Al via la quotazione di Zynga, seconda solo a Google

Al via la quotazione di Zynga, seconda solo a Google

Come anticipato dai rumor, Zynga ha avviato la quotazione in borsa e comunicato i prezzi delle azioni. Si tratta dell'offerta al mercato più grande dal debutto in borsa di Google nel 2004.

di Rosario Grasso pubblicata il , alle 09:41 nel canale Videogames
Google
 

Zynga ha annunciato i prezzi della sua offerta pubblica iniziale che ne sancisce l'ingresso in borsa. Ha messo sul mercato 100 milioni di azioni al prezzo di 10 dollari per azione, con un'offerta al mercato complessiva di un miliardo di dollari. Si tratta, quindi, del più grande ingresso in borsa dal 2004, quando Google raccolse 1,4 miliardi di dollari con la sua IPO.

La parte del capitale di Zynga disponibile per le contrattazioni è il 14%, quindi superiore a quella offerta nelle altre IPO legate a internet avvenute quest'anno, come Groupon, LinkedIn e Pandora, che si erano fermate al 10% del loro capitale. Il titolo comincerà a essere scambiato al Nasdaq sotto il simbolo ZNGA.

Offrire le azioni a 10 dollari dà una valutazione complessiva a Zynga di 8,9 miliardi di dollari, inferiore ai 10 miliardi anticipati dalle indiscrezioni di qualche giorno fa e alla valutazione tra 15 e 20 fatta nei mesi scorsi. Tuttavia, Zynga ha adesso una valutazione superiore a quella di Electronic Arts, che si attesta sui 6,93 miliardi di dollari, ed è seconda nell'intero panorama videoludico solo ad Activision Blizzard, che ha una valutazione di 13,57 miliardi di dollari.

Questi dati hanno però poco senso in valore assoluto: bisogna infatti rapportare le valutazioni e i fatturati agli anni di presenza sul mercato. Il fatto che Zynga sia stata fondata nel 2007, mentre Electronic Arts esista dagli albori dell'industria dei videogiochi, ovvero dal 1982, rende la prima compagnia una delle più rapide a raggiungere risultati commerciali così validi.

Electronic Arts registra ancora vendite per 4 miliardi di dollari all'anno, mentre Zynga ha ottenuto vendite per 1,5 miliardi di dollari da quando esiste. La stessa Activision Blizzard mantiene ancora vantaggi importanti su Zynga e sull'emergente mercato dei social game. Modern Warfare 3, infatti, ha ottenuto vendite per un miliardo di dollari in soli sedici giorni, il che costuisce il record assoluto di vendite per un prodotto dell'industria dell'intrattenimento intesa in senso generale. Activision Blizzard, inoltre, conta ancora 11 milioni di utenti paganti per World of Warcraft, mentre Zynga si ferma a 7,7 milioni di utenti paganti, solamente il 2,5% tra tutti gli utenti dei suoi giochi.

D'altronde la crescita del mondo social è evidente, con proporzioni che attualmente è difficile definire. Zynga ha fatturato 829 milioni di dollari nei primi nove mesi dell'anno, il 90 per cento da Facebook, il quale dovrebbe essere il prossimo colosso di internet a quotarsi in borsa. Si parla addirittura di una IPO da 10 miliardi di dollari, che valuterebbe il totale di Facebook in 100 miliardi di dollari.

4 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
NemesiAlata16 Dicembre 2011, 11:37 #1
Vergognoso.. il giorno in cui scoppierà anche questa bolla mi faro' 4 risate...
piererentolo16 Dicembre 2011, 14:04 #2
Originariamente inviato da: NemesiAlata
Vergognoso.. il giorno in cui scoppierà anche questa bolla mi faro' 4 risate...


giuro, pensavo la stessa identica cosa!
Intanto però adesso c'è gente che fà soldi (e parecchi)
OldBlackStreet16 Dicembre 2011, 14:52 #3
Il giorno in cui scoppierà una crisi peggiore di quella ttuale si sta avvicinando...
stetteo17 Dicembre 2011, 14:29 #4
La valutazione è stata grandiosa, molto meno l'andamento del titolo!
Ricordo che dopo una partenza ritardata e una giornata in altalena il titolo ha chiuso a 9,50$

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^