Ancora minacce di morte per Anita Sarkeesian

Ancora minacce di morte per Anita Sarkeesian

La giornalista che critica l'atteggiamento dei giocatori di oggi continua a essere perseguitata da un gruppo di facinorosi.

di Rosario Grasso pubblicata il , alle 11:01 nel canale Videogames
 

"La più tragica sparatoria in una scuola nella storia americana", è la minaccia che è giunta alla Utah State University. Sarà attuata se l'università consentirà, come previsto, ad Anita Sarkeesian di parlare alla scuola, secondo quanto riferisce Standard Examiner.

Anita Sarkeesian

Come ben noto, è solo l'ultima di una serie di violente minacce indirizzate a donne che operano all'interno dell'industria dei videogiochi. L'ultimo messaggio non contiene l'hashtag #GamerGate, ma è dello stesso tenore dei precedenti.

Si sono già mosse le autorità, visto che il Center for Women and Gender Studies ha contattato la sicurezza del campus universitario coinvolto nelle minacce. L'università, però, sembra intenzionata a confermare il suo programma di interventi dedicato ai videogiochi e al mondo dell'intrattenimento.

Il molestatore ha anche aggiunto che la Sarkeesian "sta sbagliando tutto" e ha corredato il messaggio con una serie di feroci insulti. "Voglio scrivere il mio manifesto con il suo sangue, e testimonierò tutte le bugie perpetuate dalle femministe e il veleno che hanno gettato sui maschi d'America". Sarebbe inoltre dotato di un arsenale di tutto rispetto, con fucili semiautomatici, pistole e bombe artigianali.

La Sarkeesian, d'altronde, non è nuova a minacce di morte, nate soprattutto dopo il suo lavoro Tropes vs. Women in Video Games. Ma ha ricevuto altre minacce anche per aver ricevuto il premio Ambassador al Game Developers Conference di marzo per il suo ruolo all'interno dell'industria. Nel mese di agosto, qualcuno su Twitter ha pubblicato il suo indirizzo di casa e ha minacciato di ucciderla, costringendola ad abbandonare casa.

Casi del genere sono capitati anche ad alcune sviluppatrici, come Brianna Wu. L'apertura del mondo dei videogiochi alle donne e a generi meno impegnati rispetto alla tradizione è fortemente osteggiata da alcuni, fino a sfociare in casi di violenza come quelli appena documentati. Continuiamo a rimanere allibiti davanti all'astio che dimostrano alcuni, anche perché non vediamo come possa portare a qualcosa di buono.

41 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Benna8015 Ottobre 2014, 11:12 #1
La gente sta male, e soprattutto non ha un c**o da fare tutto il giorno se può permettersi certe cose.

BTW, quanto è f**a sta tipa?
Sputafuoco Bill15 Ottobre 2014, 11:47 #2
Ovviamente mi dissocio da queste minacce, ma storicamente questo è ciò che succede a chiunque cerchi di limitare la libertà, come sta facendo questa signorina. I videogiochi non hanno bisogno né di regolamentazione, né di politicamente corretto, né di femminismo (forma di nazismo). Promuovendo questa campagna contro la libertà, si mette da sola nel mirino di gente disturbata e criminale.
s12a15 Ottobre 2014, 11:59 #3
Sempre che non sia una strategia di PR studiata a tavolino, dopotutto ci guadagnano tutti no? Anche HWUpgrade facendo cassa di risonanza a queste "notizie" e click click click.
Bivvoz15 Ottobre 2014, 12:26 #4
Originariamente inviato da: Sputafuoco Bill
I videogiochi non hanno bisogno né di regolamentazione, né di politicamente corretto, né di femminismo (forma di nazismo). Promuovendo questa campagna contro la libertà, si mette da sola nel mirino di gente disturbata e criminale.


Infatti la devono finire di triturare le gonadi con ste menate.

Sulle minacce se fossero in Italia me ne curerei poco visto che al 99% proverrebbero da nerd brufolosi che pensano di essere nella realtà come in bf4 o assassin's creed ma che in realtà prenderebbero 4 sberle anche dalla signorina in questione.
Però in america vendono i bazooka in farmacia senza ricetta e ci andrei più cauto.
Dom7715 Ottobre 2014, 12:30 #5

la minacciano?


io la inviterei a casa, troppo Bella!
san80d15 Ottobre 2014, 12:31 #6
Originariamente inviato da: Benna80
La gente sta male, e soprattutto non ha un c**o da fare tutto il giorno se può permettersi certe cose.


su questo non vi e' dubbio
qboy15 Ottobre 2014, 12:32 #7
"le bugie perpetuate dalle femministe e il veleno che hanno gettato sui maschi d'America"
mia cugina di 5 anni sa insultare meglio, ma in che anno siamo che parliamo di maschi e di femmine ok che c'è una tendenza a dire sempre che le donne sono in minoranza in fatto di diritti ecc ma qui si cade nel ridicolo
Originariamente inviato da: Benna80
La gente sta male, e soprattutto non ha un c**o da fare tutto il giorno se può permettersi certe cose.

BTW, quanto è f**a sta tipa?


vera la prima parte che dici, ma la seconda consideri f**a questa signorina?
sbazaars15 Ottobre 2014, 12:35 #8
Tutto sto casino per queste cavolate... con tutti i problemi che ci stanno in questo mondo (e in questo periodo ancora di più vedi guerre, ebola, crisi finaziaria ecc... ci si impegna ad attaccare e difendere i videogame...ma che caxx... un po' di buon senso no??
AlexSwitch15 Ottobre 2014, 12:54 #9
Quanto tempo sprecato da parte di queste persone evidentemente e futilmente nullafacenti...
jappetto15 Ottobre 2014, 13:48 #10

Ok...

Minacce di morte non vanno mai fatte (ogniuno è libero di esprimersi senza danneggiare altri). Comunque non so se avete mai sentito i suoi discorsi e quante boiate è in grado di dire in una volta sola lol. Roba aggiacciante.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^