Brevik: Marvel Heroes successore spirituale di Diablo

Brevik: Marvel Heroes successore spirituale di Diablo

Abbiamo avuto modo di intervistare David Brevik, uno degli autori di videogiochi più celebri di sempre grazie, soprattutto, al fatto di essere stato il principale responsabile dei due primi Diablo.

di Rosario Grasso pubblicata il , alle 15:46 nel canale Videogames
Diablo
 

Marvel Heroes è il MMO Action RPG diretto dall'autore di Diablo 1 e 2, David Brevik. Siamo riusciti a indagare a fondo sulle caratteristiche di gioco grazie all'intervista esclusiva che abbiamo avuto modo di fare allo stesso Brevik.

Marvel Heroes

"Vedo Marvel Heroes come una sorta di successore spirituale di Diablo", ci dice lo stesso David nell'intervista. "Quindi si, lo si può chiamare dungeon crawler, ma ancora una volta devo ribadire che la nostra sensazione è che stiamo portando il genere a un nuovo livello. Questo gioco non sarebbe stato possibile senza ciò che abbiamo imparato da Diablo. Abbiamo catturato la vera soddisfazione che il gameplay di Diablo riusciva a dare ai giocatori e abbiamo perfezionato il nostro gioco al punto che sentiamo che l'esperienza sarà completamente gratificante minuto per minuto".

Marvel Heroes combina l'energia dei giochi di ruolo e d'azione alla vastità e al coinvolgimento degli MMO, con una storia scritta dal celebre autore di fumetti Brian Michael Bendis. Si tratta quindi di un videogioco che in qualche modo colma il vuoto lasciato da alcune lacune di Diablo III? Ecco come risponde Brevik a questa domanda: "Marvel Heroes è un gioco molto diverso da Diablo III in quasi ogni aspetto. Il gioco va innanzitutto affrontato diversamente perché si controllano supereroi, e non personaggi di fantasia. Il sistema di oggetti è differente perché non ha senso prendere spade e scudi in questa proprietà intellettuale. E un'altra cosa che differenzia i due giochi è che il nostro è un vero MMO. Spero che le persone apprezzino Marvel Heroes per quello che è, e non per altri motivi".

Nelle scorse settimane è esplosa la polemica tra Brevik e Jay Wilson, ovvero tra chi ha diretto Diablo 1 e 2 e chi ha diretto il terzo recente capitolo. Come abbiamo visto qui ci sono stati anche degli insulti, ma in seguito i due si sono chiariti e Wilson si è scusato. Ne abbiamo comunque approfittato per chiedere a Brevik un aggiornamento sulla questione: "Come ho già detto in altre occasioni, Diablo III è un gioco differente da ciò che io avrei progettato. Penso che Jay Wilson e il suo team abbiano fatto un buon gioco sull'universo Diablo. Amo Blizzard e i suoi giochi. Jay, come la maggior parte di noi autori di videogiochi, è molto passionale. Ha detto delle cose, ma poi si è scusato. Io accetto quelle scuse e vado avanti".

L'articolo che vi abbiamo segnalato comprende anche una disamina completa delle caratteristiche di gioco del nuovo progetto di Brevik.

8 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
NighTGhosT03 Ottobre 2012, 16:06 #1
Originariamente inviato da: Redazione di Hardware Upgrade
Link alla notizia: http://www.gamemag.it/news/brevik-m...ablo_44056.html

Abbiamo avuto modo di intervistare David Brevik, uno degli autori di videogiochi più celebri di sempre grazie, soprattutto, al fatto di essere stato il principale responsabile dei due primi Diablo.

Click sul link per visualizzare la notizia.





Cioe'.....dalle atmosfere dark e gothic......e' passato alle calzemaglie colorate?

Che brutta fine......gli sono vicino.
Drizzt03 Ottobre 2012, 16:52 #2
"...perché si controllano supereroi, e non personaggi di fantasia"

Houston, we have a problem.
NighTGhosT03 Ottobre 2012, 16:56 #3
Originariamente inviato da: Drizzt
"...perché si controllano supereroi, e non personaggi di fantasia"

Houston, we have a problem.


Perche' scusa....non hai mai visto durante i fini settimana sfrecciare sulle strade Batman e Ghost Rider mentre gareggiano per decidere chi paga da bere?




Ah.....e il mio salumiere E' Wolverine.
inited03 Ottobre 2012, 17:05 #4
Questi pensano che citare Bendis porti prestigio al loro sforzo...
siv096803 Ottobre 2012, 17:16 #5
Originariamente inviato da: Drizzt
"...perché si controllano supereroi, e non personaggi di fantasia"

Houston, we have a problem.


Palese problema di traduzione: personaggi di fantasia, "fantasy characters", ovvero "personaggi di tema fantasy".
DeMoN303 Ottobre 2012, 17:24 #6
A me non dispiacerà provarlo, l'ambientazione Marvel mi piace e Bendis è tutt'altro che l'ultimo arrivato, speriamo che gli abbiano lasciato carta bianca.
NighTGhosT03 Ottobre 2012, 17:59 #7
Originariamente inviato da: Tyrael87
in questi giorni non conviene menzionarlo




Ma io stavo parlando del VERO Batman....non di un manigoldo auto-soprannominato....

Drizzt04 Ottobre 2012, 09:49 #8
@siv0968:

Non e' questione se era cosi' in origine o se e' un errore di traduzione: chiunque abbia pensato di dire/scrivere una frase del genere HA dei seri problemi mentali. E se e' il risultato del lavoro di traduzione di un "giornalista", beh...e' da tagliargli le mani e buttarlo in una discarica.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^