Brevetto Microsoft: Kinect può stimare l'età e automatizzare il controllo genitori

Brevetto Microsoft: Kinect può stimare l'età e automatizzare il controllo genitori

Un brevetto depositato da Microsoft evidenzia come Kinect sia in grado di misurare digitalmente le proporzioni del corpo umano.

di Rosario Grasso pubblicata il , alle 15:18 nel canale Videogames
Microsoft
 

Un'applicazione depositata da Microsoft nel marzo 2010 e resa pubblica dall'Ufficio brevetti degli Stati Uniti nella scorsa settimana descrive una nuova tecnologia che consentirebbe a una telecamera dotata di sensore di profondità, come quella di Kinect, di misurare digitalmente le proporzioni del corpo umano.

Su queste misure, il software può stimare l'età della persona inquadrata, basandosi ad esempio sui dati relativi a larghezza della testa o delle spalle e lunghezza del dorso e altezza complessiva. Con queste informazioni, ad esempio il sistema potrebbe limitare automaticamente l'accesso a contenuti televisivi, videogiochi e film vietati ai minori.

Si tratta in parte di dati che normalmente Kinect estrapola per le operazioni di tracciamento scheletrale. Il sistema, inoltre, potrebbe essere utile per i genitori che intendono limitare la fruizione dei contenuti, che così potrebbero affidarsi a un sistema interamente automatizzato.

Nel caso di adulti che sono dotati di un corpo con proporzioni assimilabili a quelle di un bambino si possono sovrascrivere le priorità del sistema attraverso un sistema protetto da password. Ovviamente, poi, il sistema resterebbe disabilitabile nella sua interezza in qualsiasi momento.

Non ci sono informazioni sull'effettiva attualizzazione di questa tecnologia, che per il momento dunque rimane teorica.

17 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
piererentolo03 Ottobre 2011, 15:22 #1
Cioè in pratica se fossi un nano dovrei ogni volta digitare una password?
Unrealizer03 Ottobre 2011, 15:34 #2
Originariamente inviato da: piererentolo
Cioè in pratica se fossi un nano dovrei ogni volta digitare una password?


basterebbe disattivarlo del tutto
D.O.S.03 Ottobre 2011, 15:55 #3
Originariamente inviato da: Unrealizer
basterebbe disattivarlo del tutto


e un nano con dei figli come fa ?
maumau13803 Ottobre 2011, 16:06 #4
Più che altro il problema è per quei ragazzini che sono alti 1e80 già a 6 anni, va a finire che il controllo parentale lo mettono loro a te.
ezio03 Ottobre 2011, 16:12 #5
Originariamente inviato da: maumau138
Più che altro il problema è per quei ragazzini che sono alti 1e80 già a 6 anni, va a finire che il controllo parentale lo mettono loro a te.

E se sono pure palestrati sono cavoli amari
RR203 Ottobre 2011, 16:19 #6
E nel brevetto hanno anche calcolato quanto un ragazzino ci mette ad indossare maglione+pantaloni di papà, due magliette arrotolate sulle spalle per allargarle e qualcosa sotto i piedi per essere più alto?
O il login lo fai completamente nudo?
melyanna03 Ottobre 2011, 16:33 #7
Le proporzioni della testa di bambini, adulti, nani e bambini con zeppe, maglioni imbottiti e vestiti del papà sono tutte diverse: presumo sia comunque relativamente difficile ingannare il sistema... a parte per i ragazzini alti 1e80 che menzionava Maumau.

Tutto questo è molto interessante, ma comunque inutile se poi i genitori lasciano che i figli si comprino i vari COD, ignorando qualunque indicazione del PEGI.
Khronos03 Ottobre 2011, 16:35 #8
Mi spiace, niente partita a ping pong, secondo me visto che sei alto solo 1.50 non hai 18 anni.
Mparlav03 Ottobre 2011, 16:37 #9
Il concetto base è: metto il" cappello sulla sedia" con un brevetto, e poi si pensa se/quando/come implementarlo.
Di questi tempi occorre premunirsi.
thunderluca03 Ottobre 2011, 16:38 #10
Lo Psico-nano ed il Premier sono avvisati...

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^