Annunciata data per il secondo episodio di King's Quest

Annunciata data per il secondo episodio di King's Quest

Questo secondo appuntamento narrerà gli esordi di Re Graham come governante di Daventry, mentre un gruppo di goblin sta mettendo il regno in serio pericolo.

di Davide Spotti pubblicata il , alle 08:01 nel canale Videogames
Activision
 

Sierra ha annunciato che il secondo episodio del reboot di King’s Quest si intitolerà Rubble Without a Cause e sarà disponibile per il download a partire dal prossimo 15 dicembre. Questo secondo appuntamento narrerà gli esordi di Re Graham come governante di Daventry, proprio mentre un gruppo di goblin sta mettendo il regno in serio pericolo. Gli eventi saranno cronologicamente successivi rispetto al primo episodio A Knight to Remember, che si concentrava soprattutto sulla figura adolescenziale di Graham e sul periodo di apprendistato come cavaliere.

Nome immagine

“Re Graham riporta i giocatori ai tempi dei suoi primi tentativi come governante di Daventry. Quando una banda di goblin tiene in scacco il regno, un Graham fresco di incoronazione e poco preparato deve guidare un audace salvataggio allo scopo di liberare il suo popolo e dimostrare a se stesso di essere un leader meritevole. Ma le scelte che dovrà compiere lungo il cammino potrebbero avere conseguenze terribili per coloro che più fanno affidamento sulle sue doti”, è quanto si legge nella descrizione che accompagna l'episodio.

Rubble Without a Cause giunge sul mercato a diversi mesi di distanza da A Knight to Remember, che è stato pubblicato nel mese di luglio. Gli sviluppatori di The Odd Gentlemen hanno spiegato che questa cadenza è perfettamente in linea con i piani e pertanto non ci sono altre contingenze.

Matt Korba, fondatore del team di sviluppo e direttore creativo del progetto, ha dichiarato che l’approccio episodico adottato per King’s Quest trae spunto dalle serie inaugurate in questi anni da parte di Telltale Games. Tuttavia i capitoli di cui si compone King’s Quest sono di maggior durata e richiedono una quantità di lavoro superiore per essere completati. La struttura stessa del canovaccio narrativo comporta che debbano essere costruiti nuovi modelli e animazioni sia per tutti i personaggi principali che per il resto del cast. Inoltre gli eventi sono raccontati secondo un criterio diverso dall’abituale struttura presente nei telefilm, nei quali si aspetta con trepidazione la puntata successiva per proseguire gli eventi. In buona sostanza gli episodi di King’s Quest possono essere fruiti anche in maniera indipendente e questo fattore giustifica i lunghi tempi di attesa che intercorrono tra un’uscita e l’altra.

Peraltro le differenze tra un episodio e l’altro non si limiteranno alla componente narrativa. Al contrario saranno presenti anche evidenti variazioni di gameplay. A Knight to Remember era basato su una struttura che prevedeva il completamento di puzzle, esattamente come accadeva nei primi due capitoli di King’s Quest, pubblicati da Sierra nel 1983 e nel 1985. Rubble Without a Cause sarà invece ispirato maggiormente a King’s Quest 3: To Heir is Human e focalizzato sul concetto di fuga.

Vi ricordiamo che la serie è disponibile su PC, Xbox One, PlyaStation 4, PlayStation 3 e Xbox 360. Allo stato attuale A Knight to Remember è disponibile gratuitamente per tutti gli utenti abbonati al servizio PlayStation Plus.

0 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^