Allarme bomba nella sede di Gearbox

Allarme bomba nella sede di Gearbox

La squadra artificieri del dipartimento di polizia di Plano, Texas, è intervenuta presso la sede di Gearbox Software per un falso allarme bomba.

di Rosario Grasso pubblicata il , alle 16:31 nel canale Videogames
 

Randy Pitchford, il CEO dello studio che, tra gli altri, ha realizzato Borderlands, ha denunciato il falso allarme bomba tramite una serie di tweet. Secondo la ricostruzione di Pitchford, è stato necessario l'intervento della squadra artificieri del dipartimento di polizia di Plano, Texas, che si è recato sul posto con un robot dopo aver ricevuto un criptico messaggio con una minaccia alla sicurezza.

Non è la prima volta che negli ultimi mesi dei professionisti del mondo dello sviluppo di videogiochi sono stati minacciati con falsi allarmi bomba. Alla fine di agosto, il noto gruppo di hacker Lizard Squad aveva postato un tweet con cui si affermava che l'aereo della America Airlines con a bordo il presidente di Sony Online Entertainment, John Smedley, stava trasportando degli esplosivi. Quell'intervento su Tweet comportò un dirottamento dell'aereo rispetto ai piani iniziali, visto che venne fatto atterrare a Phoenix invece di proseguire per la sua destinazione orgininaria, San Diego.

Su questo caso sta indagando l'FBI. Lizard Squad, oltretutto, la scorsa settimana è stato responsabile di un attacco DDOS al PlayStation Network, che ha messo fuori uso il servizio digitale per le console PlayStation per diverse ore.

Ricordiamo, infine, che Gearbox Software, la quale si appresta a rilasciare Borderlands The Pre-Sequel, è coinvolta in un'azione legale, insieme a SEGA, a proposito della campagna di promozione di Aliens Colonial Marines. A tal proposito sono uscite da poco le prime recensioni del nuovo Alien Isolation, il quale ha ottenuto voti lusinghieri da diversi siti del settore e per questo ha portato a un riacutizzarsi della polemica inerente la scarsa qualità del precedente videogioco su Alien sviluppato da Gearbox.

2 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Horizont06 Ottobre 2014, 16:40 #1
Da una prima ricostruzione degli eventi si ipotizza che il colpevole possa somigliare all'individuo nella foto

Link ad immagine (click per visualizzarla)
fukka7506 Ottobre 2014, 16:56 #2
dite la verità: chi di voi si è sbagliato e pensava fossero gli studi di EA?

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^