Borderlands 2 giocabile all'E3

Borderlands 2 giocabile all'E3

Sullo showfloor dell'E3 è stato possibile avere un primo approccio con Borderlands 2. Ecco le nostre impressioni a caldo.

di Rosario Grasso pubblicata il , alle 10:01 nel canale Videogames
 

Una missione affrontabile in due giocatori prelevata dalle battute avanzate di Borderlands 2. È quanto abbiamo avuto modo di giocare sullo showfloor dell'E3. Come il predecessore, si tratta di uno shooter contestualizzato in un mondo aperto free roaming in cui quattro giocatori appartenenti a quattro classi diverse devono collaborare per annientare ondate di avversari e portare a compimento delle missioni.

Come nel primo Borderlands, ci sono quattro personaggi e ognuno di loro è associato a una precisa classe, ma cambiano le classi e le loro caratteristiche. Avremo, dunque, Axton per la classe Commando, Maya come Siren, Salvador come Gunzeker e Zer0 come Assassin. Come detto, abbiamo avuto la possibilità di svolgere una missione insieme a un altro giocatore mentre i due personaggi erano al livello di esperienza 25.

Abbiamo scelto per la nostra prova Salvador, il Gunzeker, che è anche il personaggio che appare nella copertina di Borderlands 2 e che costituisce l'icona del gioco. Si tratta di un personaggio capace di incassare una grande quantità di colpi e di sprigionare sul campo di battaglia una grande forza bruta. L'abilità più significativa è la capacità di impugnare un'arma per mano, raddoppiando la sua capacità di fuoco. Il giocatore deve intervenire sui due pulsanti di fuoco per sparare contemporaneamente con tutte e due le armi. L'abilità berserk si esaurisce dopo qualche secondo e necessita di circa un minuto di cooldown per tornare disponibile.

Il nostro alleato, invece, ha scelto Maya, la Siren, che corrisponde grossomodo al medico del gioco precedente. Dispone, infatti, di armi che sono in grado di rigenerare la salute degli alleati e di altri personaggi non giocanti, semplicemente sparando contro di loro. Tra le sue abilità troviamo la capacità di rigenerare un compagno caduto in maniera istantanea e di far lievitare gli avversari, che così sono in balia dei suoi compagni.

La missione della demo E3 si svolgeva in una base futuristica caratterizzata da colori accesi e che evidenziava un rinnovato dettaglio poligonale. La grafica di Borderlands 2, ancora una volta in cel-shading, è notevole e gradevole alla vista del giocatore, consentendogli di esplorare grandi spazi aperti che, però, continuano a mantenere un sufficiente livello di dettaglio anche nelle piccole cose. L'obiettivo dei due giocatori era quello di riparare un costruttore meccanico e di proteggerlo dalle ondate dei nemici che entravano a intervalli regolari nella mappa. Il costruttore, durante il suo percorso, cerca di riparare delle statue, e quindi rimane fermo per qualche secondo, necessitando copertura e assistenza da parte dei giocatori. La Siren, ad esempio, può sparargli i proiettili rigeneranti.

Per ogni uccisione, i due personaggi, come nel primo capitolo, guadagnano punti esperienza, spendibili in nuove abilità. Ci sono alberi di abilità complessi per ciascun personaggio, che consentono di personalizzare l'esperienza di gioco e rendere il proprio alter ego frutto delle scelte fatte sul campo di battaglia.

Il livello giocato, essendo collocato nella seconda parte della campagna, presentava una forza nemica piuttosto ostile che richiedeva delle armi avanzate come lanciagranate e lanciarazzi, oltre che fucili automatici e armi da cecchino, per essere annientata. L'azione è frenetica e incalzante come nel gioco precedente, esaltando le meccaniche da shooter semplici e immediate di Borderlands.

I ragazzi di Gearbox Software ci promettono una rifinitura totale per Borderlands 2 rispetto al primo gioco, che sarà dunque migliorato anche dal punto di vista dei veicoli, la cui guidabilità era approssimativa e poco realistica. Chi ha partecipato alla demo E3 inoltre ha ottenuto un codice che gli consentirà, una volta che sarà disponibile la versione PC di Borderlands 2, di ottenere subito l'arma di livello 25 che ha preferito durante la dimostrazione.

4 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
gildo8807 Giugno 2012, 21:26 #1
Questo titolo mi esalta un casino, molto più dei soliti polpettoni tutta grafica (quando c'è e che invece non sanno di niente, oltre ad essere tutti uguali (ambientazione moderna, armi pseudo realistiche vita che si rigenera da sola, script a manetta e altre minchiate).
Io vi giuro che se non fosse per questo titolo e per pochi altri (Darksiders 2 in primis), a questo E3 c'era da vomitare.
Vedere Randy Pitchford, Boss di Gearbox, parlare di questo gioco con tutto quell'entusiasmo (guardate le interviste all'E3), è commovente, ed è triste pensare che di gente come lui c'è ne sempre meno...
greg9708 Giugno 2012, 10:36 #2
mio al d1.
Baboo8508 Giugno 2012, 11:34 #3
Il primo mi e' piaciuto ma spesso e volentieri e' andato quasi a sfociare nel solito gioco ripetitivo.

Spero che il 2 sia ancora piu' bello del primo
sintopatataelettronica08 Giugno 2012, 11:43 #4
Il nostro alleato, invece, ha scelto Maya, la Siren, che corrisponde grossomodo al medico del gioco precedente.


Ehhh ???????? Ma di che gioco precedente parlate ? nel gioco precedente non c'era nessun medico. C'era la stessa identica classe (Sirena).

Boh.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^