Call of Duty 4: gameplay, storia e cross-platform

Call of Duty 4: gameplay, storia e cross-platform

Infinity Ward sta progressivamente rilasciando nuove informazioni sullo sparatutto militare il cui rilascio è previsto nell'autunno su PC, PS3 e XBox 360.

di Rosario Grasso pubblicata il , alle 17:01 nel canale Videogames
XboxCall of DutyMicrosoft
 
Call of Duty 4: Modern Warfare è stato annunciato nelle settimane scorse, ma in quell'occasione Activision e Infinity Ward non rivelavano tutte le caratteristiche del quarto episodio della famosa serie militare. Attraverso una serie di interviste, adesso, i membri di Infinity Ward hanno svelato qualcosa in più. La più importante della serie di intervista è quella rilasciata a Shacknews.

Innanzitutto, diciamo che, come prevedibile, Call of Duty 4 non è ambientato in un contesto storico reale. Piuttosto, si ipotizza un conflitto su scala mondiale scatenato da un nuovo dittatore della Russia. Dal ritratto politico simile a quello di Stalin, Zakhaev è un dittatore nazionalista che si allea con l'alleanza ribelle mediorientale Al-Asad.

La campagna single player presenta una storia piena di colpi di scena, che porterà il giocatore a combattere in diverse parti del mondo. Si impersona, a turno, uno dei due protagonisti principali, ma in alcune missioni ci si può ritrovare nei panni di un personaggio secondario. Tra gli scenari delle missioni, troviamo un raid notturno su un'enorme nave, un assalto che coinvolge diversi elicotteri contro un accampamento di Al-Asad disposto su una costa, combattimenti tra fanterie avversarie in un vasto deserto, lotte caotiche tra gli angusti vicoli di una città distrutta.

Mentre in precedenza, la sezione di Infinity Ward che si dedicava al multiplayer dei Call of Duty lavorava anche su alcuni elementi della campagna single player, adesso questa si occupa esclusivamente del multiplayer di Call of Duty 4. Ciò equivale a dire che l'enfasi riposta su questa componente è ancora più marcata che in passato.

La modalità multiplayer è incentrata un un sistema basato sull'esperienza strutturato intorno ad elementi sbloccabili. Si tratta essenzialmente di equipaggiamento aggiuntivo, il quale consente ai giocatori di personalizzare la propria classe di appartenenza.

Sostanzialmente, mentre i giocatori meno esperti possono propendere unicamente per le classi di base (assalto, equipaggiamento pesante, operazioni speciali e altro), chi ha più esperienza può personalizzare le proprie armi, in modo da realizzare nuovi equilibri di gioco e assumere un preciso ruolo sul campo di battaglia. Infinity Ward assicura che questo sistema garantisce un maggior livello di personalizzazione ai giocatori più esperti, ma non li rende più proficui rispetto ai giocatori che possono scegliere solamente all'interno delle classi di base.

Il redattore di Shacknews ha assistito ad un demo e, per ciò che concerne la grafica di Call of Duty 4, ha utilizzato le seguenti parole: "Impressionante fedeltà visiva. Il fogliame è altamente dettagliato, le nuvole sono basate su effetti particellari, il depth of field è convincente, così come le superfici d'acqua". Si parla anche di alternanza tra giorno e notte, di elevato dettaglio poligonale dei personaggi e di ottime texture.

Non è l'unica intervista che hanno rilasciato i membri di Infinity Ward. A Computer and Videogames, infatti, hanno chiarito che rimangono legati allo scenario della seconda guerra mondiale: "Durante lo sviluppo, molti designer hanno certamente avuto delle idee per un gioco sulla seconda guerra mondiale", ammette il presidente di Infinity Ward, Grant Collier. "Io penso che ci sia abbastanza spazio in qualsiasi genere. Se qualcuno decidesse oggi di fare un gioco sulla seconda guerra mondiale, credo che la comunità lo apprezzerebbe comunque. Molta gente si lamenta dei troppi giochi sulla seconda guerra mondiale, ma ogni gioco della serie Call of Duty ha sempre venduto di più rispetto al predecessore".

Collier non si rivela entusiasta del Live Anywhere che Microsoft sta organizzando e del prolificare dei giochi che danno la possibilità di giocare in cross-platform (ovvero attraverso piattaforme differenti). Le sue dichiarazioni stavolta sono state raccolte da IGN: "Il cross-platform va bene se si gioca al poker, ma se si gioca ad un RTS gli utenti PC hanno già ammassato le truppe per l'attacco definitivo mentre gli utenti console ancora devono capire come mettere i pollici sugli stick. Dunque, penso che non sia possibile questo approccio per gli RTS o gli FPS, ma rimane valido per i giochi di carte, per Tetris e altra roba simile".

Call of Duty 4: Modern Warfare è previsto per il prossimo autunno sulle piattaforme PC, XBox 360 e PlayStation 3.

16 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
fex8915 Giugno 2007, 17:10 #1
Sono già impaziente di giocarci. Deve essere un gioco favoloso!!!!
SeNtEnZa8515 Giugno 2007, 17:18 #2
Dovrebbe essere fantastico!!! Gli altri call of duty per pc sono stati spettacolari anche se un po corti.
Spero che quest'ultimo sia più longevo.
nonikname15 Giugno 2007, 17:19 #3
"Il cross-platform va bene se si gioca al poker, ma se si gioca ad un RTS gli utenti PC hanno già ammassato le truppe per l'attacco definitivo mentre gli utenti console ancora devono capire come mettere i pollici sugli stick. Dunque, penso che non sia possibile questo approccio per gli RTS o gli FPS, ma rimane valido per i giochi di carte, per Tetris e altra roba simile".

Grant Collier... un mito!!
Brohymn15 Giugno 2007, 17:28 #4
una domanda: ma è dx9 o dx10?
Freisar15 Giugno 2007, 17:29 #5
Uhm non è detto basta far in modo che si usi il pad 360 obbligatoriamente.

(il mouse non funziona ovviamente)

perciò non è del tutto esatta la sua affermazione.
sommojames15 Giugno 2007, 17:32 #6
Raga mi fate un copia incolla della news che il firewall dell'uni me la blocca
Hitman07915 Giugno 2007, 17:32 #7
ma perchè tutti sti giochi dalla parte dei "buoni americani"?
perchè non esce un gioco dove il presidente George Busc presidente degli FSA conquista il mondo, e tu fai parte della resistenza?
Freisar15 Giugno 2007, 17:32 #8
"Si parla anche di alternanza tra giorno e notte"

come graw2? peccato che era fissa e legata alla storia LOL
Freisar15 Giugno 2007, 17:35 #9
Cmq su 360 è una vergogna perchè mettono autolock e megnetism in alcuni giochi come halo2.

In GR1 su xbox non cera e si giocava molto bene, sta cosa dei casualgamer mi sta facendo incavolare, se ne vadano su wii.
Chrno15 Giugno 2007, 17:49 #10
sbavv...speriamo però che l' MP non pecchi come quello di cod 2

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^