CD Projekt: gli RPG servono a evadere dalla vita reale

CD Projekt: gli RPG servono a evadere dalla vita reale

Il lead level artist Marek Ziemak ha spiegato che alcuni titoli riscuotono molto successo perchè consentono alle persone di immergersi completamente in una realtà alternativa.

di Davide Spotti pubblicata il , alle 17:31 nel canale Videogames
 

Mancano solamente un paio di settimane all'esordio della Enhanced Edition di The Witcher 2, sia su Xbox 360 che su PC. CD Projekt, nella persona del lead level artist Marek Ziemak, ha rilasciato alcune dichiarazioni in merito alla natura degli RPG e ai motivi che stanno alla base del grande successo che sta riscuotendo questo genere.

"Credo che il nome del genere contenga la risposta, si tratta di un gioco di ruolo e alla gente piace", ha spiegato Ziemak. "Credo che la maggioranza della gente giochi per sperimentare qualcosa di differente rispetto alla loro vita di tutti i giorni. Questa è una delle motivazioni principali, la necessità di fuggire dalla propria vita quotidiana".

"In molti casi non si desidera giocare con una persona realistica, perché si tratterebbe dell'attività svolta ogni giorno. Ad esempio non vorreste essere un'infermiera in un gioco, perché in realtà questo potrebbe essere il vostro lavoro. Si desidera uscire da questa realtà e cercare qualcosa di diverso, diventare un personaggio differente, perché è questo l'elemento caratterizzante dei giochi di ruolo, ovvero diventare qualcun altro, prendere decisioni, crescere come personaggio".

Peraltro Ziemak ha aggiunto che anche la crescita dello storytelling ha contribuito a catalizzare maggiormente l'interesse del pubblico.

"Di solito sono molto profondi, con ampi dialoghi e vi immergono davvero all'interno del gioco... la nostra colonna vertebrale, la colonna vertebrale di tutto il gioco è costituita dalla nostra storyline".

4 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
SoulKeeper04 Aprile 2012, 18:22 #1
Il punto è proprio puntare sulla qualità della storia e della narrazione. la concorrenza non affre gran che...

gli sparatutto possono piacere, ma alla fine vincono per l'online, e ormai sembrano tutti uguali, con storie single player da poche ore.

gli RTS sono morti, ormai escono solo schifezze stuprate (SC2 a parte), alla faccia dei fasti di AoE 1e2

tutti gli altri, sono più di nicchia, non tutti amano gli sportivi, i picchiaduro o i platform
Arcanon704 Aprile 2012, 19:17 #2
Oddio, dire che gli RTS sono morti è grossa, Shogun 2 è stato un meritato successo, Wargame: European Escalation è uscito da poco e sembra un buon titolo in stile World in Conflict...
rb120505 Aprile 2012, 10:16 #3
gli RPG servono a evadere dalla vita reale


Link ad immagine (click per visualizzarla)
Max_R05 Aprile 2012, 11:25 #4
Citare gli Age of Empires come rappresentativi degli rts mi pare altrettanta violenza

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^