Bethesda spiega perchè Elder Scrolls continua a non avere il multiplayer

Bethesda spiega perchè Elder Scrolls continua a non avere il multiplayer

Pete Hines, leader della divisione marketing di Bethesda, ha dichiarato che l'online sarebbe implementabile, ma l'esperienza di gioco verrebbe in parte compromessa.

di Davide Spotti pubblicata il , alle 16:33 nel canale Videogames
Bethesda
 

Pete Hines, marketing chief di Bethesda, ha dichiarato che la compagnia non avrebbe problemi di carattere tecnico nell'inserire una modalità multiplayer all'interno della serie Elder Scrolls, tuttavia questo tipo di scelta avrebbe delle ricadute negative sulla qualità globale del gioco.

Nel corso di un'intervista pubblicata sull'ultimo numero del magazine britannico Edge, Hines ha specificato che la compagnia non ha mai chiesto a nessuno dei suoi dev di aggiungere il multi.

"Ho sempre detto: 'Voi ci dovete far sapere se il vostro gioco lo richieda oppure no. Non vi dirò che deve esserci, o essere indicato sul retro della confezione. Se è questo il motivo per cui lo state facendo allora non perdete il vostro tempo e non sprecate il nostro'".

"Non è sbagliato o irragionevole per la gente voler sperimentare un gioco con i propri amici, o compiere attività online con essi. Non c'è assolutamente nulla di sbagliato. Quello che abbiamo cercato di fare è aiutare le persone a capire che nello sviluppo di un titolo tutto si basa sulle scelte, sul trade-off. Non ci si può occupare di qualunque cosa".

"Quindi certamente avremmo potuto realizzare il multiplayer. Non ci sono dubbi. Non è qualcosa che non siamo in grado di mettere a punto sul piano tecnico. Ma quando abbiamo fatto la lista delle cose che avremmo dovuto tagliare o modificare per supportare questa feature, il risultato finale è stato sgradevole. Sarebbe uscita una versione inferiore del gioco".

Vi ricordiamo che Skyrim, nuovo capitolo della saga nata nel 1994, arriverà il prossimo autunno su Xbox 360, PS3 e PC. Presto pubblicheremo un esteso hands on, continuate pertanto a seguirci.

27 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Maxt7513 Aprile 2011, 16:50 #1
Condivido la scelta. Meglio concentrarsi sul single player piuttosto di fare la fine di tanti altri titoli che hanno imboccato la strada del multiplayer per poi fare una fine penosa o galleggiare nella mediocrità di server mezzi vuoti.
Se si continua a stare nell'eccellenza dei single player non vedo perchè inerpicarsi su una strada dove è troppo più facile fallire.
E per gli inguaribili ottimisti che non sono d'accordo, potrei fare un'elenco di titoli partiti con ottime premesse nel multi e poi finiti letteralmente nel cesso o quasi, divorati letteralmente dal pigliatutto World of warcraft.
Donbabbeo13 Aprile 2011, 17:00 #2
Condivisibile come motivazioni, peccato che non condivida la qualità del prodotto.
Glasses13 Aprile 2011, 17:05 #3
Rift ha dimostrato che che si può giocare sul terreno di WoW ad armi pari se si fanno le cose per bene. Oltretutto giocare nello stesso genere. Il fallimento di tutti gli altri mmorpg è dovuto ad errori drammatici, a scarsa rifinitura, a beta testing assente, e questo nonostante si trattasse spesso di generi completamente diversi dal fantasy di WoW (abbiamo visto sci-fi/gangsta/steampunk/cyberpunk/medioevo fantasy, tutti eclissati). Credo che il mmorpg sia una strada difficile che richiede grossi investimenti e spalle solide (cosa che il 90% delle software house non hanno, con un publisher pronto a chiudergli l'azienda qualora il progetto non sia una hit istantanea). Personamente credo che gli rpg SP siano destinati in un futuro non troppo remoto a diventare di nicchia come lo erano i mmorpg prima di WoW, ma questo non significa che non abbiano ancora annate di qualità davanti, come questo 2011.
mau.c13 Aprile 2011, 19:49 #4
secondo me non ha senso inserire il multiplayer in un gioco del genere, sarebbe un flop sicuro. semmai uno fa un gioco parallelo che sia pensato per essere multiplayer... e secondo me farebbero bene a farlo. invece di concentrarsi sulle espansioni per spremere i soldi ai poveri appassionati, usassero lo stesso motore per fare un altro gioco con la stessa ambientazione ma meccaniche diverse...
hexaae13 Aprile 2011, 21:19 #5

Ma chiessenefrega....

Ma chissenefrega del multiplayer per i ragazzini che hanno giornate da perdere collegati insieme in rete...
Piuttosto la domanda seria da fare è: sarà editabile e scripturizzabile come o più di Oblivion?
Queste sono le cose che contano davvero.
Toliman14 Aprile 2011, 00:34 #6
Non è la Bioware, bensì la Bethesda che dovrebbe prometterci una trama avvincente. Tutti i capitoli precedenti della saga sono stati sempre pietre miliari del genere nonostante intrecci narrativi abbastanza "sottili".

Che sia la volta buona? Non sono incoraggiato dai precedenti, ma di sicuro questo titolo me lo godrò come pochi altri sotto il profilo del puro divertimento (il gameplay è in costante miglioramento dall'uscita di Arena).
Asterion14 Aprile 2011, 10:04 #7
Pur essendo un amante di mmorpg come WoW, apprezzo gli rpg single player e Oblivion mi è piaciuto tantissimo anche se avrebbero potuto sviluppare in modo più approfondito gli aspetti tipici del gioco di ruolo e l'interazione con i personaggi.
Spero che Skyrim sia almeno sullo stesso livello di Oblivion.
Donbabbeo14 Aprile 2011, 10:13 #8
Originariamente inviato da: Asterion
Spero che Skyrim sia almeno sullo stesso livello di Oblivion.


Ma davvero trovate Oblivion un gioco di qualità?
Sono basito.
Toliman14 Aprile 2011, 10:40 #9
Originariamente inviato da: Donbabbeo
Ma davvero trovate Oblivion un gioco di qualità?
Sono basito.


Sulla qualità non si discute, perché dal punto di vista tecnico ha una complessità e una cura che non possono far pensare a un prodotto improvvisato. Che poi possa risultare divertente o meno, o che si condividano o meno le scelte fatte da Bethesda, è una pura questione di gusti.
alexxx1914 Aprile 2011, 10:44 #10
Originariamente inviato da: Donbabbeo
Ma davvero trovate Oblivion un gioco di qualità?
Sono basito.


e io sono basito che tu sia basito!

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^