Carbine rivela il modello di business di WildStar

Carbine rivela il modello di business di WildStar

Per il nuovo MMORPG di NCsoft e Carbine Studios, è stato pensato un modello commerciale piuttosto innovativo.

di Rosario Grasso pubblicata il , alle 16:18 nel canale Videogames
 

he se il gioco è in fase di sviluppo ormai da diversi anni, NCsoft e Carbine Studios non avevano annunciato fino a oggi il modello di business che lo sosterrà. Si era parlato di modello free to play per WildStar, ma invece le cose non staranno proprio così, visto che si tratterà di una sorta di ibrido tra modello con canone e free to play.

WildStar

L'acquisto di WildStar includerà 30 giorni di gioco e tre pass da regalare agli amici per una settimana di gioco. Poi si potrà scegliere tra l'abbonamento mensile standard, l'acquisto di una Game Time Card, o l'uso di oro guadagnato in gioco per acquistare i C.R.E.D.D. dagli altri giocatori e non dover pagare alcun canone. I C.R.E.D.D., quindi, teoricamente consentiranno a coloro che dedicano più tempo nel mondo virtuale di giocare gratuitamente. In questo modo, i giocatori non dovranno pagare il canone mensile.

Il C.R.E.D.D., ossia il Certificato di ricerca, esplorazione, distruzione e sviluppo (Certificate of Research, Exploration, Destruction and Development) è un elemento di gioco che può essere riscattato per ottenere tempo di gioco. I giocatori possono vendere C.R.E.D.D. in cambio di valuta virtuale nel Commodities Exchange di ciascun server al prezzo stabilito dalla comunità di gioco. I C.R.E.D.D. possono anche essere acquistati online in cambio di valuta reale.

Wildstar è ambientato sul pianeta Nexus, un misterioso mondo abbandonato dagli antichi Elden ma ancora pieno di tesori e tecnologie da scoprire e acquisire. La fazione Exile, invece, è uno scoordinato gruppo di emarginati e mercenari cacciati dal loro pianeta d’origine e insieme per necessità. Sono stati i primi a insediarsi a Nexus.

Si tratta di un MMORPG decisamente action oriented, visto che i combattimenti richiedono movimenti veloci, l'uso sapiente delle skill. Ma non mancano armi di grandi dimensioni e attacchi magici che richiedono lunghi caricamenti. Ci sarà spazio anche per il co-op e il PvP, con dungeon, raid e i cosiddetti Warplots, degli scenari di gioco che vedono fronteggiarsi 40 giocatori per ogni parte.

La cosa più interessante di WildStar è il motore grafico su cui è basato. Si tratta di un engine proprietario dotato di alcuni avanzati strumenti di sviluppo. WildStar offre un mondo unico ed è una IP completamente nuova, pensata per portare il genere a un nuovo livello. Questa tecnologia, infatti, consente di praticare cambiamenti al mondo di gioco in tempo reale.

WildStar sarà giocabile al Gamescom di Colonia al 21 al 25 agosto e al PAX Prime di Seattle al 29 agosto al 2 settembre. La versione completa arriverà invece nella primavera 2014. Per tutti i dettagli premete qui.

3 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
gatsu7620 Agosto 2013, 08:49 #1
Originariamente inviato da: Redazione di Hardware Upgrade
I C.R.E.D.D., quindi, teoricamente consentiranno a coloro che dedicano più tempo nel mondo virtuale di giocare gratuitamente.


Per cui chi ha poco tempo (lavoro, famiglia od altro) per giocare, oltre ad essere di base già meno competitivo rispetto a chi ha più tempo, dovrà pure pagare un canone mensile ?

Davvero geniale come idea
montanaro7920 Agosto 2013, 09:23 #2
Tranquillo dopo 1 anno dalla sua uscita diventerà sicuramente free to play ... vedi per esempio Tera ..
gatsu7620 Agosto 2013, 11:38 #3
Originariamente inviato da: montanaro79
Tranquillo dopo 1 anno dalla sua uscita diventerà sicuramente free to play ... vedi per esempio Tera ..


nessun dubbio in merito mi fa ridere la geniale pensata, ottima per allontanare i casual gamer da questo gioco...

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^