Blizzard: la Casa d'aste di Diablo III soddisferà le esigenze dei giocatori

Blizzard: la Casa d'aste di Diablo III soddisferà le esigenze dei giocatori

In occasione dell'evento di lancio di Diablo III, organizzato da Blizzard a La Feltrinelli di Piazza Piemonte, Milano, abbiamo avuto modo di intervistare Jason Regier, Lead Lead Programmer di Diablo III, e Kevin Martens, Lead Content Designer di Diablo III.

di Rosario Grasso pubblicata il , alle 17:38 nel canale Videogames
BlizzardDiablo
 

"La Casa d'aste è nata per soddisfare le esigenze dei giocatori di Diablo II per quanto concerne il commercio e lo scambio degli oggetti tra loro che avveniva, però, in maniera non sicura", ci hanno detto Jason Regier, Lead Lead Programmer di Diablo III, e Kevin Martens, Lead Content Designer di Diablo III, che abbiamo avuto modo di intervistare in occasione dell'evento di lancio di Diablo III a Milano tenutosi a La Feltrinelli di Piazza Piemonte. "Questo è quello che ci ha spinto a implementare la Casa d'aste: incontrare le esigenze dei giocatori offrendo un servizio sicuro ed affidabile".

[HWUVIDEO="1148"]Arriva Diablo III[/HWUVIDEO]

"Realizzare un seguito è una sfida interessante perché devi decidere dove innovare, dove tentare elementi nuovi, dove apportare cambiamenti sostanziali e dove mantenere ciò che già esiste", puntalizza Martens nell'intervista, in cui si parla anche del fascino del vecchio contrapposto al nuovo, della Casa d'aste, delle classi Negromante e Paladino e delle sfide nello sviluppo di Diablo III.

Intanto, il lancio di Diablo III è stato uno dei migliori per tutta l'industria del gaming su PC in fatto di copie vendute. Blizzard ha registrato infatti il record di pre-order per un suo gioco, con oltre 2 milioni di copie vendute. In questo computo inserisce le copie del gioco acquistate nel formato scatolato e nel formato digitale, oltre che i pezzi assegnati per la sottoscrizione dell'abbonamento annuale a World of Warcraft.

Diablo III è adesso disponibile nei negozi di Stati Uniti, Canada, Europa, Corea del Sud, Sud Est Asiatico, Australia, Nuova Zelanda, Taiwan, Hong Kong e Macao. In Messico, Argentina, Brasile e Cile è disponibile unicamente nella versione digitale.

Oltre 8 mila negozi di tutto il mondo hanno organizzato un evento di lancio notturno alla mezzanotte del 15 maggio per festeggiare l'arrivo del nuovo action rpg Blizzard. Si tratta di un grosso avvenimento per l'intera industria dei videogiochi che consente, oltretutto, al gaming PC di recuperare posizioni rispetto al mondo dei videogiochi per console, perlomeno in fatto di curiosità e clamore suscitato. Il "fascino Blizzard" ha ancora una volta attanagliato milioni di giocatori in tutto il mondo, facendo crescere a dismisura l'interesse e la passione sul nuovo titolo dello sviluppatore californiano.

D'altra parte ci sono anche aspetti negativi. L'enorme flusso di persone che ha tentato di collegarsi ai server ufficiali e di creare il proprio personaggio ha mandato in tilt più di una volta i server Blizzard, sia nel territorio europeo che in quello nordamericano, portando Blizzard a organizzare diverse sessioni di manutenzione dei server. Le incertezze dell'infrastruttura dei server di Blizzard hanno generato un diffuso malcontento, dimostrando, secondo alcuni, come sia ancora impossibile gestire i giochi che richiedono la connessione a internet permanente.

L'Errore 37 probabilmente resterà nella storia dei videogiochi, visto che identifica l'impossibilità, per il client di gioco, di collegarsi ai server ufficiali. "A causa di numerose connessioni simultanee i nostri server di autenticazione hanno raggiunto la loro capacità massima", dice Blizzard. "Questo potrebbe causare ritardi nel processo di autenticazione e nel caricamento delle pagine e dei servizi web. Ci scusiamo per qualsiasi inconveniente causato e vi ringraziamo per la vostra pazienza nell'attesa che il problema venga risolto".

La frustrazione di molti utenti, d'altra parte, si rispecchia nel voto su Metacritic: lo User Score è di fatto il voto medio tra quello assegnato da tutti gli utenti di Diablo III, e nel momento in cui scrivo è di 3,5 su 10.

Dunque Diablo III è un progetto fallimentare? Assolutamente no, anzi. Sappiamo bene che i voti su Metacritic non sempre corrispondono all'effettiva qualità del gioco, e spesso dipendono da frustrazioni della massa dei giocatori come in questo caso. Dai nostri primi test con Diablo III il nuovo gioco Blizzard ci sembra solido, artistico nel design delle location e nelle sequenze di narrazione, e offre un livello di sfida equilibrato e appagante, esaltato dalla diffusa possibilità di scambiarsi gli oggetti che i mostri lasciano cadere e che magari possono essere più utili a un altro personaggio del party con cui si gioca. La presenza del motore fisico dinamico inoltre evidenzia la forza dei personaggi, che possono letteralmente fare a pezzi i mondi di gioco.

Parleremo dei problemi tecnici, dei punti di forza e di debolezza, del confine tra innovazione e ritorno al passato e di tutto ciò che riguarda Diablo III nella nostra recensione, la cui pubblicazione è ormai vicinissima.

72 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
kisono16 Maggio 2012, 18:11 #1
è fallimentare?

Risposta SI.
Si è pagato un gioco ed al momento del lancio non ci si può giocare. Può avere gameplay e grafica stupefacenti, ma non ne puoi usufruire per via dell'errore.


Considerazione fatta da uno che non ha preso il gioco, ne ha intenzione di prenderlo, quindi non c'è frustrazione od altro.

Sappiamo bene che i voti su Metacritic non sempre corrispondono all'effettiva qualità del gioco, e spesso dipendono da frustrazioni della massa dei giocatori come in questo caso


No beh certo, se l'utenza finale dice che il gioco non è bello (in questo caso perchè non riesce ad usufruirne) sta OVVIAMENTE diceno cose fuori dal mondo perchè il gioco DEVE essere bello.
It_vader16 Maggio 2012, 18:18 #2
Haters gonna hate...
-Maxx-16 Maggio 2012, 18:19 #3
Leggendo questo articolo ho avuto l'impressione che si stia mettendo le mani avanti per dare uno di quei voti da gioco capolavoro ma magari mi sbaglio
tbs16 Maggio 2012, 18:20 #4
Bisogni indotti
Praetorian16 Maggio 2012, 18:25 #5
non capisco il whine della gente, è normale che si collegano un tot. di centinaia di migliaia di persone e tutto va in vacca
tempo una settimana e tutto sarà gestibile per i prossimi anni magari..
psychok916 Maggio 2012, 18:40 #6
Originariamente inviato da: kisono
è fallimentare?

Risposta SI.
Si è pagato un gioco ed al momento del lancio non ci si può giocare. Può avere gameplay e grafica stupefacenti, ma non ne puoi usufruire per via dell'errore.
Considerazione fatta da uno che non ha preso il gioco, ne ha intenzione di prenderlo, quindi non c'è frustrazione od altro.


Secondo me: 1) Non sai di cosa parli, 2) Se questi sono i fallimenti, chiedi a qualunque SH in giro se vorrebbe tali e tanti fallimenti

Detto da uno che è ha il monaco al livello 23, in un non-gioco perché come dici tu, non funziona. amen

No beh certo, se l'utenza finale dice che il gioco non è bello (in questo caso perchè non riesce ad usufruirne) sta OVVIAMENTE diceno cose fuori dal mondo perchè il gioco DEVE essere bello.

Il gioco è bello e funziona pure. I problemi sono nati al launch day, e mi pare pure scontato... mica possono comprare 10x server per usarli solo nel primo giorno di lancio...
Capozz16 Maggio 2012, 18:42 #7
Direi che la casa d'aste soddisferà più che altro le casse della Blizzard
Alkadia297716 Maggio 2012, 18:46 #8
1 euro a tranzazione a blizzard, il 15% a paypal e il resto (il 75%) rimane al venditore.

Mi pare che non sia solo Blizzard a guadagnarci no?
-Maxx-16 Maggio 2012, 18:52 #9
Ma il problema del launch day è relativo, quello che viene abilmente fatto passare per nerd raging in realtà riguarda i commenti in cui si critica (imho giustamente) l'always online, la casa d'aste e le scelte semplificatrici di game design; se uno legge molto bene i commenti su Metacritic filtrando gli eccessi di ambo gli estremi (fans/haters) può carpire un messaggio concreto e chiaro.
kisono16 Maggio 2012, 19:06 #10
Originariamente inviato da: psychok9
Secondo me: 1) Non sai di cosa parli, 2) Se questi sono i fallimenti, chiedi a qualunque SH in giro se vorrebbe tali e tanti fallimenti


No beh, han calibrato i server alla perfezione, proprio non ha dato nessun problema

Originariamente inviato da: psychok9
Detto da uno che è ha il monaco al livello 23, in un non-gioco perché come dici tu, non funziona. amen


Ma allora se il gioco va alla grande ed è perfetto, perchè gli han dato solo 3.5!?

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^