Atlus richiede la rimozione dell'emulatore di Persona 5

Atlus richiede la rimozione dell'emulatore di Persona 5

Il dibattito sulla legittimità dell'emulazione è tornato d'attualità dopo la decisione di Atlus di richiedere la rimozione di un emulatore di Persona 5. Secondo Atlus "l'emulazione è fonte di problemi"

di Rosario Grasso pubblicata il , alle 12:41 nel canale Videogames
Koch Media
 

Persona 5 è uno dei giochi orientali più apprezzati dell'anno. Con una struttura da rpg atipico e tematiche tipicamente orientali, è pero disponibile solo nei formati PS3 e PS4, per quanto sia un titolo certamente appetibile anche dall'utenza PC. Ne sono la riprova le dichiarazioni degli autori dell'emulatore RPCS3, che hanno in passato promosso questo software come il miglior modo per giocare Persona 5 su PC.

Stiamo parlando di un emulatore dell'hardware di PS3 capace di far girare su PC diversi giochi per la console di precedente generazione di Sony. Tali dichiarazioni, però, non sono piaciute ad Atlus, il produttore giapponese di Persona 5, che ha inviato una richiesta di DMCA takedown a Patreon, ovvero la piattaforma che ospita l'emulatore in questione.

Persona 5

L'obiettivo di Atlus è quello di bloccare la campagna di finanziamento che gli autori di RPCS3 portano avanti tramite Patreon, chiedendo ai fan 3 mila dollari al mese per sostenere il progetto. Un tentativo accolto in maniera ovviamente negativa dalla community dei giocatori PC e che ha provocato la reazione della stessa Patreon, che in quella pagina specifica: "RPCS3 non è stato creato con le intenzioni di favorire le attività illegali. Si tratta di un software gratuito e open-source".

Ritorna, pertanto, la questione della legittimità dell'emulazione. Secondo Atlus, che ha pubblicato un comunicato in proposito, Persona 5 dovrebbe essere giocato sulla piattaforma per la quale è stato originariamente congegnato. "Non vogliamo che la prima esperienza con il nostro gioco sia contrassegnata da cali di frame, crash o altri problemi che possono essere generati da un sistema su cui non abbiamo supervisione", si legge nel comunicato.

RPCS3

La notizia d'altronde conferma l'interesse della community PC nei confronti di Persona 5. Atlus dice di aver notato questo interesse e di essere "in ascolto", lasciando intendere che potrebbe rilasciare una versione PC del jrpg in un prossimo futuro.

"Apprezziamo l'interesse della community dell'emulazione nei confronti di Persona 5 e la consideriamo come la riprova che la gente ama il nostro gioco", dice ancora Atlus. "Purtroppo, però, l'emulazione potenzialmente può rendere il nostro contenuto disponibile gratuitamente in un formato che non è conforme con il livello di qualità che intendiamo offrire e che ci impedisce di dare al nuovo pubblico il supporto che vogliamo fornire".

Dopo la richiesta della rimozione sulla pagina di RPCS3 su Patreon e sul sito principale sono stati rimossi tutti i riferimenti promozionali a Persona 5, ma la pagina Patreon è ancora presente e il software continua a essere scaricabile. Secondo Atlus, con la richiesta di rimozione ha inteso soprattutto avviare un dialogo con i giocatori e raccogliere il loro feedback. Questo non è servito, però, a contenere le proteste su Reddit.

11 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
alexdal04 Ottobre 2017, 13:05 #1
Cioe' questi tizi vogliono uno stipendio di 3000 dollari al mese per far emulare una copia pirata.

Andassero a zappare, oppure se fossero bravi scrivessero un gioco ispirandosi a quello
Angelorpheus04 Ottobre 2017, 13:14 #2
Originariamente inviato da: alexdal
Cioe' questi tizi vogliono uno stipendio di 3000 dollari al mese per far emulare una copia pirata.

Andassero a zappare, oppure se fossero bravi scrivessero un gioco ispirandosi a quello


no, questi offrono gratuitamente la possibilita' di emulare una console fuori produzione e se vuoi supportare lo sviluppo contribuisci.

fanno bene.
biometallo04 Ottobre 2017, 13:22 #3
A me pare che questi tizi stiano semplicemente creando un emulatore gratuito, e come tutti gli altri perfettamente legale, ma benché il programma sia gratuito programmare è comunque un lavoro che comporta un certo dispendio di risorse, e per tanto chiedono un contributo volontario a chiunque ne apprezzi gli sforzi.

Per il discorso pirateria, beh parliamo di PS3, console bucata da una vita, non serve certo questo RCPS3 per piratare Persona 5 o qualunque altro suo gioco...

Io più che altro biasimo Atlus che non vedo con quali pretese vorrebbe interferire con il progetto, ma sopratutto se vogliono che i pcgamer non giochino con un emulatore lo convertano loro direttamente invece di fare pubblicità gratuita al progetto.
Catan04 Ottobre 2017, 13:22 #4
già l'emulatore è gratuito, quello che chiedono è per continuare lo sviluppo "continuativamente" quella cifra. Chi vuole contribuisce chi non vuole no.
Gli emulatori complessi come quello per ps3 richiedono un costante lavoro gioco per gioco per renderli fruibili. Ad un certo punto se uno vuole dare allo sviluppo dell'emulatore una continuità, deve per forza starci 24h su 24h sopra. Quindi se non lo vuole mettere in vendita e mantenerlo libero, l'unica cosa è chiedere un contributo allo sviluppo mensile.

Poi come viene usato l'emulatore e con cosa è un problema di chi lo scarica.
h4xor 170104 Ottobre 2017, 13:34 #5
bene allora Atlus si impegni a rilasciare la versione PC ufficiale, così fan contenti tutti
Thehacker6604 Ottobre 2017, 14:05 #6
Che palle.. Ancora gente che si lamenta degli emulatori?? Sono perfettamente LEGALI, non contengono codice proprietario delle rispettive console e nel caso di rpcs3 viene usato il firmware che viene addirittura messo a disposizione direttamente da Sony online.

Se a qualche sviluppatore rode che la gente li usi per giocare alle ESCLUSIVE, che si muovano a sviluppare dei porting decenti, senza lamentele!
avvelenato04 Ottobre 2017, 14:29 #7
Originariamente inviato da: biometallo
A me pare che questi tizi stiano semplicemente creando un emulatore gratuito, e come tutti gli altri perfettamente legale, ma benché il programma sia gratuito programmare è comunque un lavoro che comporta un certo dispendio di risorse, e per tanto chiedono un contributo volontario a chiunque ne apprezzi gli sforzi.

Per il discorso pirateria, beh parliamo di PS3, console bucata da una vita, non serve certo questo RCPS3 per piratare Persona 5 o qualunque altro suo gioco...

Io più che altro biasimo Atlus che non vedo con quali pretese vorrebbe interferire con il progetto, ma sopratutto se vogliono che i pcgamer non giochino con un emulatore lo convertano loro direttamente invece di fare pubblicità gratuita al progetto.


Vedila da questo pdv: una sw che non ha le risorse per sviluppare su tutte le piattaforme, inizia da una (magari avvantaggiandosi dei finanziamenti dall'azienda che produce la console in cambio di un'esclusiva temporanea), poi se il gioco ha successo può far leverage su questo per ottenere ulteriori finanziamenti e sviluppare su pc.

Ma i potenziali finanziatori obiettano: c'è già chi gioca su pc, usando un emulatore. Quante copie aggiuntive verranno vendute?

Quindi, come spesso accade la ragione o il torto non sono da una parte sola.


Da un lato tuttavia è un bene che esistano certi fenomeni (che siano o meno pirateschi), perché costringono le sw house a non dar per scontato che le loro scelte distributive, spesso opinabili, verranno rispettate. (Vedasi Rdr, che non essendo un consolaro ancora non ho avuto modo di giocare... con questa soluzione forse potrei... 🤔 )
giuliop04 Ottobre 2017, 15:26 #8
Originariamente inviato da: alexdal
Cioe' questi tizi vogliono uno stipendio di 3000 dollari al mese per far emulare una copia pirata.


Caspita, 3000 dollari! E da dividire fra le sole 16 persone totali del team! È veramente un furto!

Confronta:

Originariamente inviato da: alexdal
Andassero a zappare, oppure se fossero bravi scrivessero un gioco ispirandosi a quello


Originariamente inviato da: Thehacker66
che si muovano a sviluppare dei porting decenti, senza lamentele!
Catan04 Ottobre 2017, 15:41 #9
Originariamente inviato da: avvelenato
Vedila da questo pdv: una sw che non ha le risorse per sviluppare su tutte le piattaforme, inizia da una (magari avvantaggiandosi dei finanziamenti dall'azienda che produce la console in cambio di un'esclusiva temporanea), poi se il gioco ha successo può far leverage su questo per ottenere ulteriori finanziamenti e sviluppare su pc.

Ma i potenziali finanziatori obiettano: c'è già chi gioca su pc, usando un emulatore. Quante copie aggiuntive verranno vendute?

Quindi, come spesso accade la ragione o il torto non sono da una parte sola.


Da un lato tuttavia è un bene che esistano certi fenomeni (che siano o meno pirateschi), perché costringono le sw house a non dar per scontato che le loro scelte distributive, spesso opinabili, verranno rispettate. (Vedasi Rdr, che non essendo un consolaro ancora non ho avuto modo di giocare... con questa soluzione forse potrei... 🤔 )


più che altro gli investitori hanno un solo cruccio su un gioco pc, che è facilmente piratabile. La percentuale di gente che gioca su emulatore è estremamente bassa...e quando il gioco esce su pc è sempre meglio giocarsi con il codice nativo che non emulato.

L'unico errore del team è stato usare l'emulazione di persona 5 per tirare i download dell'emulatore.
Quindi atlus ha giustamente chiesto ed ottenuto la rimozione del "banner" pubblicitario con una sua proprietà.
Per evitare tutto il casino bastava il normale aggiornamento della liste dei giochi emulati.

Però insomma cosi adesso che non sapeva dell'emulatore adesso lo sa e sa pure che emula persona 5 su ps3.
Vash8804 Ottobre 2017, 16:50 #10
Favorevole da sempre all'emulazione e al software open source. Sono convinto che la pirateria, che poi è il vero motivo per cui non rilasciano una versione pc, porti molti più benefici (pubblicità che danni (mancati introiti) come citato dal rapporto sulla pirateria in UE.
Sacrosanto il diritto di difendere la propria IP, ma solo all'atto della vendita, di quello che faccio del tuo software dopo averlo comprato rimane un mio problema. Invece non è esattamente così purtroppo. https://www.polygon.com/2017/9/12/1...mca-legal-abuse

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^