Codemasters estende la licenza sulla F1 e annuncia gioco per la famiglia

Codemasters estende la licenza sulla F1 e annuncia gioco per la famiglia

La Formula 1 arriverà su nuove piattaforme e in nuovi territori, con nuovi generi di gioco.

di Rosario Grasso pubblicata il , alle 10:28 nel canale Videogames
 

Codemasters ha esteso il suo accordo di licenza con la Formula 1 in modo da continuare a produrre videogiochi sul Campionato del Mondo del principale sport motoristico. Il produttore britannico intende diversificare la propria offerta sulla Formula 1 coinvolgendo nuove piattaforme e nuovi territori, e annunciando prodotti che appartengono a generi differenti rispetto a quello della guida tradizionale.

Sta ultimando i lavori sull'atteso F1 Online, il gestionale online free-to-play per PC che sarà pronto nella prossima primavera. Ma nella prossima stagione natalizia ci sarà anche un gioco per la famiglia che viene descritto come un'esperienza completamente nuova. Questo progetto deve essere ancora annunciato ufficialmente, così come F1 2012, che con ogni probabilità espanderà ancora la serie principale.

"Codemasters ha creato uno dei migliori giochi di Formula 1 di sempre", ha detto Bernie Ecclestone, il patron della Formula 1. "Noi e i team di F1 stiamo lavorando a stretto contatto con loro per creare giochi ancora migliori nel futuro".

"Abbiamo avuto una solida partenza con i nostri progetti sulla Formula 1, ma vogliamo crescere ancora", aggiunge Rod Cousens, CEO di Codemasters. "Il nostro team vede i progetti sulla Formula 1 come il riferimento e sta concentrando gli sforzi su questi. Vogliamo che i nostri giochi coinvolgano nuovi territori e che arrivino sulle nuove piattaforme e ai nuovi giocatori. In primavera porteremo la Formula 1 sulla piattaforma online e più avanti nel 2012 daremo la possibilità ai più giovani di avere l'esperienza della Formula 1. I nostri team sono duramente impegnati per creare i giochi di Formula 1 definitivi per diverse piattaforme e per molti anni".

0 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^