Activision: profitti solo per Microsoft con XBox Live

Activision: profitti solo per Microsoft con XBox Live

Secondo il CEO della compagnia, il 60% degli utenti di XBox Live si sono iscritti per giocare a Call of Duty.

di Rosario Grasso pubblicata il , alle 13:48 nel canale Videogames
MicrosoftXboxActivisionCall of Duty
 

Bobby Kotick, presidente e CEO di Activision Blizzard, si aggiunge al coro di proteste sulla politica di Microsoft con XBox Live. Secondo le dichiarazioni rilasciate da Kotick al Financial Times, Microsoft impedirebe ai produttori di terze parti di collaborare finanziariamente per lo sviluppo di XBox Live.

"Secondo i nostri dati il 60% degli utenti di XBox Live si sono iscritti per giocare a Call of Duty", dice Kotick. "Tuttavia, non siamo in grado di partecipare finanziariamente allo sviluppo del sistema e non possiamo trarre vantaggi economici. Vorremmo avere più valore derivante dai milioni di giocatori del Live, ma non è il nostro network".

In realtà Activision ha dei profitti sulla vendita dei DLC, ma vorrebbe monetizzare la quantità di tempo che i giocatori passano sui server di gioco. Per questo motivo, ad esempio, non intende creare una versione XBox 360 di World of WarCraft, anche se in quel caso ci sono ulteriori limiti di carattere tecnico e di interfacciamento. Ricordiamo che su PC i giocatori di World of WarCraft devono pagare un canone mensile.

"Il PC è sempre la piattaforma di riferimento per il gioco online", aggiunge Kotick. "I giocatori per PC però occupano una nicchia nell'industria dei videogiochi, mentre l'industria ha bisogno di un'utenza più ampia. Activision ha sempre prodotto e distribuito su tutte le piattaforme. Le console offrono ormai tanti strumenti, però si sente la mancanza di alcuni sistemi di interfacciamento", conclude Kotick che probabilmente si riferisce all'impossibilità di giocare con il mouse agli sparatutto o agli stessi MMORPG.

"Il riconoscimento della voce potrebbe costituire in futuro un valido strumento per creare forme di gameplay creative", dice ancora Kotick pensando ai vantaggi che Kinect potrebbe dare agli sviluppatori.

Kotick non è l'unico insider dell'industria che critica XBox Live. Square Enix, come riportato qui, ha deciso di non creare la versione XBox 360 di Final Fantasy XIV proprio perché Microsoft intende il Live come un ambiente chiuso. "Il Live è sensibilmente diverso dagli altri ambienti su internet. Volevamo avere una versione console di Final Fantasy XIV, ma anche un ambiente che fosse simile a quello PC, e l'unica scelta possibile in questo senso è PlayStation 3", ha detto Hiromichi Tanaka, vice presidente della divisione sviluppo di Square Enix.

28 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Spectrum7glr06 Luglio 2010, 13:59 #1
forse più che "collaborare finanziariamente allo sviluppo del live" questi vogliono far collaborare il loro portafoglio con quello di MS: secondo me l'unico ostacolo è non poter mettere le mani sul malloppo altro che sviluppo della piattaforma.
ion206 Luglio 2010, 14:03 #2
Ma se non hanno nemmeno i server, cosa vogliono pure essere pagati sul nulla?
wijjyu06 Luglio 2010, 14:14 #3
"Il PC è sempre la piattaforma di riferimento per il gioco online", aggiunge Kotick. "I giocatori per PC però occupano una nicchia nell'industria dei videogiochi, mentre l'industria ha bisogno di un'utenza più ampia. Activision ha sempre prodotto e distribuito su tutte le piattaforme. Le console offrono ormai tanti strumenti, però si sente la mancanza di alcuni sistemi di interfacciamento", conclude Kotick che probabilmente si riferisce all'impossibilità di giocare con il mouse agli sparatutto o agli stessi MMORPG.

Nicchia eh? e infatti metà se non più dei profitti di activision viene fuori da un certo World of Warcraft. Gioco che come dice kotick è solo su cons... AH NO!!
E il loro MW2 che ha venduto relativamente poco su pc, è stato però giocato su pc da molti milioni di persone rendendo la versione pc probabilmente la più usata, anche se purtroppo mi riferisco a una versione craccata. La prossima volta che sento che il pc è una nicchia gli mando una mail a sti activision.
comunque questa è la conferma che ora come ora anche il Live, cavallo di battaglia della piattaforma xbox sta perdendo un bel po' dei suoi vantaggi rispetto a PSN e Steam
Pashark06 Luglio 2010, 14:16 #4
No per carità... con tutto il rispetto della Activision/Blizzard (anche se temo la lag e la tenuta dei loro blade server) meglio lasciare tutto in mano a MS.

Non ci sono garanzie, ma con questa infrastruttura si può giocare traquillamente a giochi vecchissimi (in termini consolari) e rischiare di beccare anche qualcuno in rete, privatizzando la cosa invece detterebbero legge i produttori (a cui interessa vendere il gioco più recente ovviamente non un Classic); a mamma MS invece basta farti fare l'account, anche per giocare ad un Arcade.

Il concetto che uno sviluppatore debba anche essere pagato per il tempo che i giocatori passano su un determinato titolo è pericolosamente vicino alla remunerazione dei cantanti... Non è certo colpa mia se i titoli da 10 ore costano quanto quelli da 60/200..
Riccardo8206 Luglio 2010, 14:17 #5
stra super mega quotone a :Spectrum7glr
Human_Sorrow06 Luglio 2010, 14:17 #6
"Tuttavia, non siamo in grado di partecipare finanziariamente allo sviluppo del sistema e non possiamo trarre vantaggi economici. Vorremmo avere più valore derivante dai milioni di giocatori del Live, ma non è il nostro network"

Questa frase dice tutto.
Non gli piace Live perché non ci possono guadagnare ...


Pashark06 Luglio 2010, 14:23 #7
"Secondo i nostri dati il 60% degli utenti di XBox Live si sono iscritti per giocare a Call of Duty", dice Kotick.

Insomma, li vorrei vedere questi dati.. Leggono nel pensiero o nelle confezioni di CoD danno un chip neurale?
Elrim06 Luglio 2010, 14:28 #8
Kotick è il diavolo; è risaputo.
Perseverance06 Luglio 2010, 14:29 #9
Parere mio (?) o questi quà non sanno più come svenarci dai portafogli? Voglion tutti prendere i soldi...."e io pago!"
ThePunisher06 Luglio 2010, 14:31 #10
Activision ha rotto le palle. Vende i giochi a prezzi assurdi (vedi Steam) con margini che gli altri si sognano e poi pretende pure che ci siano tanti a comprarli a quei prezzi. E ora vorrebbe addirittura dei guadagni su quante ore gioco online. Ma baffanculo.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^