Cardboard: la realtà virtuale di cartone di Google in vendita a 25 euro

Cardboard: la realtà virtuale di cartone di Google in vendita a 25 euro

Google ha distribuito dei kit di questa bizzarra soluzione in occasione dello scorso Google I/O. Adesso, chiunque può farseli comodamente recapitare a casa.

di Rosario Grasso pubblicata il , alle 10:01 nel canale Videogames
Google
 

Google Cardboard è una curiosa soluzione di realtà virtuale annunciata dal colosso di Mountain View allo scorso Google I/O. Con Cardboard è infatti possibile costruirsi in casa il proprio visore di realtà virtuale servendosi semplicemente di cartone, forbici e colla. Sebbene i primi kit fossero stati forniti in esclusiva ai partecipanti del Google I/O, adesso diversi store online, tra cui Amazon, consentono di acquistare il kit e di farselo comodamente recapitare a casa.

Google Cardboard

Secondo le istruzioni, bastano pochi minuti per avere la propria soluzione di realtà virtuale artigianale. Nel kit in vendita su Amazon sono comprese le lenti biconvesse di diametro di 25mm e lunghezza focale di 45mm, ovvero aderenti alle specifiche indicate da Google. Ci sono le istruzioni per completare l'assemblaggio e il tag NFC, che permette di avviare automaticamente l’app Cardboard sullo smartphone Android inserito all’interno del cartone.

Si tratta certamente di una bizzarra soluzione, pensata all'interno del progetto GoogleVR, che sembra quasi una risposta ironica all'acquisizione di Oculus VR da parte di Facebook. L'obiettivo di Google è quello di spingere gli sviluppatori a sperimentare Cardboard insieme al suo VR toolkit, ovvero la serie di strumenti che consente di sviluppare applicazioni di realtà virtuale con una minima conoscenza di OpenGL.

Altri dettagli sul progetto Google Cardboard si trovano qui.

10 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
m4xt3r02 Settembre 2014, 10:32 #1

Vien da sorridere

Vien da sorridere, ma anche da pensare!
Oggigiorno abbiamo in molti dei telefoni o dei tablet con dei pannelli che per caratteristiche di "mera" risoluzione sono più che adeguati ad un utilizzo con un visore di questo tipo.
Il problema da considerare sono le latenze, questione che i tecnici di oculus stanno affrontando da più di un anno.
Con l'aumentare della latenza si presentano sensi di nausea e disorientamento.
Queste problematiche si presentano oggi utilizzando un pannello specifico, ad alto rendimento, direttamente collegato a scheda video. Vi potete immaginare al risultato in termini di latenza, di un telefonino posizionato in un accrocco di cartone, che riceve informazioni stereo calcolate dal pc, spedite al software del telefonino attraverso la rete wi-fi di casa, convertite in immagini? O.o
Se con oculus si prova nausea, con questo di sicuro si vomita!
Kino8702 Settembre 2014, 11:00 #2
Originariamente inviato da: m4xt3r
Vien da sorridere, ma anche da pensare!
Oggigiorno abbiamo in molti dei telefoni o dei tablet con dei pannelli che per caratteristiche di "mera" risoluzione sono più che adeguati ad un utilizzo con un visore di questo tipo.
Il problema da considerare sono le latenze, questione che i tecnici di oculus stanno affrontando da più di un anno.
Con l'aumentare della latenza si presentano sensi di nausea e disorientamento.
Queste problematiche si presentano oggi utilizzando un pannello specifico, ad alto rendimento, direttamente collegato a scheda video. Vi potete immaginare al risultato in termini di latenza, di un telefonino posizionato in un accrocco di cartone, che riceve informazioni stereo calcolate dal pc, spedite al software del telefonino attraverso la rete wi-fi di casa, convertite in immagini? O.o
Se con oculus si prova nausea, con questo di sicuro si vomita!


1) è ovviamente un "giocattolino"... Pensi sia una cosa fatta per far concorrenza ad Oculus e compagnia bella essendo una struttura di cartone con un paio di lenti e una piccola chicca che sfrutta il megnetometro?
2) Per quel che ne so non è fatto per attaccare il pc al cellulare ma per usare il cellulare direttamente con software fatti ad hoc.. non so quale sia la latenza a livello di sistema, ma probabilmente è inferiore quella di un cellulare con un SOC attaccato direttamente ad uno schermo che non quella di un pc che deve passare attraverso diosolo sa quanti strati di astrazione solo per comunicare con la scheda video che a sua volta deve codificare il segnale video in uno standard e deve venire decodificato dal pannello.
A parità di pannello se problemi di latenza ci sono (e ci saranno sicuramente, android non è mica pensato per quello) probabilmente sono software più che hardware.
calabar02 Settembre 2014, 11:04 #3
Ma infatti chi compra una soluzione del genere non lo fa certo per usarlo assiduamente, ma per provare con poco un'esperienza di realtà virtuale.

Una domanda: sei sicuro che si passi per il PC per l'elaborazione e non faccia tutto il telefono?
blackmamba7802 Settembre 2014, 11:13 #4
ce l'ho, preso un clone su Amazon (Valencia, 1 mese e mezzo dalla cina): fa un po' effetto nausea con alcune demo in movimento ma, rispetto a quello che ho visto con oculus V1 (usando un samsung S4) il risultato finale in termini di resa grafica è ovviamente migliore.

E' ovvio che il tipo di poligoni che gestisce un computer con una scheda video è superiore a un cellulare.

l'elaborazione è tutta sul telefono: installi delle app che splittano l'immagine per avere un effetto stereoscopico.
Secondo me è un ottimo modo per iniziare a fare esperimenti con realtà virtuale.
Mancano gli algoritmi che usa oculus per diminuire l'effetto nausea ma, per me le latenze sono anche minori, i dati dei sensori sono subito elaborati e non devono fare avanti indietro (occhiale <-> computer ).
Inoltre c'è da dire che al costo del cartone+lenti devi aggiungere quello di un cellulare che deve avere il giroscopio..che non è proprio una roba scontata (es. motorola moto g non ce l'ha).

Comunque ripeto secondo me è un buon mezzo per avvicinarsi alla realtà virtuale.
m4xt3r02 Settembre 2014, 11:14 #5
Ooops! Non avevo considerato che l'accrocchio potesse prevedere l'utilizzo di un telefonino abbinato da un software residente sul telefono stesso! Questa cosa potrebbe anche funzionare!
m4xt3r02 Settembre 2014, 15:55 #7
ma che dimensioni minime e massime deve avere il telefonino/phablet, per funzionare nell'accrocco in cartone?
Cunctator8602 Settembre 2014, 16:26 #8
Originariamente inviato da: Kino87
non so quale sia la latenza a livello di sistema, ma probabilmente è inferiore quella di un cellulare con un SOC attaccato direttamente ad uno schermo che non quella di un pc che deve passare attraverso diosolo sa quanti strati di astrazione solo per comunicare con la scheda video che a sua volta deve codificare il segnale video in uno standard e deve venire decodificato dal pannello


Originariamente inviato da: blackmamba78
per me le latenze sono anche minori, i dati dei sensori sono subito elaborati e non devono fare avanti indietro (occhiale <-> computer ).


Link ad immagine (click per visualizzarla)
blackmamba7802 Settembre 2014, 18:12 #9
Originariamente inviato da: Cunctator86




non ho detto una roba così' allucinante, qualcuno che ha provato side by side guarda che dice
http://pixotale.com/story/20953465/
Cunctator8602 Settembre 2014, 23:28 #10
Originariamente inviato da: blackmamba78


non ho detto una roba così' allucinante, qualcuno che ha provato side by side guarda che dice
http://pixotale.com/story/20953465/


Liberissimo di credere a cio' che piu ti aggrada

Comunque questo passaggio e' uno splendore:
How about the accuracy of 3d effect due to different level of optical lens? I found they actually make no difference, why? Because our eyes are the most advanced optical lens and our brain is the most advance image processing engine, our eyes and brain automatically kicked in and adjusted.

Direi illuminante

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^