Araig, un esoscheletro che dà feedback immediato per ogni colpo ricevuto in-game

Araig, un esoscheletro che dà feedback immediato per ogni colpo ricevuto in-game

As Real As It Gets è il nome di un nuovo progetto Kickstarter con cui si vuole offrire un'esperienza di gioco più coinvolgente e realistica attraverso feedback e suoni trasmessi da una tuta multisensoriale.

di Rosario Grasso pubblicata il , alle 11:12 nel canale Videogames
 

La tuta multisensoriale, che si intende finanziare attraverso Kickstarter, è dotata di 16 sensori a vibrazione nella zona corrispondente al torso, di altri 16 sulla schiena e 8 su fianchi e braccia. Si tratta di vibratori come quelli che si hanno nei tradizionali controller, solo che vengono attivati in base al punto in cui si viene colpiti all'interno del gioco.

Araig

Gli sparatutto in prima persona sembrano il genere che meglio si abbina alla nuova periferica. Ma altri generi potrebbero beneficiarne, perché, ad esempio, il giocatore potrebbe avere esperienza di un ragno che striscia sulla schiena in Resident Evil o della pioggia battente in Heavy Rain.

Araig è poi dotata di sei speaker, disposti nella zona che circonda il collo del giocatore, che offrono un accerchiante effetto surround. L'idea è che, a differenza di quanto succederebbe con un tradizionale impianto home theater, il giocatore deve essere in grado di muoversi per la stanza e continuare in ogni caso a godere di un suono ricco e organico.

Ma non mancano anche quattro pad "stimolanti" nella zona del torso, che sollecitano i pettorali e i muscoli addominali del giocatore nel momento in cui incassa dei colpi.

"La gamma di sensazioni che è possibile far provare ai giocatori è interessante perché permette agli sviluppatori di dare significato agli impatti con i proiettili", si legge nella pagina su Kickstarter. "C'è l'opportunità di creare delle sensazioni che fino a oggi non sono state presenti nei videogiochi, come ad esempio quelle derivanti dalla pioggia o da tocchi leggeri".

Il team che sta dietro ad Araig ha già spiegato che la propria tecnologia è già stata approvata dalla U.S. Food and Drug Administration (FDA) e che, quindi, non provoca alcun dolore nei giocatori. Il team ha anche promesso che, una volta raggiunto l'obiettivo su Kickstarter, ovvero racimolare 900 mila dollari entro il 30 giugno, i finanziatori avranno l'opportunità di scegliere il tipo di sensore da applicare alla loro versione personalizzata della tuta.

Araig quindi sembra proprio un'idea intrigante, magari da accostare all'Oculus Rift, la soluzione di realtà virtuale finanziata anch'essa su Kickstarter, precisamente con 2,4 milioni di dollari. Sono sistemi ben lontani dagli attuali metodi di controllo o dalle interfacce touch screen, che così tanto successo stanno riscuotendo nell'ultimo periodo.

Naturalmente, però, Araig non si sposa bene con quegli utenti che invece si aspettano un'esperienza di gioco più rilassata, da vivere seduti sul proprio divano e in tranquillità. Quando sarà disponibile per l'acquisto, Araig avrà un prezzo di $299.

25 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Duncan04 Giugno 2013, 11:30 #1
Bellissima, dovrebbe essere anche semplice integrarla nei giochi con un API fatta bene e praticamente a costo zero...
bonzoxxx04 Giugno 2013, 11:30 #2
l'idea non è male, ma devi essere nerd malamente per comprartela IMHO...
Microfrost04 Giugno 2013, 11:33 #3
mi sembra la normale evoluzione dei videogiochi
Duncan04 Giugno 2013, 11:34 #4
Meno di chi si fa la postazione di guida per i simulatori
al13504 Giugno 2013, 11:43 #5
carino ma la trovo una stupidata per giocare. fanno bene a ricercare comunque....
GabrySP04 Giugno 2013, 12:03 #6
che bello giocare e sudare peggio di un porco
Donbabbeo04 Giugno 2013, 12:06 #7
Originariamente inviato da: bonzoxxx
l'idea non è male, ma devi essere nerd malamente per comprartela IMHO...


Oggi sì, magari tra 10 anni sarà lo standard e questi qua ne saranno stati i pionieri, chi lo sa.

Detto questo, è chiaro che il passo successivo nel mondo dei videogiochi sarà quello della realtà virtuale, tra Oculus, Leap, Kinect, Move, WiiMote e questo qua...
rigelpd04 Giugno 2013, 12:12 #8
Oltre che aumentare l'immersivita un sistema del genere porterebbe vantaggi anche al gameplay. Conoscere la direzione di provenienza dei proiettili sarebbe utilissimo
Bivvoz04 Giugno 2013, 12:15 #9
Io più che per i videogame lo vedo bene applicato nei laser game

Quello si sarebbe una figata
bonzoxxx04 Giugno 2013, 12:19 #10
Originariamente inviato da: Donbabbeo
Oggi sì, magari tra 10 anni sarà lo standard e questi qua ne saranno stati i pionieri, chi lo sa.

Detto questo, è chiaro che il passo successivo nel mondo dei videogiochi sarà quello della realtà virtuale, tra Oculus, Leap, Kinect, Move, WiiMote e questo qua...


ma infatti sono favorevolissimo a queste ricerche, investimenti e altro, tanto non me lo posso comprare perchè non mi entra e non mi entrarà mai....

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^