Carriera nel mondo dei videogiochi con AIV

Carriera nel mondo dei videogiochi con AIV

L'Accademia Italiana Videogiochi è una delle poche realtà italiane che mirano alla creazione di figure professionali all'interno del panorama videoludico.

di Rosario Grasso pubblicata il , alle 08:46 nel canale Videogames
 
Per lo studente italiano che intende specializzarsi nel mondo dei videogiochi, l'assenza di sbocchi professionali concreti nel nostro paese è un grande freno. D'altra parte, questa motivazione è una delle cause della scarsissima quantità di progetti interamente italiani in grado di ottenere un importante successo anche all'estero.

L'Accademia Italiana Videogiochi (AIV) si colloca proprio in questo ambito, con l'obiettivo di rovesciare tale tendenza. Diretta dal dottor Luca De Dominicis, l'AIV offre corsi aggiornati volti alla creazione di figure altamente specializzate nel mondo dei videogiochi inteso in senso lato. La sede è nel centro di Roma, nei pressi dell'università La Sapienza.

AIV annovera collaborazioni con le software house Sheep Studios, Elemental e Gamers, mentre in passato ha curato lo sviluppo del gioco Il Rosso e Il Nero. Ognuno dei corsi si conclude infatti con lo sviluppo di un videgame di livello interamente realizzato dagli studenti alla fine del percorso biennale proposto dall'accademia. Il corpo docenti è composto da professionisti riconosciuti del settore, con esperienza pluriennale in ambito videoludico.

AIV fa sapere che nell'anno accademico 2006/2007 sarà introdotto il Corso di Editoria e Comunicazione Videoludica e dell'Entertainment, dedicato alla formazione di redattori, PR manager, product manager e addetti ufficio stampa della sfera videoludica e dell'intrattenimento in genere (cinema, home video, ecc.). Gli altri corsi riguardano, invece, programmazione, computer grafica, art direction digitale e seminari di game design.

Le iscrizioni per i Corsi Base dell'anno accademico 2006/2007 sono aperte. Visto che ognuno di essi è a numero chiuso è consigliata la pre-iscrizione, che sarà seguita da un colloquio di ammissione. Le lezioni avranno inizio nell'ottobre dell'anno in corso. Per ulteriori informazioni sulle modalità di iscrizione rivolgetevi all'indirizzo di posta elettronica info@aiv01.it. Per saperne di più sull'accademia consultatene invece il sito ufficiale.

71 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Catan08 Luglio 2006, 08:49 #1
ottima iniziativa che in italia mancava è ora che i videogames anche qui da noi vengano considerai di +,ora non dico come una forma d'arte come in giappone ma in francia e inghilterra sono molto considerati.
quasi quasi mi prendo sta lauera in Fisica a ottobre e poi mi segno da loro^^
uno che gli fa il motore fisico gli servirà no^^
bizzu08 Luglio 2006, 09:52 #2
A saperlo prima non iniziavo la specialistica in informatica :P
Magari riuscivo a studiare qualcosa di più utile...
theimperatorum08 Luglio 2006, 10:41 #3
ragazzi qui non vi dicono i costi per l'iscrizione però. Sono molto,troppo elevati.
Avatar008 Luglio 2006, 11:18 #4
5000€ solo il primo anno ...
revo08 Luglio 2006, 11:27 #5
ma....gli sbocchi?
JOHNNYMETA08 Luglio 2006, 11:37 #6
Bella buffonata,vuoi mettere con la specialistica in informatica?
Rubberick08 Luglio 2006, 12:42 #7
Tacci 5000 euro e' un ladrocinio O_o comincia ad essere + una selezione economica che una di utilità/bravura..

All'italiana anche qua eh? -_-'
ArusMC08 Luglio 2006, 13:45 #8
ma che parlate a fare?????????
avete visto quanto costa l'equivalente americano di questa iniziativa????

TRENTAMILA EURO L'ANNO!!!!!!!!!!!!!!!!!!

una specialistica in informatica serve praticamente a zero (come la triennale e infatti ho mollato per scoro)!
Questo è un corso formativo specifico ad alto riconoscimento internazionale. Ed è l'unica strada per uno che vuol fare videogiochi al di fuori di un garage!

Perchè vi rendete conto, vero, che in Italia NESSUNO potrebbe mai essere assunto da una software house!!??
Custode08 Luglio 2006, 14:41 #9
Solo un piccolo appunto:

tra i vari "credit" menzionati suggerirei alla AIV di non puntare molto sul fatto di aver curato lo sviluppo de Il Rosso e il Nero, più che una pubblicità a suo favore potrebbe rivelarsi l'esatto contrario.

Uno dei giochi più brutti abbia mai avuto occasione di visionare...
Lck8408 Luglio 2006, 14:54 #10
Originariamente inviato da: ArusMC
una specialistica in informatica serve praticamente a zero (come la triennale e infatti ho mollato per scoro)!
Questo è un corso formativo specifico ad alto riconoscimento internazionale. Ed è l'unica strada per uno che vuol fare videogiochi al di fuori di un garage!

Perchè vi rendete conto, vero, che in Italia NESSUNO potrebbe mai essere assunto da una software house!!??

Beh, che la laurea non serva a niente secondo me non è vero. È piuttosto una formazione molto ma molto più generale di una Accademia di videogiochi, che ha una qualche rilevanza solo nel suo ambito.
La cosa positiva di questa AIV è che permette a chi lo frequenta di acquisire esperienza sul campo (una cosa quasi impossibile altrimenti, se non per studio/lavoro personale nel tempo libero) e soprattutto di partecipare alla produzione di un videogioco vero e proprio (per quanto poi possa essere brutto). Quello che conta nell'industria dei videogiochi pare sia più il portfolio con giochi "veri" prodotti e pubblicati che gli attestati di carta...
Insomma, secondo me è una buona occasione (mi sono pre-iscritto, spero di seguire i corsi AIV a partire dal prossimo anno), ma non è sostituibile ad una laurea. È più un punto d'ingresso per il "business"...

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^