Ancora stealth con Saboteur

Ancora stealth con Saboteur

Pandemic Studios rivela il suo prossimo progetto: si tratta di un action/stealth ambientato nella seconda guerra mondiale.

di Rosario Grasso pubblicata il , alle 16:48 nel canale Videogames
 
L'ultimo numero della rivista americana GameInformer rivela i primi dettagli di Saboteur, nuovo action/adventure con elementi stealth sviluppato da Pandemic Studios. Il gioco è ambientato nella seconda guerra mondiale e offre un gameplay innovativo in ragione della miscela di tre generi apparantemente distanti: azione su mondo open-ended, platform e stealth.

Il giocatore fa parte della resistenza francese che si oppone al tentativo di invasione dell'esercito nazista. Il gameplay si basa su atti di sabotaggio, volti a ridimensionare le velleità dell'esercito nemico e a scombussolarne i piani.

La caratteristica maggiormente innovativa di Saboteur riguarda un aspetto prettamente cromatico. Sostanzialmente, prima che le missioni di sabotaggio abbiano esito positivo il mondo di gioco è renderizzato in bianco e nero ma, una volta portate a compimento le missioni, parti della città assumono la loro reale colorazione. Le persone nell'area liberata, inoltre, acquisiscono fiducia e si oppongono con maggior vigore all'invasore.

Saboteur al momento non ha un distributore ufficiale, né vengono forniti dettagli circostanziati sulle piattaforme di destinazione. L'uscita è, invece, pianificata nel 2008. Pandemic Studios è fino ad oggi conosciuta per le serie Star Wars: Battlefront e Mercenaries. Il prossimo progetto della software house che verrà pubblicato è proprio Mercenaries II: World in Flames, titolo di nuova generazione previsto per XBox 360, PlayStation 3, PlayStation 2 e PC.

8 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
The Predator19 Marzo 2007, 17:10 #1
Il fatto che miscela tre generi diversi è interessante,ma non sò fino a che punto sia innovativo,meglio aspettare i primi video e qualche informazione in più per vedere come è e se è davvero innovativo rispetto ad altri titoli.
darkfear19 Marzo 2007, 17:34 #2

ma...

ma nn esisteva gia' un gioco chiamato "Sabouter" per PS1?

quello del uomo con la spada e il lupo...1 cosa del genere :S
en®19 Marzo 2007, 17:45 #3
stupendo
nudo_conlemani_inTasca19 Marzo 2007, 18:30 #4
edit
isda20 Marzo 2007, 09:01 #5
Ha tutte le carte in regola per far parlare di se....

Staremo a vedere!!!
killer97820 Marzo 2007, 09:10 #6
Ben vengano titoli con qualcosa di nuovo nel gameplay!!

Cavolo nessuno che pensa a qualcosa di diverso dalla solita guerra, magari un poliziesco alla Max Payne tra le strade di New York con grafica da urlo, sarebbe davvero il max
nudo_conlemani_inTasca20 Marzo 2007, 18:00 #7
Originariamente inviato da: killer978
Ben vengano titoli con qualcosa di nuovo nel gameplay!!

Cavolo nessuno che pensa a qualcosa di diverso dalla solita guerra, magari un poliziesco alla Max Payne tra le strade di New York con grafica da urlo, sarebbe davvero il max

Questo ti fa capire (e si era capito da 1 pezzo) la povertà di ricchezza/estro/e fantasia che manca in questo mare di cose tutte uguali.. tutte format.. già precompilate/studiate/prestampate e che ci appioppano quotidianamente (studi di mercato pure sui videogiochi) o in generale sul mercato dell'intrattenimento (mercato cmq. molto ricco con introiti multi-miliardari.. tutt'ora).
Questo studio sistematico su cosa al pubblico può piacere o non piacere, il fatto che studiano "a tavolino" se 1 titolo può/non può vendere lascia ben poco spazio a fantasia/creatività, perchè quello che deve tornare sono i conti e non si può sbagliare.

Capisci bene che questo è la morte di tutto.. sono pochissimi i titoli che spiccano per q.cosa di originale.. insoma "che osano".
Perchè vuol dire per il mercato che se sperimenti, tenti 1 titolo diverso e non vendi hai fatto 1 flop, 1 buco economico/voragine per la sw howse in cui lavori e sviluppi e tutti a casa..

Questo è il mercato dei numeri, del fatturato e di scelte mirate e calcolate.
Tutti gli FPS sono simili e ne sfornano a kili.. perchè?
Perchè è 1 genere piace -> vende.

Perchè "Scrapland" non ha venduto 1 mazza?
Non rientra nei gusti del pubblico "di massa".
Al di là della qualità realizzativa del titolo in sè, è solo 1 esempio.

Con 1 mercato del genere, dove devi andare?
Credo che tutto si spieghi da solo.
Vedi che vanno a rispolverare "vecchie glorie" anni '90, tipo:
Sensible Soccer, o avventure grafiche "vecchio stile".. perchè?

Perche erano prodotti che piacevano, che avevano contenuto, lasciavano spazio alla creatività.. erano altri tempi, e quindi 1 altro mercato.

Questo è il mio POV, IHMO.
Magari in q.cosa ti indentifichi anche tu.. non sono più i tempi di Geoff Crammond.

ciao.
FRANLELLI10 Maggio 2008, 12:48 #8
ERA UN GIOCO PER C64... e a causa della veneranda età ci ho anche giocato....

il link alla recensione per chi volesse vederlo..

http://www.lemon64.com/?mainurl=htt....php%3Fid%3D393

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^