Bleszinski: i giochi di medio livello sono morti

Bleszinski: i giochi di medio livello sono morti

Il leader di Epic Games ritiene che per avere successo non ci siano mezze misure, bisogna puntare in modo deciso sui titoli tripla A, oppure ripiegare sul mercato indipendente.

di Davide Spotti pubblicata il , alle 09:35 nel canale Videogames
Epic
 

Secondo Cliff Bleszinski uno studio che sia intenzionato a realizzare un titolo di medio livello dovrebbe mettere immediatamente da parte il progetto. Il leader di Epic Games, intervenuto sul palco della GDC nel corso della notte, ha spiegato che le uniche possibilità per aver successo nell'attuale mercato videoludico sono rappresentate dai titoli tripla A oppure dal mercato indie.

"Ritengo che i titoli di medio livello siano morti", ha dichiarato Bleszinski nella sua presentazione 'Rise of the Power Creative'.

Operando della analogie con l'industria cinematografica ha aggiunto: "Deve trattarsi di un film evento, come Avatar. Oppure di una pellicola indipendente, basti pensare a Black Swan. Quello che c'è nel mezzo è andato, e penso che la stessa cosa accadrà anche nei videogiochi".

10 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
John Foxx07 Marzo 2011, 10:25 #1
Bè di giochi "medi" che mi vengono in mente così su due piedi sono Venetica e Deadly Premonition, bisognerebbe chiedere agli sviluppatori dei rispettivi giochi se sono soddisfatti delle vendite, io penso di si dato che sono diventati delle piccole perle (o gemme :-) ) pur con i loro limiti di giochi "medi". E poi ll leader di Epic Games mi spieghi come considera i tanti Jrpg che non iniziano con Final Fantasy...sono tutte produzioni di medio livello e di certo non arrancano nelle vendite visto che hanno il loro affezionato pubblico. Mah!!!
cerbert07 Marzo 2011, 10:38 #2
Mi sembra una affermazione di una superficialità notevole, tenendo conto sopratutto della metafora cinematografica.

In tutto il mondo vengono tutt'ora prodotti film di "medio livello": messi in scena con attori non famosissimi ma conosciuti, diretti da registi di una certa fama ma non da blockbuster, prodotti con budget industriali ma non fantasmagorici.
E comunque vendono, poi entrano nel circuito Home Video e, per quanto ne so, non portano al fallimento il produttore. In alcuni casi, poi, diventano dei cult.

Difficile capire a che scopo uno dovrebbe dire queste cose...
Korn07 Marzo 2011, 10:45 #3
infatti e mi sembra che film col budget di avatar ne girano uno o due all'anno
kratos007 Marzo 2011, 12:53 #4
a me l'affermazione sembra piuttosto chiara e la condivido a pieno, nel senso che dice il vero non che la penso così.
Basti pensare a l'aumento di fiction per il mercato cinematografico e l'aumento di giochetti flash. I vari gioconi continueranno a vendere così come i vari Avatar(che tra l'altro reputo una monnezza a livello di contenuti), ma le produzioni di medio livello vendono poco. Ergo, le produzioni saranno molto più intenzionate a finanziare progetti più scadenti per ricevere maggiori guadagni.
Poi i cult e le chicche continueranno ad esserci ma in maniera molto inferiore.
FraDimi07 Marzo 2011, 13:26 #5
Da una parte ben venga..perchè significa una maggiore qualità per il futuro, ben vengano più esperimenti anche coraggiosi, ma dall'altra...
fendermexico07 Marzo 2011, 13:34 #6
ok questo tizio si è preso i suoi 5 minuti di gloria...

...ma forse non è mai entrato in un negozio di videogiochi
Riordian07 Marzo 2011, 13:52 #7
Originariamente inviato da: fendermexico
ok questo tizio si è preso i suoi 5 minuti di gloria...

...ma forse non è mai entrato in un negozio di videogiochi


mmmhh non penso che blezinsky abbia bisogno di una dichiarazione per avere 5 minuti di gloria considerando cosa il suo studio ha tirato fuori dal cilindro
Probabilmente la pensa realmente così.
Korn07 Marzo 2011, 15:00 #8
certo facendo solo giochi aaa spinge solo per gli aaa
Arcangelit07 Marzo 2011, 16:04 #9
Mi viene da ridere per la sua affermazione in quanto Peter Molyneux mostra al GDC Populous per 256 giocatori (fatto in vecchio stampo)... Questo secondo lui è un gioco con tripla A??? ma dai!
Non ci vogliono solo soldi, ma idee per fare successo. Ci sono giochini che hanno sbancato per via del divertimento che danno pur non essendo da oscar anche dal punto di vista grafico... Forse Cliff pretende giochi tripla A sul suo motore per ricavare di più??? E allora mi deve spiegare perché fornisce la possibilità a chiunque di utilizzare l'UDK per sviluppare giochi... di certo chi fa giochi a tripla A non ha bisogno di avere gratis la piattaforma di sviluppo (in quanto non se la può permettere)...
Glasses07 Marzo 2011, 20:54 #10
il tizio ha ragione, infatti più medio livello di UT3 era difficile fare. E i fatti gli danno ragione.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^