Arriva il nuovo Return to Castlerama, anche gratuito

Arriva il nuovo Return to Castlerama, anche gratuito

Codenrama ha aggiornato la sua avventura per dispositivi portatili, con una nuova grafica e nuovi contenuti.

di Rosario Grasso pubblicata il , alle 12:21 nel canale Videogames
 

Codenrama fa sapere che è adesso disponibile su App Store la versione 1.2 di Return to Castlerama, che introduce importanti cambiamenti al gameplay ed è compilata con l'ultima build del motore Unreal.

Return to Castlerama

Sullo store sono presenti tre versioni di Return to Castlerama: una versione rivista e corretta della demo originale, una versione Free di Return 2 Castlerama con due livelli giocabili e basata sul nuovo motore, e la nuova versione a pagamento (0,89 €), completamente rinnovata. Per il download della versione gratuita cliccate qui.

"Inoltre è pronto anche il motore di porting per la versione Android", ci fa sapere Karim Benaddi del team di sviluppo di Return to Castlerama, "Non è ancora accessibile al pubblico, ma solo in una closed beta che è stata testata con successo su tutti i dispositivi Android dal Jelly Bean al Kitkat".

Return to Castlerama è un'avventura suggestiva che offre al giocatore un livello di sfida molto alto come le avventure vecchio stile. Si tratta di un ambizioso progetto completamente italiano che punta a offrire una grafica e una profondità di gioco su dispositivo mobile paragonabili a quelle di un titolo per le piattaforme di gaming tradizionali. Codenrama ha allestito un'esperienza di gioco incantevole ed enigmatica.

Per tutti gli altri dettagli consultate la recensione di Return to Castlerama.

1 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
inited01 Luglio 2014, 23:07 #1
Resto un po' perplesso. Intanto, io vedo esattamente due applicazioni cercando "Castlerama". Poi, andiamoci piano coi discorsi sulla grafica, mi ricordo tutto il discorso sulle prerenderizzazioni usate per ovviare alle limitazioni in termini di effetti, ma non esageriamo, in troppe parti si vedevano i limiti del tutto. A parte questo, in tutto ciò le parti che più abbisognavano di intervento sono quelle meno citate. Il gameplay e la scrittura della storia avrebbero avuto bisogno di un certo lavoro di smussatura delle spigolosità, e non sarebbe stato male avere un doppiaggio vero. Certo il team di sviluppo ha fatto le cose in casa e per le risorse che ha avuto e che ha ha fatto un lavoro notevole, ma francamente trovo che molte delle cose che stridono in questo gioco siano facilmente imputabili alla inamovibilità del capo progetto e scrittore unico della storia, inamovibilità che evidentemente non consentiva di intervenire su cose come una orrenda commistione di termini che cozza con la profondità della storia di fondo che si desiderava ottenere, e sembra invece ridurre il tutto a una sessione di dungeon mastering andata a schifìo. Sinceramente, lo trovavo così insopportabile che lo disinstallai dopo poco.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^