Battlefield 4: server lag ridotto con un update che arriva a due anni dal lancio

Battlefield 4: server lag ridotto con un update che arriva a due anni dal lancio

DICE ha innalzato il tickrate dei server che gestiscono le partite multiplayer alle versioni console di Battlefield 4.

di Rosario Grasso pubblicata il , alle 12:21 nel canale Videogames
Electronic ArtsBattlefield
 

Le versioni PS4 e Xbox One di Battlefield 4 girano a 60fps (anche se non stabili), pertanto possono trarre importanti benefici dall'innalzamento del tickrate adesso annunciato da DICE e introdotto per mezzo dell'ultima patch per il famoso shooter multiplayer uscito ormai due anni fa. DICE ha eseguito una serie di test nel corso del periodo natalizio a vari tickrate (45hz, 50hz, 55hz) e poi ha propeso per l'opzione più cautelativa.

Battlefield 4

Ricordiamo che con tickrate si definisce il numero di volte al secondo in cui server e client di gioco comunicano tra di loro per scambiarsi informazioni sui vari aspetti di gioco, come i movimenti dei soldati, la fisica degli ambienti di gioco, le esplosioni delle granate, la balistica dei proiettili e dei missili. I server più evoluti per la gestione delle partite nella versione PC di Battlefield 4 arrivano ad avere un tickrate a 144hz, in questo caso giustificato dalle migliori prestazioni della piattaforma PC e dall'esistenza dei monitor a 144hz. Ne abbiamo parlato qui.

Naturalmente in ambito console non è sensato arrivare a frequenze di aggiornamento talmente elevate, ma il passaggio da 30 a 45hz può comunque comportare importanti benefici in termini di gestione della fisica di gioco, hit detection e reazione complessiva del server ai movimenti dei giocatori. Si tratta di un miglioramento della velocità di aggiornamento dei server pari al 50%, limitato però solamente alle partite che coinvolgono un numero di giocatori che non ecceda le 32 unità. Per le partite con 64 soldati coinvolti contemporaneamente, infatti, continueranno a valere le precedenti regolazioni.

"Avremmo potuto propendere per tickrate ancora più alti perché questo sarebbe stato di beneficio per molti giocatori. Tuttavia, la nostra principale preoccupazione è mantenere un'esperienza di gioco gratificante per tutti i giocatori", si legge nel blog di Battlefield. "Per lo stesso motivo abbiamo deciso di non aumentare il tickrate per i match con 64 giocatori".

DICE spiega che questa impostazione avrebbe comportato un'esperienza infelice sia in presenza di connessioni capaci di gestire tickrate più alti sia per le connessioni meno performanti. Ha anche confrontato i dati con quelli provenienti dalla beta PC ad alto tickrate, la quale è basata su server dotati della stessa configurazione hardware usata per i server per il gioco su console, "e il confronto ha cementato la nostra decisione", concludono i tecnici della software house svedese.

DICE farà nei prossimi giorni un test per le partite ospitate nel Nord America e se le nuove impostazioni funzioneranno come previsto verranno trasposte nel resto del mondo a partire dall'11 febbraio.

2 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
thunder_bolt9609 Febbraio 2016, 12:26 #1
Meglio tardi che mai...Per fortuna i giocatori su PC non risentono di questo
gianluca.f10 Febbraio 2016, 14:05 #2
ma se poi tutte le partite hanno 3 lineette ... mahhhh

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^