Clash of Clans vietato in Iran perché incita 'conflitti tribali'

Clash of Clans vietato in Iran perché incita 'conflitti tribali'

Uno dei più popolari videogiochi mobile di tutti i tempi ovvero Clash of Clans di Supercell è stato bannato in Iran.

di Davide Fasola pubblicata il , alle 09:31 nel canale Videogames
 

La decisione non dovrebbe sorprendere dal momento che il governo iraniano ha ormai una lunga lista di servizi ai quali i cittadini non hanno il permesso di accedere per varie ragioni.

I media iraniani riportano che il Comitato per la determinazione di istanze con contenuti criminali, organo dal nome decisamente curioso, ha deciso di raccomandare al governo di bloccare Clash of Clans dopo aver ricevuto un report da alcuni psicologi che spiega in quale modo il videogioco "promuove violenza e guerre tribali".

Clash of Clans

Sempre secondo questo report, inoltre, Clash of Clans sarebbe causa di estrema dipendenza e quindi deve essere bannato il prima possibile. Seguendo quindi il consiglio del comitato, il ministro della giustizia iraniano ha deciso di limitare l'accesso a Clash of Clans proprio perché "chiaro esempio di violenza attraverso l'educazione e la promozione della guerra tribale".

Clash of Clans è il più popolare tra i videogiochi mobile in Iran, ma non è il primo ad aver subito questo trattamento e probabilmente non sarà nemmeno l'ultimo. Quest'estate, ad esempio, la stessa fine è toccata ad un altro dei videogiochi mobile più popolari di sempre, ovvero Pokemon Go, bannato perché basato su servizi di geolocalizzazione.

Non è chiaro se si tratti solo di una decisione temporanea e non possiamo quindi escludere un ribaltamento della decisione nel corso dei prossimi mesi, specie nel caso in cui il Comitato per la determinazione di istanze con contenuti criminali riceva un ricorso e cambi idea a questo proposito.

82 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
h4xor 170129 Dicembre 2016, 11:50 #1
iniziassero col bannarsi le loro religioni e società da tempi del medioevo
Saturn29 Dicembre 2016, 12:11 #2
Originariamente inviato da: h4xor 1701
iniziassero col bannarsi le loro religioni e società da tempi del medioevo


Un consiglio. Visita l'Iran (come ho fatto io), e capirai quante, e voglio essere buono con le parole, "inesattezze" hai scritto in poche parole. Poi con "bannare le loro religioni e società" cosa intendiamo ? Guarda che neanche a loro fa piacere di vivere sotto una dittatura, anche se fortunatamente sono in via di miglioramento... Ma non voglio andare troppo off-topic. Ad ogni modo, anche in alcuni paesi europei e non, Germania o Russia ad esempio, sono stati modificati o addirittura bloccati, anche di recente, giochi che trattano temi sensibili, (non so se hai l'età per aver giocato negli anni 80 Wolfenstein3D per DOS, oppure più tardi Carmageddon). Per non parlare poi dell'Italia, siamo il paese in cui il titolo di un film per bambini Disney, che si chiamava originariamente Moana, è stato dovuto cambiare in Oceania, chissà perchè...e ho citato l'esempio più stupido in assoluto. Per non parlare poi della viscida censura continua per quanto riguarda l'informazione, almeno nei canali mediatici dedicati "alla massa". Comunque la chiudo qui che non basterebbe una giornata...
GTKM29 Dicembre 2016, 12:13 #3
Originariamente inviato da: h4xor 1701
iniziassero col bannarsi le loro religioni e società da tempi del medioevo


Nel Medioevo conoscevano il carbon fossile, ma avevano paura a sfruttarlo perché c'era il rischio di inquinare.

P.S.: la maggior parte delle disgrazie in Medio Oriente le abbiamo portate noi, avanzati occidentali democratici.
Saturn29 Dicembre 2016, 12:19 #4
Originariamente inviato da: GTKM
Nel Medioevo conoscevano il carbon fossile, ma avevano paura a sfruttarlo perché c'era il rischio di inquinare.

P.S.: la maggior parte delle disgrazie in Medio Oriente le abbiamo portate noi, avanzati occidentali democratici.


Grazie, mi hai ridato un po' di buon umore, sul serio. Ogni tanto leggere qualcosa di serio e ponderato fa piacere.
GmG29 Dicembre 2016, 12:37 #5
Originariamente inviato da: Saturn
Un consiglio. Visita l'Iran (come ho fatto io), e capirai quante, e voglio essere buono con le parole, "inesattezze" hai scritto in poche parole. Poi con "bannare le loro religioni e società" cosa intendiamo ? Guarda che neanche a loro fa piacere di vivere sotto una dittatura, anche se fortunatamente sono in via di miglioramento... Ma non voglio andare troppo off-topic. Ad ogni modo, anche in alcuni paesi europei e non, Germania o Russia ad esempio, sono stati modificati o addirittura bloccati, anche di recente, giochi che trattano temi sensibili, (non so se hai l'età per aver giocato negli anni 80 Wolfenstein3D per DOS, oppure più tardi Carmageddon). Per non parlare poi dell'Italia, siamo il paese in cui il titolo di un film per bambini Disney, che si chiamava originariamente Moana, è stato dovuto cambiare in Oceania, chissà perchè...e ho citato l'esempio più stupido in assoluto. Per non parlare poi della viscida censura continua per quanto riguarda l'informazione, almeno nei canali mediatici dedicati "alla massa". Comunque la chiudo qui che non basterebbe una giornata...


Guarda che è stata la Disney che ha deciso di cambiarlo per evitare l'associazione con Moana Pozzi (non per una legge dello stato come nel caso del ban di giochi)
Saturn29 Dicembre 2016, 12:40 #6
Originariamente inviato da: GmG
Guarda che è stata la Disney che ha deciso di cambiarlo per evitare l'associazione con Moana Pozzi (non per una legge dello stato come nel caso del ban di giochi)


Non stavo cercando responsabilità, ma parlavo di mentalità. Ad ogni modo a molti miei amici genitori non avrebbe importato nulla se il titolo fosse rimasto lo stesso, ancor meno ai bambini.
GmG29 Dicembre 2016, 12:46 #7
Originariamente inviato da: Saturn
Non stavo cercando responsabilità, ma parlavo di mentalità. Ad ogni modo a molti miei amici genitori non avrebbe importato nulla se il titolo fosse rimasto lo stesso, ancor meno ai bambini.


E che centra l' Italia con una decisione della disney americana

Non mi sembra ci sia stato nessuno in Italia che abbia chiesto di cambiarlo
Saturn29 Dicembre 2016, 12:51 #8
Originariamente inviato da: GmG
E che centra ' Italia con una decisione della disney amerioicana

Non mi sembra ci sia stato nessuno in Italia che abbia chiesto di cambiarlo


Permettimi il beneficio del dubbio su questo...
maxnaldo29 Dicembre 2016, 14:10 #9
Originariamente inviato da: Saturn
Un consiglio. Visita l'Iran (come ho fatto io), e capirai quante, e voglio essere buono con le parole, "inesattezze" hai scritto in poche parole. Poi con "bannare le loro religioni e società" cosa intendiamo ? Guarda che neanche a loro fa piacere di vivere sotto una dittatura, anche se fortunatamente sono in via di miglioramento... Ma non voglio andare troppo off-topic. Ad ogni modo, anche in alcuni paesi europei e non, Germania o Russia ad esempio, sono stati modificati o addirittura bloccati, anche di recente, giochi che trattano temi sensibili, (non so se hai l'età per aver giocato negli anni 80 Wolfenstein3D per DOS, oppure più tardi Carmageddon). Per non parlare poi dell'Italia, siamo il paese in cui il titolo di un film per bambini Disney, che si chiamava originariamente Moana, è stato dovuto cambiare in Oceania, chissà perchè...e ho citato l'esempio più stupido in assoluto. Per non parlare poi della viscida censura continua per quanto riguarda l'informazione, almeno nei canali mediatici dedicati "alla massa". Comunque la chiudo qui che non basterebbe una giornata...


si ma l'hai letta almeno la news ?

questi vietano un gioco perchè potrebbe incitare a "conflitti tribali".

i paragoni che fai con altri divieti in altri paesi non c'entrano nulla. Ci possono essere questioni storiche/politiche/razziste sui vari divieti, ma mai s'era vista una roba simile.

solo in quei paesi lì sono in grado di ammazzarsi tra loro per un videogame.
Ah però bello eh l'Iran ? Ci sono dei paesaggi stupendi !
GTKM29 Dicembre 2016, 14:25 #10
Originariamente inviato da: maxnaldo
si ma l'hai letta almeno la news ?

questi vietano un gioco perchè potrebbe incitare a "conflitti tribali".

i paragoni che fai con altri divieti in altri paesi non c'entrano nulla. Ci possono essere questioni storiche/politiche/razziste sui vari divieti, ma mai s'era vista una roba simile.

solo in quei paesi lì sono in grado di ammazzarsi tra loro per un videogame.
Ah però bello eh l'Iran ? Ci sono dei paesaggi stupendi !


In Italia ci si ammazza e si distruggono le città per una partita di calcio!

Negli Stati Uniti i ragazzi si prendono a fucilate così, perché si annoiano.

Ma davvero siamo così presuntuosi da ergerci a moralizzatori e portatori di benessere, quali NON SIAMO?

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^