CD Projekt: se il DRM non funziona meglio abbandonarlo

CD Projekt: se il DRM non funziona meglio abbandonarlo

La software house ha sperimentato svariati sistemi di protezione, giungendo alla conclusione che nessuno è sufficientemente efficace.

di Davide Spotti pubblicata il , alle 14:21 nel canale Videogames
 

Secondo Marcin Iwinski, CEO di CD Projekt, il DRM (digital rights management) non è efficace nel prevenire la pirateria, comporta oneri per gli utenti legali e dovrebbe essere del tutto accantonato.

Il leader del team divenuto famoso per la saga di The Witcher è intervenuto in una discussione riguardante la pirateria sulle pagine della rivista PC Gamer.

"Fin dall'inizio i nostri principali competitor sul mercato erano i pirati", ha commentato. "La domanda non era se la compagnia x o y avesse un miglior marketing o pubblicazioni più interessanti, ma più una cosa del tipo 'come possiamo convincere i giocatori ad andare in negozio e comprare la versione legale, invece di andare da un venditore ambulante locale e procurarsi una copia piratata?"

"Ovviamente abbiamo sperimentato tutti i sistemi DRM disponibili, ma francamente non hanno funzionato".

Iwinski ritiene che un metodo per non incentivare la pirateria sia aggiungere qualcosa di interessante al prodotto, come ad esempio una serie di contenuti extra quali soundtrack, making of, libri e altro materiale, esattamente come è stato fatto con The Witcher 2.

"Non sto dicendo che abbiamo eliminato la pirateria o che non esista pirateria nel caso di The Witcher 2". Secondo i suoi dati vi sono infatti almeno cinque copie pirata del gioco per ogni singola unità acquisita legalmente.

"Il DRM non funziona e per quanto lo si voglia proteggere, verrà crackato in pochissimo tempo", ha aggiunto. "Nei miei vent'anni di presenza nell'industry non ho mai visto un DRM che funzionasse realmente. Abbiamo sperimentato un sacco di differenti sistemi di protezione, ma ci sono solo due strade possibili: utilizzare un DRM leggero, che verrà crackato in tempo zero e che non sia una pena per gli utenti finali, oppure andare su un percorso più intransigente e tentare di proteggere il gioco con qualcosa di più potente".

"Sì, sarà più duro da crackare, ma bisognerà iniziare a scendere a compromessi con il sistema operativo, il gioco funzionarà più lentamente e - per un gruppo di giocatori 'legali' - non funzionerà del tutto. Nessuna di queste soluzioni funziona davvero, quindi perché non abbandonarle?"

CD Projekt ha recentemente confermato che, grazie alla sua strategia di sviluppo, riuscirà a pubblicare due nuovi titoli tripla A entro il 2015.

32 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Zeorymer30 Novembre 2011, 14:52 #1
Finalmente qualcuno che il cervello lo usa, non come certi altri tizi il cui nome inizia per "Ubi" e finisce per "soft"...

Se un gioco è bello e/o longevo, e non viene sparato a prezzi folli, la gente lo compra senza cercarlo pirata. Giochi come il mio preferito, Titan quest, che ha ancora longevità "in serbo" sebbene me lo stia godendo da 4 anni, è un esempio lampante. Lo comprai ad 8 euro insieme a Giochi per il mio computer, ma la longevità ed il suo eterno riuscire ad appassionarmi mi spingono a dire, oggi, che si merita anche 100€. I giochi di ora invece? Merdacce da 5 ore di durata, tutti fps uguali l'uno all'altro o action/adventure porting da console..... e costano "magari" quanto giochi ben più profondi o longevi. Sì, longevi, perchè un gioco ti resta in mente non solo perchè "cacchio, era bello", ma anche perchè "Madonna, QUANTO ci ho giocato"
Phoenix Fire30 Novembre 2011, 15:02 #2
Originariamente inviato da: Zeorymer
Finalmente qualcuno che il cervello lo usa, non come certi altri tizi il cui nome inizia per "Ubi" e finisce per "soft"...

Se un gioco è bello e/o longevo, e non viene sparato a prezzi folli, la gente lo compra senza cercarlo pirata. Giochi come il mio preferito, Titan quest, che ha ancora longevità "in serbo" sebbene me lo stia godendo da 4 anni, è un esempio lampante. Lo comprai ad 8 euro insieme a Giochi per il mio computer, ma la longevità ed il suo eterno riuscire ad appassionarmi mi spingono a dire, oggi, che si merita anche 100€. I giochi di ora invece? Merdacce da 5 ore di durata, tutti fps uguali l'uno all'altro o action/adventure porting da console..... e costano "magari" quanto giochi ben più profondi o longevi. Sì, longevi, perchè un gioco ti resta in mente non solo perchè "cacchio, era bello", ma anche perchè "Madonna, QUANTO ci ho giocato"


premettendo che ogni genere ha una sua durata e che quindi un FPS adda dura meno di un GDR,
quoto sul resto del discorso e aggiungo un applauso per i CDProject
Eraser|8530 Novembre 2011, 15:07 #3
Originariamente inviato da: Zeorymer
Finalmente qualcuno che il cervello lo usa, non come certi altri tizi il cui nome inizia per "Ubi" e finisce per "soft"...

Se un gioco è bello e/o longevo, e non viene sparato a prezzi folli, la gente lo compra senza cercarlo pirata. Giochi come il mio preferito, Titan quest, che ha ancora longevità "in serbo" sebbene me lo stia godendo da 4 anni, è un esempio lampante. Lo comprai ad 8 euro insieme a Giochi per il mio computer, ma la longevità ed il suo eterno riuscire ad appassionarmi mi spingono a dire, oggi, che si merita anche 100€. I giochi di ora invece? Merdacce da 5 ore di durata, tutti fps uguali l'uno all'altro o action/adventure porting da console..... e costano "magari" quanto giochi ben più profondi o longevi. Sì, longevi, perchè un gioco ti resta in mente non solo perchè "cacchio, era bello", ma anche perchè "Madonna, QUANTO ci ho giocato"


Stesso discorso che faccio io. Per tanti anni ho giocato a Diablo2, acquistato all'epoca "in gruppo" fra me e altri due amici, tanto l'online non lo usavamo mai, al massimo facevamo lannate. Un mesetto fa ho detto fra me e me.. cavolo se era bello D2, ci ho giocato praticamente dal day one e non mi va di non avere nemmeno una copia che sia tutta mia." Tak, comprato (30€ D2 + lod) e rigiocato.. e ho apprezzato tantissimo come a distanza di anni e anni sia ancora un gioco estremamente godibile, nonostante la grafica a 800x600 bidimensionale. Inutile che stia a fare il conto di quante ore ci ho perso su, sarebbe impossibile.

Adesso ho comprato anche Skyrim che penso mi darà grandi soddisfazioni, almeno da quello che sto vedendo in queste prime decine d'ore Magari non sarà variegato come D2 su oggetti e armature e set, ma almeno hai un trigliardo di quest e delle ambientazioni fantastiche.

Altri giochi come Battlefield, Crysis2, CoD.. scaricati, giocati un ora, cancellati e mai più rivisti. Io personalmente il download lo uso come una forma di demo, se mi piace lo compro, altrimenti evito di spendere soldi (tanti!) in giochi pessimi (o cortissimi, vedasi NFS: the run!!!)

I DRM per me non sono mai stati un problema: se il gioco comprato aveva un DRM troppo invasivo, scaricavo il crack e fine dei problemi. Ma una cosa del genere non dovrebbe mai essere una soluzione!
MrGestore30 Novembre 2011, 15:11 #4
Un plauso ai cd projekt.
Nelle idee come nei giochi si sono dimostrati molto avanti rispetto a tante altre sh (tipo la già nominata rubisoft), tanto il modo di piratare i giochi lo troveranno sempre, la differenza è che più rendi odiosi i drm, più allontani l'utenza che il gioco lo prenderebbe comunque originale, aumentando ancora di più le file dei bucanieri =)
Zeorymer30 Novembre 2011, 15:13 #5
Originariamente inviato da: Phoenix Fire
premettendo che [B][U]ogni genere ha una sua durata e che quindi un FPS adda dura meno di un GDR[/U][/B],
quoto sul resto del discorso e aggiungo un applauso per i CDProject


Mica sempre, basta un po' di inventiva e soprattutto un po' più di buona volontà (=meno ingordigia di soldi nel far uscire giochi fotocopia di mille altri nel minor tempo possibile da quando si è iniziato lo sviluppo) per aumentare la longevità dei titoli che, per loro natura, ne hanno meno. Vedi ad esempio borderlands: fps (=poca longevità a cui è stata aggiunta una componente da rpg (=molta longevità, e la sola ricerca delle armi migliori nei negozi o nel gioco stesso te lo fa durare molto più di un Crysis o del solito Cod.

Comunque sono davvero da applaudire i papà di Geralt, perchè hanno capito che la pirateria si combatte con la qualità, la cura, la giocabilità, la longevità, gli extra. Certi invece ti aggiungono un archibugio ed una nuova lama nascosta, ti sparano 2 cavolate aggiuntive nella trama, e.... il nuovo Assassin's creed è bello e pronto a far guadagnare altri miliardi a chi... si lamenta della pirateria!!! Ma fate giochi "sudati" (=meritevoli), e non fotocopiati, e poi vedete come la gente li esce, i soldi
Tasslehoff30 Novembre 2011, 15:21 #6
Niente di nuovo sotto il sole, forse molti utenti del forum non lo ricorderanno ma chi ha qualche anno in più sulla gobba ricorderà dichiarazioni simili fatte da un certo John Carmack ai tempi DooM in cui criticava i sistemi anticopia.

A quei tempi andavano per la maggiore le ricerche della parola X, al paragrafo Y, della pagina Z del manuale del gioco, oppure astrusi marchingegni per la generazione di un codice (come le leggendarie "ruote" delle avventure Lucas Arts) ma la sostanza è la stessa: un sistema anticopia inefficace nuoce principalmente a chi il gioco lo compra legalmente, al punto tale da incentivare l'uso di crack e sistemi anticpia anche da parte dei giocatori onesti.

Io sono sempre stato del parare che un sistema anticopia veramente efficace sarebbe una benedizione in quanto rappresenterebbe un incredibile incentivo ad un uso razionale e corretto del software (leggasi niente più gente che si installa Photoshop per fare un banale resize di una gif, oppure che usa Word per prendere un appunto o per salvare uno screenshot).
Piuttosto che però sistemi inefficenti e invasivi meglio togliere ogni protezione e puntare a rendere appetibile il software con prezzi aggressivi (qualcuno ricorda il primo Max Payne?)

Originariamente inviato da: Zeorymer
I giochi di ora invece? Merdacce da 5 ore di durata, tutti fps uguali l'uno all'altro o action/adventure porting da console..... e costano "magari" quanto giochi ben più profondi o longevi. Sì, longevi, perchè un gioco ti resta in mente non solo perchè "cacchio, era bello", ma anche perchè "Madonna, QUANTO ci ho giocato"
Beh piano con le generalizzazioni, per quanto ogni gioco sia perfettibile a me sembra un tantino azzardato sparare sentenze di questo tipo...
Se guardiamo i titoli di primo piano attuali troviamo diversi esempi che non c'entrano nulla con la descrizione che fai, prendiamo Deus Ex HR piuttosto che Battlefield 3, lo stesso The Witcher 1 e 2 oppure Skyrim, mi pare che non ci sia molto da lamentarsi.

Poi ci sono anche porcate alla CoD dove per assurdo molte persone hanno speso più tempo in coda per comprare il gioco al day 1 piuttosto che per terminare la campagna single player.
Del resto però questi titoli esistono perchè qualcuno li compra (e vendono TANTO), in caso contrario nessuno si prenderebbe la riga di sviluppare robe del genere (anche considerando i costi esorbitanti che comportano).

Insomma siamo in tanti e tutti con esigenze/desideri/punti di vista differenti, come vedi però il panorama attuale non è popolato solo da "merdacce da 5 ore di durata"
Zeorymer30 Novembre 2011, 15:24 #7
Originariamente inviato da: Eraser|85
Stesso discorso che faccio io. Per tanti anni ho giocato a Diablo2, acquistato all'epoca "in gruppo" fra me e altri due amici, tanto l'online non lo usavamo mai, al massimo facevamo lannate. Un mesetto fa ho detto fra me e me.. cavolo se era bello D2, ci ho giocato praticamente dal day one e non mi va di non avere nemmeno una copia che sia tutta mia." Tak, comprato (30€ D2 + lod) e rigiocato.. e ho apprezzato tantissimo come a distanza di anni e anni sia ancora un gioco estremamente godibile, nonostante la grafica a 800x600 bidimensionale. Inutile che stia a fare il conto di quante ore ci ho perso su, sarebbe impossibile.

Adesso ho comprato anche Skyrim che penso mi darà grandi soddisfazioni, almeno da quello che sto vedendo in queste prime decine d'ore Magari non sarà variegato come D2 su oggetti e armature e set, ma almeno hai un trigliardo di quest e delle ambientazioni fantastiche.

Altri giochi come Battlefield, Crysis2, CoD.. scaricati, giocati un ora, cancellati e mai più rivisti. Io personalmente il download lo uso come una forma di demo, se mi piace lo compro, altrimenti evito di spendere soldi (tanti!) in giochi pessimi (o cortissimi, vedasi NFS: the run!!!)

I DRM per me non sono mai stati un problema: se il gioco comprato aveva un DRM troppo invasivo, scaricavo il crack e fine dei problemi. Ma una cosa del genere non dovrebbe mai essere una soluzione!


Originariamente inviato da: MrGestore
Un plauso ai cd projekt.
Nelle idee come nei giochi si sono dimostrati molto avanti rispetto a tante altre sh (tipo la già nominata rubisoft), tanto il modo di piratare i giochi lo troveranno sempre, la differenza è che più rendi odiosi i drm, più allontani l'utenza che il gioco lo prenderebbe comunque originale, aumentando ancora di più le file dei bucanieri =)


Quoto entrambi, e aggiungo che i drm sono solo un "mettere le mani avanti": LORO (=i programmatori della domenica) SANNO BENE che i pirati sono tosti e che un "buco" lo trovano sempre, ma nonostante questo mettono drm odiosi tipo quello che chiede la connessione permantente alla rete (e se io voglio giocare sul portatile ad un game in estate, tra gli alberi di un villaggio/campeggio sperduto in cui non arriva manco un filo di segnale per la più misera delle chiavette.. che faccio, non posso?), al solo scopo (parere personale e potenzialmente errato) di attendere il crack e poi, ridendo sotto i baffi, dire: "Ecco, vedete? Noi lavoriamo e gli altri rubano". Tutta una scusa per abbandonare il mercato pc senza sbattersi a fare porting decenti (magari, non ne sono manco capaci) e focalizzarsi sullo spremere gli utenti console con titoli che ti chiedono 70€ per 6 ore di gioco e che poi abbandoni li [B][U]per sempre[/U][/B]. Sì, per sempre, perchè di "Salta&agganciati col rampino" o perchè di "Usa-lo-shotgun-a-distanza-ravvicinata-&-lo-sniper-per-il-lungo-raggio" la gente ne ha le pallucce piene da anni e anni e anni e anni....
Phoenix Fire30 Novembre 2011, 15:35 #8
Originariamente inviato da: Zeorymer
Mica sempre, basta un po' di inventiva e soprattutto un po' più di buona volontà (=meno ingordigia di soldi nel far uscire giochi fotocopia di mille altri nel minor tempo possibile da quando si è iniziato lo sviluppo) per aumentare la longevità dei titoli che, per loro natura, ne hanno meno. Vedi ad esempio borderlands: fps (=poca longevità a cui è stata aggiunta una componente da rpg (=molta longevità, e la sola ricerca delle armi migliori nei negozi o nel gioco stesso te lo fa durare molto più di un Crysis o del solito Cod.

Comunque sono davvero da applaudire i papà di Geralt, perchè hanno capito che la pirateria si combatte con la qualità, la cura, la giocabilità, la longevità, gli extra. Certi invece ti aggiungono un archibugio ed una nuova lama nascosta, ti sparano 2 cavolate aggiuntive nella trama, e.... il nuovo Assassin's creed è bello e pronto a far guadagnare altri miliardi a chi... si lamenta della pirateria!!! Ma fate giochi "sudati" (=meritevoli), e non fotocopiati, e poi vedete come la gente li esce, i soldi


borderlands è appunto un fps-gdr, quindi non un fps
Forse non hai capito cosa intendo, mi spiego meglio
è fisiologico che un genere di gioco duri meno di un altro, ciò però non toglie che un fps col single da 2 ore sia una vergogna, ma un fps da 40 ore o non è un FPS o c'è qualcosa di sbagliato per farlo rientrare in questo genere.
Al contrario un GDR deve durare le sue 40 ore per essere un gdr, se ne durasse di base 300 sarebbe troppo (attenzione ho detto di base, le ore spese in sidequest o per esplorare o comunque per avere il 100% sono a parte)
Zeorymer30 Novembre 2011, 15:40 #9
Originariamente inviato da: Phoenix Fire
borderlands è appunto un fps-gdr, quindi non un fps
Forse non hai capito cosa intendo, mi spiego meglio
è fisiologico che un genere di gioco duri meno di un altro, ciò però non toglie che un fps col single da 2 ore sia una vergogna, ma un fps da 40 ore o non è un FPS o c'è qualcosa di sbagliato per farlo rientrare in questo genere.
Al contrario un GDR deve durare le sue 40 ore per essere un gdr, se ne durasse di base 300 sarebbe troppo (attenzione ho detto di base, le ore spese in sidequest o per esplorare o comunque per avere il 100% sono a parte)


Sì certo, ma come ben dici, certi games non solo hanno la durata "di default" bassa, ma vengono pure fatti minuscoli dai programmatori!!! Sai cosa sarebbe bello? Se i giochi fossero prezzati in base alla longevità: 100 ore? 50€. 6 ore? 15€. ecc.
E' solo un esempio sempliciotto, ma sarebbe giusto fare così a mio parere. E niente drm, perchè chi ha speso soldi non dev'essere penalizzato rispetto a chi i soldi ce li ha ancora in tasca, ha scaricato e non c'ha manco gli sbattimenti se gli cade la linea
stuz8730 Novembre 2011, 15:46 #10
Originariamente inviato da: Zeorymer
e se io voglio giocare sul portatile ad un game in estate, tra gli alberi di un villaggio/campeggio sperduto in cui non arriva manco un filo di segnale per la più misera delle chiavette.. che faccio, non posso?

No. Non te lo meriteresti proprio di giocare!

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^