Annunciate le dimissioni di Ken Kutaragi da Sony

Annunciate le dimissioni di Ken Kutaragi da Sony

Arrivano a sorpresa le dimissioni di colui che è considerato come il "padre di PlayStation".

di Rosario Grasso pubblicata il , alle 10:07 nel canale Videogames
SonyPlaystation
 
Sony Computer Entertainment ha annunciato che nel mese di giugno Ken Kutaragi lascerà l'incarico esecutivo che detiene all'interno della società. Kuratagi manterrà il titolo di presidente onorario di SCEI e il ruolo di consigliere di Howard Stringer, presidente e CEO di Sony Corporation. I ruoli attualmente ricoperti da Kutaragi saranno di competenza di Kazuo Hirai, già presidente di SCEI e adesso, dunque, anche CEO. Tutto ciò avrà effetto a partire dal 19 giugno.

Kutaragi è ritenuto il "padre di PlayStation", per l'impegno profuso nella realizzazione delle quattro console, PSP inclusa, che hanno fatto la storia del marchio. Secondo cifre fornite da Sony, complessivamente sono state vendute più di 200 milioni di console sotto il marchio PlayStation, mentre oltre 2 miliardi di unità di software per PlayStation e per PlayStation 2 sono stati venduti in tutto il mondo.

Questo il comunicato ufficiale di Sony a proposito delle dimissioni di Kutaragi: "Mr. Kutaragi ha deciso di seguire i suoi sogni al di là di PlayStation e di modificare la sua visione sul mondo della tecnologia". Ecco le parole di Ken Kutaragi: "sono felice di lasciare Sony Computer Entertainment Inc. dopo aver introdotto quattro piattaforme nella famiglia PlayStation".

"Coniugare tecnologie all'avanguardia con progetti creativi provienienti da tutto il mondo è stata un'esperienza emozionante che ha cambiato il mondo dell'intrattenimento elettronico. Cercherò di impiegare questo stesso modo di intendere le cose nei miei prossimi impegni", completa Kutaragi.

"Ken Kutaragi costituisce una rara combinazione di creatività e di imprenditorialità. Non ha solamente creato un business da miliardi di dollari per Sony Corporation, ma ha anche portato l'industria in una nuova dimensione", aggiunge Howard Stringer. "Sony ha beneficiato grandemente della sua visione, del suo genio creativo, e dall'ottimo team che ha creato e fatto crescere professionalmente. Dato che Ken ha deciso di perseguire nuove esperienze lavorative, noi lo incoraggeremo e lo supporteremo".

Tuttavia, per quanto possa apparire drastica questa decisione, non appare completamente imprevedibile nella misura in cui il ruolo di Ken Kutaragi era già stato ridimensionato in precedenza. "Il padre di PlayStation" era stato, infatti, recentemente privato del suo incarico di presidente di Sony Computer Entertainment, e aveva assunto il ruolo di presidente e CEO di SCEI (vedi qui). Secondo indiscrezioni, infatti, Stringer sarebbe stato in passato più volte in disaccordo con il team esecutivo giapponese di Sony e, conseguenzialmente, con Ken Kutaragi.

Già nello scorso marzo, parlando del lancio di PlayStation 3 e della riduzione di prezzo della console che si rivelava necessaria per il Giappone, Stringer ammetteva: "Finanziariamente, non è uno dei migliori momenti della mia carriera. Le implicazioni sul budget sono evidenti, ma ho accettato ugualmente perché volevo che il lancio fosse un grande successo".

Kutaragi viene quindi indicato, anche se la cosa non viene esplicitata chiaramente, come responsabile del fin qui infelice lancio di PlayStation 3, soprattutto per ciò che concerne i territori NTSC. I continui ritardi della console e il prezzo al pubblico poco competitivo sono due degli elementi che vanno a sfavore delle scelte praticate da Kutaragi.

45 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Puddus27 Aprile 2007, 10:17 #1
Cominciano a cascare le teste...
LELEK6827 Aprile 2007, 10:29 #2
Povero Ken!
Kintaro7027 Aprile 2007, 10:34 #3
Chi sbaglia paga il conto.
PS3 è solo l'ombra del brand pleistescion, bastonata commercialmente da un wii, ed incalzata nelle esclusive da M$, era logico che il manager più sbeffeggiato del web, dovesse cadere in disgrazia.
DexTer8227 Aprile 2007, 10:34 #4
Noooooo, Ken non è piu il sacro successore della scuola di Sony!!!!
Che inizi una nuova era per la sony?
Spero si diano na mossa e comincino a usare il cervello per il futuro!
ErminioF27 Aprile 2007, 10:38 #5
Playstation è un marchio famoso, perchè ti prendevi una console che costava come o meno della concorrenza ed avevi un parco titoli che le altre si sognavano.
Ora è tutto il contrario: certo, a sony più che vendere 100 milioni di macchine interessa piazzare la metà di lettori bluray, però... :/
Bluknigth27 Aprile 2007, 10:48 #6
Credo che abbia pagato le colpe di altri.

Se a dicembre 2005 fosse veramente uscita la PS3, che come progetto esisteva, anche a 600€ avrebbe venduto uno sprposito.

Invece la Sony non è riuscit a produrre l'HW della sua console. Unico appunto che gli si può muovere è non essere riuscito a tenere le esclusive di molte software house. Ma credo che anche questo dipenda dal ritardo dell'HW. Uno non può investire per essere pronto con un gioco a inizio 2006 e dover attendere novembre per farlo uscire nei negozi. I soldi spesi fino a lì chi glieli dà?

Murakami27 Aprile 2007, 10:52 #7
Qualcosa sta cambiando, questa ne è la dimostrazione palese: talmente palese, che forse, avrebbero fatto meglio a tenerla celata in qualche modo. Mie opinioni personali ma, di fronte a rivoluzioni di questa portata, l'utente smaliziato ed appassionato potrebbe perdere fiducia nel marchio.
seo_otoshi27 Aprile 2007, 10:55 #8
Peccato che la notizia sia stata fortemente travisata...l'obbiettivo di Sony è semplicemente quello di mettere il GENIALE padre di Playstation nelle retrovie a lavorare direttamente sul campo ingegneristico, perchè il ruolo di comandante non gli si addice. A livello ingegneristico è davvero uno con i contro cog***ni, semplicemente non è in grado di gestire le relazioni pubbliche come sanno fare altri.
I suoi proclami spesso sono risultati imbarazzanti per la compagnia, perchè sanno un pò troppo di delirio mistico.

Per quanto possa sembrare strano (ovviamente scherzo) il brand PS ha fatto e continua a fare la sua Storia. 210 Milioni di console nelle passate generazioni e la nuova console che rappresenta un desiderabile oggetto hi-tech non mi sembrano segni di decadimento.
E' giusto che Ken torni nelle retrovie dove non ci sono riflettori a distrarre il suo operato.
Hikaro27 Aprile 2007, 11:05 #9
un HW più modesto e un prezzo contenuto avrebbero dato nuovamente ragione a Sony, ma purtroppo ansikké puntare sul parco giochi e sul marchio... invece si è fatta fregare per per imporre nuovi standard.
Dovrebbero pensare agli utenti e al fatto che producono console fatte per giocare... che mondo triste
Kintaro7027 Aprile 2007, 11:06 #10
Originariamente inviato da: seo_otoshi
... la nuova console che rappresenta un desiderabile oggetto hi-tech.


La desiderano tutti a tal punto che è un successo strepitoso, non riescono nemmeno a produrla, fino al 2009 ci saranno problemi di approvvigionamento.

P.S. Ken Kutaragiè stato proprio "trombato", quando ti ridimensionano a quei livelli, non torni a fare l'ingegnere, te ne vai fuori dai coyotes.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^