Boom Beach: Supercell punta per la terza volta al successo con il nuovo Clash of Clans

Boom Beach: Supercell punta per la terza volta al successo con il nuovo Clash of Clans

Si tratta poco più di una rivisitazione di Clash of Clans, con un nuovo scenario e una grafica migliore, ma ha già scalato le posizioni della classifica delle app gratuite più scaricate.

di Rosario Grasso pubblicata il , alle 15:51 nel canale Videogames
 

Disponibile da qualche giorno su App Store, Boom Beach è il nuovo gioco di Supercell, con il quale la software house finlandese vuole conquistare, per la terza volta, il pubblico dei giocatori mobile. Dopo Hay Day e Clash of Clans, stando al tipo di accoglienza che gli riserva il pubblico, Boom Beach è in linea per diventare il nuovo fenomeno virale: infatti, è già al secondo posto nella classifica delle app gratuite più scaricate degli Usa e al terzo in quella nostrana.

Boom Beach

Supercell è artefice di un vero e proprio capolavoro finanziario, visto che riesce a mantenere bassi i costi di produzione e a fare utili importanti grazie all'aggressivo modello di business free-to-play integrato nei suoi giochi. Si potrebbe discutere, infatti, sul fatto che questo tipo di giochi vengano inseriti nella categoria "app gratuite", quando il modello f2p in realtà sia tutto fuorché gratuito.

La software house di Clash of Clans, infatti, ha presentato risultati finanziari per il 2013 estremamente interessanti con utili per 464 milioni di dollari e un fatturato di 892 milioni di dollari. Ricordiamo, inoltre, che il 50% di Supercell è stato acquisito dalla giapponese SoftBank per ben 1,5 miliardi di dollari, il che ha fatto crescere alle stelle il valore complessivo della compagnia, che adesso vale circa il doppio rispetto a un colosso come Take-Two, che produce, tra gli altri, Grand Theft Auto.

Boom Beach riprende il gameplay di Clash of Clans, rispetto al quale cambia sostanzialmente solo il layer grafico. Ci ritroviamo adesso nella seconda guerra mondiale e al posto dei vichinghi c'è una forza militare oppressiva che ricorda, neanche troppo vagamente, i tedeschi del Terzo Reich. Le meccaniche di gioco di base sono quelle di un gestionale profondo in certi aspetti, perlomeno rispetto ad altri giochi mobile, reso accessibile da un ottimo tutorial e dal design cartoonesco di personaggi e ambientazioni, che ricorda certi giochi Zynga.

La grafica è nettamente migliorata rispetto a Clash of Clans, e adesso negli scenari di gioco si possono vedere alcuni oggetti tridimensionali ed effetti gradevoli per quanto riguarda le superfici liquide. Proprio la nuova componente visiva rende Boom Beach più accattivante e abbordabile rispetto a Clash of Clans. Supercell, infatti, questa volta ha scelto una grafica più simile a Hay Day piuttosto che a Clash of Clans.

Boom Beach

I giocatori, come da canovaccio classico per Clash of Clans, devono configurare la propria base e allestire le difese. Allo stesso tempo devono allenare i soldati per le missioni di attacco sulle varie isole di cui si compone l'arcipelago su cui è basato Boom Beach.

C'è tutta la componente multiplayer, che funziona in maniera simile a quella di Clash of Clans o del recente Dungeon Keeper. Si tratta, ovvero, di un multiplayer asincrono: i giocatori attaccano la base di un altro giocatore che può anche non essere online e, se riescono a distruggere tutti gli edifici, evitando o scardinando le difese allestite dal nemico, avranno vinto la loro battaglia.

I giocatori possono espandere il loro impero esplorando nuove parti dell'arcipelago o vincendo le battaglie, e questo consente loro di sbloccare nuovi tipi di edifici, di unità o di difese, e di potenziare ciò che già possiedono. Boom Beach inoltre ha una sua trama, volta a mantenere i giocatori focalizzati sull'obiettivo: i cattivi mantengono il loro regime oppressivo sui nativi al fine di recuperare delle antiche statue e dei cristalli vitali. Tra le loro fila ci sono dei boss molto cattivi che hanno preparato dei piani diabolici.

Il modello di pagamento funziona in maniera del tutto simile a quello di Clash of Clans. Ci sono delle risorse virtuali, come oro e legno, e i diamanti. I giocatori possono spendere questi ultimi per accelerare le procedure di creazione degli edifici e delle truppe, che spesso richiedono minuti od ore per essere completate, e possono rimpinguare la quantità di diamanti a disposizione spendendo valuta reale.

Naturalmente, poi, Boom Beach è ottimizzato per i controlli di tipo touch esattamente come avveniva con Clash of Clans o con lo stesso Hay Day. I giocatori devono scorrere il dito sullo schermo per piazzare gli edifici, per lanciare missili dall'artiglieria posta sui veicoli da sbarco o per schierare le truppe sulla spiaggia dell'isola da attaccare.

Boom Beach

Una novità importante agli equilibri di gioco è costituita proprio dalla presenza dei veicoli da sbarco, le quali possono lanciare dei potenti missili verso le strutture nemiche. Questo conferisce agli attacchi una componente di azione che mancava in Clash of Clans, visto che in quest'ultimo si possono solamente schierare le truppe sul campo di battaglia.

Boom Beach è disponibile per il momento solo su iOS, dove vanta una valutazione superiore ai 4/5. È stato un lancio superiore anche a quelli di Clash of Clans e Hay Day, e per Supercell sembra profilarsi l'ennesimo successo con il consolidamento di un business sempre più forte. Anche perché si tratta di una softare house di 190 impiegati che ormai vanta un fatturato quasi allineato a quello di Zynga. Con la differenza che Zynga ha più di 2 mila impiegati.

1 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Armage31 Marzo 2014, 16:37 #1
bello, l'ennesimo clone di un altro clone

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^