Blizzard annuncia la quarta espansione di World of Warcraft, Mists of Pandaria

Blizzard annuncia la quarta espansione di World of Warcraft, Mists of Pandaria

La quarta espansione per World of Warcraft introdurrà un nuovo continente, una nuova razza neutrale e la classe monk dedita alle arti marziali.

di Rosario Grasso pubblicata il , alle 09:51 nel canale Videogames
BlizzardWorld of Warcraft
 

Nel corso del BlizzCon 2011, che si è svolto nel fine settimana ad Anaheim, California, Blizzard ha annunciato ufficialmente la quarta espansione di World of Warcraft, intitolata Mists of Pandaria. Non c'è ancora una possibile data di rilascio, ma la software house statunitense ha fatto luce sui nuovi contenuti, che prevedono un nuovo continente, una nuova razza neutrale e la classe Monk.

Il nuovo continente Pandaria è disegnato per i personaggi di alto livello, con livello di esperienza massimo che diventa il novantesimo. Si parla di diverse aree esotiche come la Jade Forest e l'insidioso Kun-Lai Summit. C'è poi un mistero da scoprire sulla Wandering Isle. Il continente Pandaria è rimasto nascosto dopo la scissione di Azeroth oltre diecimila anni fa.

Dopo il Cataclisma verificatosi nella terza espansione di WoW, gli eroi di Pandaria emergono dalle foreste e dalle montagne della loro terra per allearsi con una delle due fazioni in guerra, Alleanza e Orda, e condividere con loro i segreti sulle arti marziali. La tensione fra le storiche fazioni di Warcraft cresce ai massimi livelli nel momento in cui viene rivelata la presenza del nuovo continete, e questo spinge gli eroi di una parte e dell'altra ad avventurarsi nell'esplorazione di Pandaria.

I Pandaren sono la prima razza neutrale di World of Warcraft, e chi ne fa parte può decidere se schierarsi dalla parte dell'Alleanza o da quella dell'Orda. Ci sarà anche la nuova classe Monk, specializzata nelle arti marziali, che può essere evoluta come damage dealer, healer o tank.

Si parla di nuova esperienza PvE, in cui si può fare squadra con altri giocatori e raggiungere degli obiettivi comuni, come costruire delle difese contro il nemico, all'interno di una struttura maggiormente flessibile rispetto al passato. C'è poi la nuova Dungeon "Challenge" Mode, che consente di ottenere ricompense di prestigio in una inedita modalità time trial che incoraggia la coordinazione.

Le Pet Battle sono un nuovo mini-gioco tattico in cui bisogna schierare la propria squadra di companion contro quella degli altri giocatori. Blizzard parla, infine, di nuovo sistema di talenti, con diversi miglioramenti e nuove caratteristiche rispetto a quello precedente.

"I giocatori hanno chiesto di vedere i Pandaren in World of Warcraft sin dal lancio del gioco. Siamo quindi molto contenti di poterli introdurre in un modo appropriato", dice Mike Morhaime, CEO e co-fondatore di Blizzard. "In aggiunta alla nuova razza giocabile e alla classe Monk, Mists of Pandaria introdurrà tanti nuovi contenuti, che riveleremo nel dettaglio dopo il BlizzCon".

Sempre al BlizzCon, è stato annunciato che coloro che sottoscriveranno l'abbonamento annuale per World of Warcraft riceveranno gratuitamente una copia digitale di Diablo III. Si otterrà anche la Flying Mount Tyrael’s Charger, ispirata dall'omonimo personaggio di Diablo e l'accesso al beta test della prossima espansione di WoW. Le tempistiche verranno annunciate prossimamente.

Le altre informazioni su World of Warcraft Mists of Pandaria si trovano sul nuovo sito ufficiale. Per tutte le altre novità provenienti dal BlizzCon, riguardanti gli universi Starcraft e Diablo, vi rimandiamo a uno speciale approfondito che pubblicheremo nei prossimi giorni su Gamemag.

52 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
MadMax of Nine24 Ottobre 2011, 10:01 #1
Speriamo in qualche miglioramento del PVP, unico aspetto davvero brutto del gioco, per il pve con cata i vari boss sono moldo difficili e a giocare bene di squadra da molte soddisfazioni.
emanuele8324 Ottobre 2011, 10:01 #2
I PANDA??????


Muhauhauauhauhhauha auhauhauahuah auhauha

Sto gioco sta diventando preda della bimbominkiaggine

premesso che è un anno e mezzo che non gioco prevedo caos talenti e squilibrio iniziale tra razze e spec risolvibili solo dopo la prima patch. è ancora così?
roccia123424 Ottobre 2011, 10:05 #3
ma solo io ho letto inizialmente "mists of padania" ?
LZar24 Ottobre 2011, 10:14 #4
Originariamente inviato da: roccia1234
ma solo io ho letto inizialmente "mists of padania" ?


Siamo almeno in due
wH1t324 Ottobre 2011, 10:40 #5
Kung Fu Pandaren?
nebuk24 Ottobre 2011, 10:45 #6
Cosa non si farebbe per conquistare il mercato asiatico

Mah, a parte la razza che mi lascia perplesso, speriamo nel gameplay.
Holy8724 Ottobre 2011, 11:03 #7
Originariamente inviato da: wH1t3
Kung Fu Pandaren?


Appena ho letto l'articolo, ho pensato alla stessa cosa
Custode24 Ottobre 2011, 11:25 #8
Anche qui, come in ogni altra discussione apparsa in rete dopo l'annuncio dell'espansione coi panda, molti hanno sottolineato l'accostamento con i due film DreamWorks, quasi a voler sottointendere che Blizzard voglia cavalcarne l'onda.
Tutto può essere, però vorrei sottolineare come i Pandaren avessero già fatto la loro apparizione in Warcraft III, anno 2002, ovvero parecchi anni prima che uscisse il primo Kung Fu Panda . L'ipotesi poi del loro inserimento come razza giocabile in WoW è qualcosa che si insegue sin dall'annuncio della prima espansione, The Burning Crusade, anno di pubblicazione 2007.
Ricordo che il primo Kung Fu Panda esce nel 2008.
Ergo, nessuno ha copiato nessuno, visto che panda + kung fu è un accostamento facile che può fare chiunque, ma se mai i maligni volessero insistere su queste strampalate ipotesi, bè, allora sarebbe più corretto affermare il contrario, cioè che DreamWorks abbia preso ispirazione dal gioco Blizzard.
ice_v24 Ottobre 2011, 11:47 #9
Originariamente inviato da: roccia1234
ma solo io ho letto inizialmente "mists of padania" ?


Originariamente inviato da: LZar
Siamo almeno in due


tre
emanuele8324 Ottobre 2011, 11:49 #10
Originariamente inviato da: Custode
Anche qui, come in ogni altra discussione apparsa in rete dopo l'annuncio dell'espansione coi panda, molti hanno sottolineato l'accostamento con i due film DreamWorks, quasi a voler sottointendere che Blizzard voglia cavalcarne l'onda.
Tutto può essere, però vorrei sottolineare come i Pandaren avessero già fatto la loro apparizione in Warcraft III, anno 2002, ovvero parecchi anni prima che uscisse il primo Kung Fu Panda . L'ipotesi poi del loro inserimento come razza giocabile in WoW è qualcosa che si insegue sin dall'annuncio della prima espansione, The Burning Crusade, anno di pubblicazione 2007.
Ricordo che il primo Kung Fu Panda esce nel 2008.
Ergo, nessuno ha copiato nessuno, visto che panda + kung fu è un accostamento facile che può fare chiunque, ma se mai i maligni volessero insistere su queste strampalate ipotesi, bè, allora sarebbe più corretto affermare il contrario, cioè che DreamWorks abbia preso ispirazione dal gioco Blizzard.


i "maligni", tra i quali mi ci metto pure io, affermano:

Originariamente inviato da: nebuk
Cosa non si farebbe per conquistare il mercato asiatico

Mah, a parte la razza che mi lascia perplesso, speriamo nel gameplay.


checcefrega di dreamworks, i panda kung-fu sono uno stratagemma commerciale penoso e scontato imho. Poi come detto, speriamo nel gameplay ed in pvp degno.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^