CEO Ubisoft: il ritardo delle nuove console ha penalizzato l'industria

CEO Ubisoft: il ritardo delle nuove console ha penalizzato l'industria

Il ciclo vitale più lungo del previsto di PlayStation 3 e Xbox 360 è un fattore negativo per l'industria dei videogiochi, secondo il CEO di Ubisoft. Si parla anche di Wii U, e dei ridotti costi di produzione dei videogiochi per questo formato.

di Rosario Grasso pubblicata il , alle 15:55 nel canale Videogames
UbisoftXboxPlaystationWii UMicrosoftSonyNintendo
 

Secondo il CEO di Ubisoft, Yves Guillemot, è meno rischioso creare una nuova proprietà intellettuale all'inizio di un nuovo ciclo vitale delle console. "Quello che manca è avere una console nuova ogni cinque anni. Siamo stati penalizzati dalla mancanza di nuovo hardware nel mercato. Capisco che i produttori non vogliano ridurre i cicli vitali delle loro console perché è troppo costoso, ma è importante per l'intero settore avere nuove console perché è un incentivo per la creatività", sono le parole usate da Guillemot in un'intervista a Gamasutra.

Ubisoft è sempre presente nel line-up dei giochi di lancio per i nuovi formati, così come è stato con 3DS e PlayStation Vita. Inoltre, la tecnologia che sta alla base di Watch Dogs è già pronta per la next-gen.

"Per un produttore di videogiochi è molto meno rischioso creare una nuova proprietà intellettuale o un nuovo prodotto all'inizio di una nuova generazione", specifica Guillemot. "In questa fase, infatti, i nostri clienti sono molto più aperti alle novità".

"Nella fase finale di una generazione, invece, non comprano prodotti del tutto nuovi. Sanno che i loro amici continuano a giocare con Call of Duty o Assassin's Creed e alla fine propendono per gli ultimi capitoli di queste serie. Per questo introdurre qualcosa di realmente nuovo alla fine di un ciclo vitale è molto difficile".

Se i produttori di videogiochi non rischiano nella prima fase di un ciclo vitale, dopo hanno molte difficoltà a emergere. Secondo Guillemot, se Ubisoft non avesse potuto usufruire degli introiti di Rayman: Raving Rabbids non sarebbe stata in grado di produrre Just Dance.

"Se non puoi correre rischi perché la gente non compra, non sei in grado neanche di innovare. E se non fai cose nuove, la gente si annoia", conclude Guillemot.

In una conferenza con gli investitori, invece, Guillemot ha parlato dell'investimento richiesto dai primi giochi per Wii U. "Dei sette giochi che stiamo pianificando di lanciare su questa console cinque sono dei porting, che quindi hanno richiesto un investimento piuttosto ridotto", il CEO di Ubisoft ha risposto così alle domande degli investitori.

Gli altri due giochi hanno dei costi di produzione maggiori rispetto ai porting, ma comunque molto meno alti rispetto agli investimenti necessari per produrre videogiochi per le altre console. Stando a Guillemot, in termini di ricerca e sviluppo, lavorare per Wii U è molto meno costoso che nei casi delle altre due console.

"I due giochi che sono completamente originali sono ZombiU e Rayman Legends. Abbiamo speso di più per produrli rispetto agli altri giochi per Wii U, ma comunque molto meno rispetto a un Assassin's Creed o un Ghost Recon", specifica Guillemot. "Come abbiamo detto non ha senso concentrarsi sulle grandi produzioni, piuttosto bisogna dedicarsi alle innovazioni. È quello che stiamo cercando di fare con ZombiU e Rayman".

I porting per Wii U, secondo quanto ha detto Guillemot agli investitori di Ubisoft, sono costati un milione di euro.

Nella scorsa settimana Ubisoft ha pubblicato i risultati finanziari per l'esercizio fiscale che ha avuto termine il 30 giugno con vendite superiori del 27%.

18 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
nostradamus191523 Luglio 2012, 16:05 #1
La scoperta dell'acqua calda.. comunque, sinceramente penso che le nuove console saranno un fail.Già adesso abbiamo pc estremamente potenti che superano di gran lunga le attuali console, non posso mai credere che la next gen di scatolette sia superiore per esempio ad una gtx 680.. voi cosa ne pensate?
sbudellaman23 Luglio 2012, 16:09 #2
A quanto detto imho si aggiunge che per realizzare qualcosa di tecnicamente nuovo (grafica e fisica) serve più potenza. Molti sono attirati anche da queste innovazioni, come dimostrò il primo crysis che fu rivoluzionario, troppo avanti ed infatti non potè uscire su console perchè non avevano potenza a sufficienza. E' stato possibile poi con una sua versione ottimizzata ma anche castrata, non è la stessa cosa per niente.

Le console hanno il vantaggio rispetto ai pc che è possibile ottimizzare il software all'inverosimile, dato che la piattaforma è sempre la stessa, ma prima o poi si raggiunge un limite che non si può superare. Oramai basta una scheda da 100 euro e superi enormemente le capacità di una ps3.
Varg8723 Luglio 2012, 16:17 #3
Originariamente inviato da: sbudellaman
Le console hanno il vantaggio rispetto ai pc che è possibile ottimizzare il software all'inverosimile, dato che la piattaforma è sempre la stessa, ma prima o poi si raggiunge un limite che non si può superare.


Ed ecco che l'ottimizzazione diventa castrazione, cosa che avviene da diversi, troppi anni.
Spero solo che non lesinino sulla quantità di ram, visto che il resto sarà già vecchio quando usciranno.
gildo8823 Luglio 2012, 16:23 #4
Ogni giorno ce n'è una... La settimana scorsa era la volta di Ea, ora tocca ad Ubisoft...
Enderedge23 Luglio 2012, 16:29 #5
Secondo me dovrebbero progettare un HW modulare ... e rilasciare "aggiornamenti" con cadenza fissa.
Non ho idea se il costo sia troppo alto ma sarebbe una buona soluzione per poter avere sempre un pò più di potenza.
Ovviamente per evitare che gli upgrades vengano fatti autonomamente potrebbero prevedere delle customizzazioni tali per cui non sarebbe possibile adattare dell'hw comune.
Con ciò ogni due o tre anni potrebbero rilasciare un upgrades hw ... tipo patch :-)
Magari prevedendo anche l'OS su rom ... sarebbe ottimo per la velocità che si potrebbe ottenere ...
shura23 Luglio 2012, 16:32 #6
non vedo l'ora che escano le nuove console per giocare sempre ad assassin's creed o splinter cell


Originariamente inviato da: sbudellaman
A quanto detto imho si aggiunge che per realizzare qualcosa di tecnicamente nuovo (grafica e fisica) serve più potenza.


sicuramente però si rischia di ricorrere a più potenza per gestire roba non ottimizzata per semplice fretta o mancanza di voglia 'tanto c'hanno il pc potente'

quanti degli engine per console hanno veramente mostrato upgrades innovativi?
a mente mi viene solo l'unreal 3/3.5

ad ogni giro di consoles nuove escono uscire cagate con la scusa che l'hardware è nuovo e non ci si riesce a programmare sopra / i programmatori devono ottimizzare
poi magicamente si salta su 'ci vorrebbe più potenza'
su dai
gildo8823 Luglio 2012, 16:32 #7
Originariamente inviato da: Enderedge
Secondo me dovrebbero progettare un HW modulare ... e rilasciare "aggiornamenti" con cadenza fissa.
Non ho idea se il costo sia troppo alto ma sarebbe una buona soluzione per poter avere sempre un pò più di potenza.
Ovviamente per evitare che gli upgrades vengano fatti autonomamente potrebbero prevedere delle customizzazioni tali per cui non sarebbe possibile adattare dell'hw comune.
Con ciò ogni due o tre anni potrebbero rilasciare un upgrades hw ... tipo patch :-)
Magari prevedendo anche l'OS su rom ... sarebbe ottimo per la velocità che si potrebbe ottenere ...


Cioè praticamente fare un pc... Ops ma già c'è!! Peccato che lo snobbino quasi tutti i pubblisher e SH...
sonountoro23 Luglio 2012, 16:43 #8
Il solito discorso "ebete" per giustificare il proprio operato. Se vogliono hanno il pc dove sperimentare e invece non lo fanno. Arrivare ad avere console che si aggiornano come pc è semplicemente da pazzi: così l'ottimizzazione va a farsi benedire e nessun programmatore è più obbligato a spremere hardware e meningi. Ma tanto il consumatore tipo si beve qualunque sciocchezza legga e gioisce nel leggere che deve assolutamente mantenere aggiornata la propria piattaforma o comprarne di nuove, chi se ne frega se poi tutte quelle risorse sono inutilizzate: l'Italia è la patria di chi acquista l'ultimo smartphone del momento per telefonare e niente più.
sbudellaman23 Luglio 2012, 16:51 #9
Originariamente inviato da: shura
sicuramente però si rischia di ricorrere a più potenza per gestire roba non ottimizzata per semplice fretta o mancanza di voglia 'tanto c'hanno il pc potente'

Sicuramente alla prima uscita della ps3 certi giochi non ne sfruttavano appieno le potenzialità, ma con il passare del tempo tutti sono stati costretti ad ottimizzare perchè le consoles sono destinate a durare anni. Tant'è vero che oggi siamo quasi arrivati ad un limite "fisico" delle console, per quanto si ottimizzi non si può andare oltre perchè si è fatto il massimo. Per cui imho il problema è solo iniziale, inoltre (purtroppo) il discorso di ottimizzazione del software dipende anche dalla "maturità" dello sviluppatore che decide in che misura applicarlo, se non c'ha voglia di lavorare non ci si può far niente

quanti degli engine per console hanno veramente mostrato upgrades innovativi?
a mente mi viene solo l'unreal 3/3.5

ad ogni giro di consoles nuove escono uscire cagate con la scusa che l'hardware è nuovo e non ci si riesce a programmare sopra / i programmatori devono ottimizzare
poi magicamente si salta su 'ci vorrebbe più potenza'
su dai


Non sono d'accordo, al cambio generazionale di console ho sempre assistito ad un periodo di "rivoluzione" tecnica e grafica. Se ti vedi le differenze fra i titoli ps1-ps2, e ps2 e ps3 te ne rendi conto, dal passaggio ogni volta si guadagna parecchio! La velocità di "progresso" della grafica è rapidissima nel periodo di prima uscita della console, per poi decrescere col tempo. Il problema infatti viene nel momento in cui la potenza della console viene "saturata" completamente. Il discorso "ci vorrebbe più potenza" è fatto ed ha un senso quando tale limite è raggiunto, e sinceramente penso che ci stiamo da diversi anni ormai. Per il resto, è anche vero che gli sviluppatori sono sempre un pò lagnosi
calabar23 Luglio 2012, 17:04 #10
@Enderedge
Era ciò che di recente un altro utente aveva scritto in un altro topic.
Ti rispondo linkandoti il mio post in quella situazione. Click.

@Redazione
Articolo scritto a mio parere malino, non tanto per i contenuti ma per la forma. Ridondanza di concetti troppo marcata, "ma comunque molto meno bassi" anziché "ma comunque molto meno alti", poca scorrevolezza.
Servirebbe un'aggiustatina.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^