Combattimenti spaziali in Star Wars The Old Republic

Combattimenti spaziali in Star Wars The Old Republic

BioWare annuncia la nuova feature, che dovrebbe essere alquanto consistente, al Comic-Con di San Diego.

di Rosario Grasso pubblicata il , alle 17:32 nel canale Videogames
Star Wars
 

Star Wars The Old Republic non sarà solamente un gioco di ruolo e includerà una componente action con combattimenti con le navi spaziali. Lo ha annunciato BioWare al Comic-Con che si è svolto a San Diego. La componente principale di The Old Republic rimarrà legata alla storia, alle quest e ai combattimenti a terra, ma un'esperienza di gameplay alternativa sarà costituita appunto dai combattimenti spaziali.

Accedendo alla mappa della galassia, infatti, si avrà la possibilità di volare da un "hot spot" all'altro. Per raggiungere gli "hot spot" bisognerà farsi largo tra asteroidi, caccia nemici, fregate, destroyer e altri tipi di ostacoli all'interno di combattimenti che ricorderanno nelle immagini e nei suoni i mitici combattimenti visti al cinema.

Il rilascio di Star Wars The Old Republic è attualmente previsto prima del mese di marzo 2011. I giocatori possono essere aiutati dai "companion", gestiti dall'intelligenza artificiale. Sui può essere coadiuvati da droidi, da bizzarri alieni, da pirati, da principesse. Ogni classe è legata a specifici "companion". A seconda delle scelte del giocatore e della sua storia, il compagno potrà reagire in un modo piuttosto che in un altro. C'è un sistema di azione e di reazione e di rapporti simile a quello inserito in Dragon Age Origins. Il MMORPG di BioWare induce i giocatori a prendere decisioni morali e a confrontarsi su diversi temi, e questo gli conferisce una connotazione sociale riguardante le tematiche morali che altri MMORPG non hanno.

Il gioco ovviamente ripropone le ambientazioni della serie cinematografica con più di 10 pianeti visitabili: Coruscant, Tython, Korriban, Alderaan, Utapau, Agamar, Dathomir, Manaan, Nal Hutta, Ord Mantell e Tatooine. Anche nella strutturazione delle classi, The Old Republic ricorda quanto visto al cinema: ad esempio una delle classi sono i cacciatori di taglie, caratterizzati nella fattispecie per gli attacchi dalla distanza con armi elettriche, ma abili anche nel combattimento ravvicinato con i lanciafiamme.

In The Old Republic ci sono otto classi tra le quali scegliere: Imperial Agent, Trooper, Smuggler, Jedi Knight, Bounty Hunter, Sith Warrior, Jedi Consular e Sith Inquisitor. I dialoghi saranno interamente doppiati con voci specifiche per ciascun personaggio. È basato sulla piattaforma tecnologica HeroEngine, sviluppata da Simutronics.

La storia è ambientata 300 anni dopo gli eventi di Star Wars Knights of the Old Republic e 3.500 anni prima degli eventi nei film. I Sith decidono di vendicarsi dei loro antichi nemici, i Jedi, e cominciano a conquistare i mondi dell'Orlo Esterno. Violenti scontri con l'esercito repubblicano si susseguono senza tregua in tutta la galassia coinvolgendo milioni di persone e riducendo moltissimi pianeti in rovina. Mentre l'Impero Sith e la Repubblica sono impegnati nei colloqui di pace, un'armata guidata da intraprendenti Signori dei Sith compie un feroce saccheggio a Coruscant, distruggendo il Tempio jedi e costringendo ad un'umiliante armistizio la Repubblica; gli jedi si ritirarono sul pianeta Tython cercando di ricostruire l'ordine.

Il produttore Electronic Arts ha fatto sapere in passato che The Old Republic è il videogioco più costoso nella storia della compagnia. Il produttore americano si aspetta di raggiungere i due milioni di abbonati, e ne servirà almeno un milione per recuperare i costi. Electronic Arts ha messo le mani sul MMORPG di BioWare grazie all'acquisizione della software house canadese, perfezionata nell'ottobre del 2007. L'intero costo dell'operazione ammonta a 860 milioni di dollari.

95 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Obi 2 Kenobi28 Luglio 2010, 18:22 #1
Due cose sono ormai sicure:

- non sarà in italiano;
- avrà un abbonamento mensile;

Peccato.
Prometheus Unbound28 Luglio 2010, 18:31 #2
Originariamente inviato da: Obi 2 Kenobi
Due cose sono ormai sicure:

- non sarà in italiano;
- avrà un abbonamento mensile;

Peccato.


Che non sarà in italiano non la vedo come una cosa grave. Piuttosto vedo grave dover obbligare la gente a pagare una "tassa" mensile per poter giocare dopo aver speso decine di euri/dollari iniziali. Uno dei motivi che mi hanno tenuto lontano da wow. Se sarà così starò lontano anche da questo.
It_vader28 Luglio 2010, 18:37 #3
se fosse supportato come Wow li spenderei volienteri i soldi per il canone mensile.
Obi 2 Kenobi28 Luglio 2010, 18:39 #4
Originariamente inviato da: Prometheus Unbound
Che non sarà in italiano non la vedo come una cosa grave. Piuttosto vedo grave dover obbligare la gente a pagare una "tassa" mensile per poter giocare dopo aver speso decine di euri/dollari iniziali. Uno dei motivi che mi hanno tenuto lontano da wow. Se sarà così starò lontano anche da questo.


per te non è grave che non sia in italiano (evidentemente conosci bene l'inglese), ma per me lo è.
Nicola[3vil5]28 Luglio 2010, 18:52 #5
chi gioca a mmorpg come wow, age of conan o altro sa bene che nel pagare una "tassa", come la chiami tu, non c'è nulla di male. Se il gioco piace ed è ben supportato pagare 12 o 13 euro al mese non è affatto una sofferenza.



penso proprio che lo proverò.

Peccato per l'Italiano.
Lomba8928 Luglio 2010, 19:25 #6
Raramente i MMORPG vengono doppiati in ita... noi italiani in confronto a russi francesi o tedeschi non siamo in tanti a usare i videogames.. e cmq non e grave che nn sia in italiano..in senso..secondo me costa di piu tradurlo in italiano che ottenere ricavo da chi compra il gioco solo se è in ita..
IlGranTrebeobia28 Luglio 2010, 19:26 #7
Originariamente inviato da: Prometheus Unbound
Che non sarà in italiano non la vedo come una cosa grave. Piuttosto vedo grave dover obbligare la gente a pagare una "tassa" mensile per poter giocare dopo aver speso decine di euri/dollari iniziali. Uno dei motivi che mi hanno tenuto lontano da wow. Se sarà così starò lontano anche da questo.


Ancora con ste tasse, nessuno ti costringe a comprarlo.
Che poi al posto di una birra+pizza ti iscrivi ad un mese di divertimento su un gioco, non mi sembra esagerata come cosa
Lomba8928 Luglio 2010, 19:27 #8
e aggiugo che i canoni mensili si abbassano molto se fai ad esempio abbonamenti semestrali
Lomba8928 Luglio 2010, 19:27 #9
Originariamente inviato da: IlGranTrebeobia
Ancora con ste tasse, nessuno ti costringe a comprarlo.
Che poi al posto di una birra+pizza ti iscrivi ad un mese di divertimento su un gioco, non mi sembra esagerata come cosa


Quotone.
fabri8528 Luglio 2010, 21:01 #10
Originariamente inviato da: IlGranTrebeobia
Ancora con ste tasse, nessuno ti costringe a comprarlo.
Che poi al posto di una birra+pizza ti iscrivi ad un mese di divertimento su un gioco, non mi sembra esagerata come cosa


Mamma mamma dove siamo arrivati.

Siamo arrivati al punto che le persone preferiscono un mese di giochetti che una birra+pizza.

mha... che cosa assurda per me!

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^