AMD al lavoro con Stardock per creare la grafica DirectX 12 di Ashes of the Singularity

AMD al lavoro con Stardock per creare la grafica DirectX 12 di Ashes of the Singularity

Ashes of the Singularity è uno strategico in tempo reale in fase di sviluppo presso Oxide Games attualmente in Steam Early Access. L'ultima build include il supporto alle DirectX 12 realizzato in collaborazione con AMD.

di Rosario Grasso pubblicata il , alle 11:01 nel canale Videogames
AMDSteam
 

Ashes of the Singularity è un nuovo RTS per PC che si contraddistingue per la presenza di tante unità sulle ampie mappe di gioco. È sviluppato da Oxide Games con un motore a 64 bit che sarà tra i primi a supportare le DirectX 12 e prodotto da Stardock.

Ashes of the Singularity

AMD sta lavorando insieme ai tecnici di Oxide per ottimizzare questo complesso motore e sfruttare il più possibile le DirectX 12 e il nuovo concetto dell'asynchronous shading/computing proprio delle API introdotte con Windows 10. Ashes of the Singularity richiede infatti molta potenza di calcolo e grossa capacità di parallelizzazione dei processi elaborativi, proprio perché questo gioco renderizza decine di migliaia di oggetti 3D contemporaneamente su schermo.

Proprio per risolvere questo problema Oxide Games ha creato il Nitrous Engine alla base di Ashes of the Singularity in modo che sia in grado di sfruttare le più recenti tecnologie hardware e software dedicate al gaming. Tra queste il multi-threaded command buffer delle DX12 che permette ai core della CPU di fornire i dati alla GPU in modo che questa non sia in alcun momento inoperosa.

L'asynchronous compute shader, invece, distribuisce le operazioni tra più thread a seconda di quelli che sono i thread liberi, allo scopo di abbreviare i tempi di rendering delle immagini. Questo riduce la latenza nelle interazioni e migliora le prestazioni sia della grafica tradizionale che di quella delle applicazioni di realtà virtuale. Il che si traduce nel fatto che tutte le risorse hardware della GPU sono sempre impegnate a svolgere un compito.

Tutto questo è possibile grazie alla capacità delle DirectX 12 di accedere all'hardware al livello più basso, il che consente ai giochi e alle applicazioni di interfacciarsi direttamente con le varie code di elaborazione e modificarle in maniera da utilizzare completamente e in ogni momento gli array di shader ALU a disposizione della GPU. Abbiamo già visto come funzionano gli Asynchronous Shader qui e qui.

Tornando ad Ashes of the Singularity, si tratta di un RTS in cui il giocatore deve andare alla ricerca di risorse sparse in tutto il mondo al fine di costruire nuove armate, ricercare nuove tecnologie ed essere così in grado di affrontare gli eserciti nemici. Il giocatore può appunto costruire centinaia di unità molto dettagliate graficamente, alcune delle quali di grosse dimensioni e dotate di diverse bocche di fuoco. L'intelligenza artificiale è in grado di gestire questi vasti eserciti creando complesse strategie e giocando con le stesse regole del giocatore, il che richiede molta potenza di calcolo anche lato CPU con un processore quad core come requisito minimo.

Per conquistare l'intero mondo, il giocatore deve essere quindi in grado di combattere su fronti molteplici con differenti armate, spostando adeguatamente l'attenzione e determinando le giuste priorità. Il tutto anche in multiplayer con la possibilità di affrontare sfide classificate e non.

La versione definitiva di Ashes of the Singularity è prevista per il 22 marzo, mentre, come detto, il gioco è adesso disponibile in Early Access su Steam.

4 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Marok25 Febbraio 2016, 11:44 #1
Ok pensare alla grafica, ma al gioco chi ci pensa?
Madcrix25 Febbraio 2016, 12:03 #2
Questi sono quelli pagati da AMD per dire che Nvidia non ha asynchronous shading/computing su Maxwell
Braccop25 Febbraio 2016, 12:53 #3
Originariamente inviato da: Madcrix
Questi sono quelli pagati da AMD per dire che Nvidia non ha asynchronous shading/computing su Maxwell


gia'...
mirkonorroz25 Febbraio 2016, 16:56 #4
L'importante e' che il prodotto finale si possa distinguere nettamente, ad esempio, dai supreme commander (moddati) anche in qualita' grafica, altrimenti si' ok e' un buon uso delle nuove librerie ma non si capira' il vantaggio paragonandolo ai suddetti giochi che sui sitemi di adesso dovrebbero girare comunque abbastanza bene.
Vedremo.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^