppare e promuovere le app di realtà aumentata. Erano i tempi di Google Glass e Mountain View pensava già a rimpolpare la lista delle app capaci di funzionare con il suo nuovo dispositivo. Ma Google Ingress, ovvero il primo lavoro di Niantic, nonostante condividesse con Pokemon Go la maggior parte delle caratteristiche di gioco, non riuscì ad ottenere successo.

Dal 2015 Niantic diventava un'entità indipendente da Google, che evidentemente archiviava, perlomeno per il momento, tutti i progetti legati alla realtà aumentata. Da quel momento Niantic ha raggiunto un accordo con Nintendo sulla base di 30 milioni di dollari, al fine di sviluppare proprio Pokemon Go in collaborazione con The Pokemon Company, della quale Nintendo controlla il 32%.

Oggi Pokemon Go genera un fatturato da 10 milioni di dollari al giorno secondo le ricostruzioni degli analisti ed è alla base di un successo virale che riguarda diversi settori, dal gaming al marketing oltre che alle attività locali. Con ogni probabilità a Mountain View qualcuno si sta mangiando le mani.

Abbiamo appena pubblicato la guida di Pokemon Go, che vi invitiamo a non perdere se volete conoscere qualcosa in più delle sue meccaniche di gioco e poter sfruttare qualche suggerimento per diventare dei buoni allenatori di Pokemon.

23 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
andrew0401 Agosto 2016, 19:01 #2
Non si è lasciata sfuggire nulla... ci sta anche Google, che ha investito anche soldi, dietro Pokemon GO
https://nianticlabs.com/blog/niantic-tpc-nintendo/
emish8901 Agosto 2016, 19:57 #3
quindi secondo voi google cede gratuitamente una sua startup di successo (ingress lo è stato, sebbene voi lo definiate come mezzo fail)?
red.eye01 Agosto 2016, 21:40 #4

sveglia redazione

credo che dopo i commenti di Marcel349 e andrew04 (chapeau ad entrambi) sia opportuno che la redazione riveda l'articolo
Ehhh ...
..
.
taccio
7110601 Agosto 2016, 22:02 #5
Che patetico tentativo di inchiesta.

Se vi preoccupate per la salute mentale di "qualcuno a Mountain View" state tranquilli, Google non si è lasciata sfuggire nulla e nessuno si sta mangiando le mani.

Il motivo per cui questi introiti non entrano direttamente nelle casse di Google è che Pokemon Go non c'entra una beneamata con la missione di Google, che è quella di "organizzare l'informazione del mondo e renderla universalmente accessibile e utile". Pokemon Go è un gioco.
pWi01 Agosto 2016, 23:58 #6
Niantic è diventata entità esterna a Google nel 2015
GTKM02 Agosto 2016, 09:29 #7
Originariamente inviato da: 71106
Che patetico tentativo di inchiesta.

Se vi preoccupate per la salute mentale di "qualcuno a Mountain View" state tranquilli, Google non si è lasciata sfuggire nulla e nessuno si sta mangiando le mani.

Il motivo per cui questi introiti non entrano direttamente nelle casse di Google è che Pokemon Go non c'entra una beneamata con la missione di Google, che è quella di "organizzare l'informazione del mondo e renderla universalmente accessibile e utile". Pokemon Go è un gioco.



Mr_Green02 Agosto 2016, 12:21 #8

Ma i redattori...

...si informano prima di scrivere?

Concordo anche io con i commenti di Marcel349 e andrew04 (anche da giocatore di Ingress da oltre 3 anni ormai).
Anche quello di 71106.
Rivedere l'articolo

Ma ora basta scrivere "Pokèmon GO" e tutti a leggere, vero?
7110602 Agosto 2016, 14:10 #9
Originariamente inviato da: GTKM
Non sono sicuro del motivo del tuo ROTFLare ma questo e' quanto dichiarano ufficialmente:

https://www.google.com/about/company/

GTKM02 Agosto 2016, 14:42 #10
Originariamente inviato da: 71106
Non sono sicuro del motivo del tuo ROTFLare ma questo e' quanto dichiarano ufficialmente:

https://www.google.com/about/company/



Sì, grazie. Così come Google era pure la società del "don't be evil", al contrario di una Microsoft brutta e cattiva, giusto?

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^