Amazon lancia l'SDK C++ per gli sviluppatori di videogiochi che usano AWS

Amazon lancia l'SDK C++ per gli sviluppatori di videogiochi che usano AWS

Amazon Web Services (AWS), il servizio di cloud pubblico di Amazon che permette agli sviluppatori di creare ed eseguire applicazioni da remoto, ha annunciato la disponibilità del nuovo SDK per il popolare linguaggio di programmazione orientato agli oggetti.

di Rosario Grasso pubblicata il , alle 08:01 nel canale Videogames
Amazon
 

Il nuovo SDK si aggiunge alla schiera di SDK già messi a disposizione da Amazon agli sviluppatori di videogiochi. Tra questi troviamo quelli di Google Go, Microsoft .NET, Node.js, PHP, Python, Ruby e Scala. Il nuovo software consente agli sviluppatori di creare con maggiore facilità codice che possa essere direttamente agganciato all'infrastruttura cloud di Amazon Web Services.

AWS viene già utilizzato da diversi produttori e sviluppatori di videogiochi come Ubisoft, Supercell e Naughty Dogs. Rifinire gli strumenti ed estendere il supporto è molto importante per Amazon, anche perché si trova a fronteggiare la competizione di diversi rivali come Microsoft, Google, IBM, VMware e altre compagnie ancora.

D'altra parte è curioso come Amazon introduca l'SDK di C++ così tardi, visto che risulta essere uno dei linguaggi di programmazione più diffusi presso i programmatori di videogiochi. Figura, infatti, al settimo posto sia tra le tecnologie più popolari secondo il sondaggio di Stack Overflow che tra i linguaggi più usati su GitHub. Allo stesso tempo, Scala non rientra fra i primi dieci posti in nessuna delle due graduatorie.

"L'SDK è indirizzato specificamente agli sviluppatori di videogiochi, anche se abbiamo lavorato duramente per mantenere un'interfaccia che possa andare bene anche per i lavori professionali e per quei progetti che hanno bisogno dell'efficienza del codice nativo", ha scritto Jonathan Henson, software development engineer di Amazon, in un post sul blog di AWS.

Per scaricare l'SDK C++ per AWS da GitHub cliccate qui.

2 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
LordSilver07 Settembre 2015, 16:21 #1
Ottima notizia. Tra l'altro, mi ero perso il sondaggio condotto da StackOverflow: davvero interessante.
Antonio2307 Settembre 2015, 18:19 #2
nel sondaggio di stack overflow l'italia non compare in nessuna classifica... come al solito

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^