Calo del 25% nelle vendite di console nel 2012, ma c'è ancora da essere ottimisti

Calo del 25% nelle vendite di console nel 2012, ma c'è ancora da essere ottimisti

Secondo ABI Research, nel 2013 si arresterà il declino nelle vendite di console e l'industria riprenderà a crescere.

di Rosario Grasso pubblicata il , alle 12:12 nel canale Videogames
 

Nel 2012 sono state vendute poco meno di 30 milioni di console da Sony, Microsoft e Nintendo; circa 10 milioni in meno rispetto all'anno precedente. Wii U, inoltre, non è riuscita a invertire la tendenza, con "sole" 3 milioni di console vendute nella stagione netalizia, cifra che non consente a Nintendo di raggiungere le stime di vendita.

Nonostante questi risultati, ABI Research guarda il 2013, e gli anni a seguire, con cauto ottimismo. Tuttavia, la società di analisi di mercato si aspetta che siano Microsoft e Sony a determinare l'andamento dell'industria dei videogiochi nel futuro, e non Nintendo.

L'analista senior Michael Inouye commenta così: "I problemi che si stanno registrando con Nintendo Wii U non sono indicativi su quello che sarà l'andamento futuro del mercato delle console. Infatti, Wii U ha più a che fare con l'attuale generazione di console che con la prossima. Inoltre, il software rilasciato fino a oggi non è abbastanza competitivo, visto che molti di questi giochi erano già disponibili sui sistemi Microsoft e Sony. Il GamePad di Wii U offre degli interessanti spunti ma non è ancora adatto ai core gamer".

Nel 2013, secondo gli analisti di mercato, inizierà una nuova fase positiva per l'industria dei videogiochi, destinata a durare per diversi anni. Inoltre, si interromperà il declino nelle vendite che si verifica ormai da qualche anno.

Tale visione ottimistica si basa su diversi fattori, primo fra i quali il previsto calo di prezzo per Nintendo Wii U. Il secondo fattore riguarderà, inoltre, il lancio dei sistemi di nuova generazione da parte di Microsoft e Sony, con un'adeguata, si spera, disponibilità di console nella stagione natalizia per soddisfare la domanda. Secondo ABI Research, le nuove console costeranno meno di $ 450, auspicabilmente $ 350.

Infine, secondo gli analisti di mercato è necessario che le console di nuova generazione non adottino politiche di consumo dichiaramente ostili verso gli utenti, come ad esempio misure per inibire il mercato dell'usato o DRM che richiedono la connessione a internet permanente per evitare l'insorgere di forme di pirateria.

Sam Rosen, Practice Director, TV & Video di ABI Research, aggiunge: "Il mobile gaming ha sicuramente diminuito le opportunità per i produttori di console nel casual gaming e questo ha avuto un impatto consistente soprattutto su Nintendo. I modelli di business emergenti e la concorrenza più serrata hanno aggiunto ulteriori pressioni sui prezzi. I nuovi protagonisti del mercato delle console inseriscono un ulteriore livello di complessità, che dovrebbe rendere le cose più interessanti. Sarà un anno difficile per chi intende inserirsi nel mercato".

Chiaramente produrre dei titoli che hanno periodi di gestazione ridotti e costi contenuti comporta un iniziale vantaggio, ma per i concorrenti è altrettanto facile colmare il gap e offrire prodotti ancora più competitivi a prezzi più vantaggiosi. Produrre dei videogiochi articolati, basati su tecnologia avanzata e complessa, invece, consente di acquisire un vantaggio concorrenziale che può essere colmato solo negli anni e con investimenti ingenti.

7 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Paganetor29 Marzo 2013, 12:23 #1
be', forse è naturale che cali il numero di console vendute... andranno avanti a produrle ancora per un bel po' (come hanno fatto dfino a un anno fa con PS2!), ma i soldi li faranno con la vendita dei giochi e degli accessori.
Poi, se davvero le nuove console staranno sui 350 dollari, potrebbero essere davvero appetibili!
sanzokan29 Marzo 2013, 14:11 #2
Per caso si aspettavano che dopo tutti questi anni e l'annuncio della nuova generazione le vendite sarebbero state costanti?
E poi è ovvio che non si debbano adottare politiche ostili all'utenza, altrimenti i soldi non si fanno. Staremo a vedere
Vul29 Marzo 2013, 15:10 #3
E intanto Sony ancora non ha annunciato la 720.

Voglio proprio vedere quand'escono ste nuove console.
robertino7529 Marzo 2013, 15:13 #4
che ci sia un calo di vendite delle console rispetto all'anno scorso mi sembra normale e fisiologico, chi voleva ps3 e 360 ormai l'ha già comprata e riguardo il WiiU ci sono persone che aspettano qualche gioco di peso per poter comprare questa nuova console Nintendo.
Oltretutto con l'annuncio della ps4 e il prossimo annuncio della nuova xbox l'attenzione si sta spostando completamente su queste nuove macchine più che su ps3 e 360 che hanno 6-7 anni sulle spalle.
Originariamente inviato da: Vul
E intanto Sony ancora non ha annunciato la 720.

Voglio proprio vedere quand'escono ste nuove console.

Sony ha annunciato ps4 che uscirà tra quest'inverno e inizio anno prossimo in tutto il mondo.
MS invece dovrebbe annuciare la nuova xbox entro maggio si suppone e dovrebbe uscire nello stesso periodo di ps4.
Paggio.Saccente29 Marzo 2013, 19:13 #5
MS ha fatto bene ad aspettare per la presentazione. Dal punto di vista hardware, modifiche dell'ultima ora sono impossibili, ma c'è la possibilità di cambiare: dotazione, capacità del HD e prezzo! Ecco perchè Sony non da più nessuna informazione su PS4, a parte il solito gossip che viene fuori a "spizzichi e bocconi". La vera partita inizierà solo con la presentazione della nuova Xbox...
Poi, 350€ per una nuova console... dai, siamo seri...
Serious Sandro31 Marzo 2013, 19:07 #6
350€ per una consolle vi sembrano pochi? l'assurdità era quando costavano 600-700€...
Koltrast01 Aprile 2013, 14:27 #7
voi spendereste ancora 350 euro per qualcosa con un processore monocore obsoleto, 256 mega di ram, una scheda video abbastanza scarsa e 60 giga di hard disk?

neanche il vecchio eeepc era così scarso.

350 euro per questo hardware sono una follia.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^