Accordo Eidos-Valve per la distribuzione tramite Steam

Accordo Eidos-Valve per la distribuzione tramite Steam

Eidos Interactive ha raggiunto un accordo con Valve per la distribuzione dei propri videogiochi per PC tramite la piattaforma Steam.

di Rosario Grasso pubblicata il , alle 09:12 nel canale Videogames
Steam
 
Eidos Interactive ha raggiunto un accordo con Valve per lo sfruttamento della piattaforma Steam. Diverse serie popolari come Tomb Raider, Hitman e Commandos verranno, pertanto, distribuite in formato digitale. Eidos si aggiunge ad una lista di prestigiose software house che già usufruiscono di Steam: Activision, Majesco, 2K Games fanno parte di questo elenco.

Steam, pertanto, offre i seguenti titoli: Battlestations: Midway, Hitman: Blood Money, Hitman 2: Silent Assassin, Hitman: Codename 47, Just Cause e quattro giochi della serie Commandos: Strike Force, Men of Courage, Destination Berlin e Behind Enemy Lines. I prezzi di questi giochi, fino al 26 marzo, sono inferiori del 10 % rispetto alle versioni commercializzate secondo le tradizionali modalità.

Anche i futuri giochi prodotti dalla sussidiaria di SCi Entertainment verranno distribuiti tramite Steam. Dunque, l'atteso Tomb Raider: Anniversary sarà distribuito in formato digitiale, oltre che nella tradizionale versione scatolata. Si aggiungeranno all'offerta Scudetto 2007 e altri episodi della serie Tomb Raider.

16 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Kharonte8517 Marzo 2007, 10:48 #1
Sicuramente continuro' a prendere le versioni in scatola...e sinceramente spero che per giocarci nn bisognera' nemmeno attivarlo Steam (nn si vede che lo detesto )...

10%...potrei capire se fosse il 20/30%...
Spellsword17 Marzo 2007, 10:57 #2
giustamente detto da Kharonte! 10% in meno per:
non avere la scatola, non avere il manuale(mai letto ma fa lasua porca figura), non avere il cd originale, insomma avere un a tutti gli effetti un prodotto di qualità pirata!

fate un pò voi..
Manwë17 Marzo 2007, 11:56 #3
Vi straquoto entrambi, la penso esattamente come voi. 29€ per avere la stessa roba che si ha scaricando il gioco da un torrent piuttosto che da emule non ha senso.

Sta però di fatto che, a parte le inculate dei prezzi, la piattaforma Steam macina ed è anche stabile.
Al contrario di com'è successo per quella roba di EA downloader, che è morto dopo qualche mese di vita. Stessa fine che farà quella boiata che s'è inventata Microsoft per i gioco su windows vista.
bejo17 Marzo 2007, 12:17 #4
a me steam piace molto invece!!! puoi scaricarti i giochi nel tuo profilo diverse volte...molto bello...veloce e legale
Firefox_Rulez17 Marzo 2007, 12:25 #5
Beh in effetti avere sempre il gioco aggiornato alle ultime patch e non dover inserire seriali per giocare online è decisamente comodo ^^
sari17 Marzo 2007, 12:32 #6
La scatola del rivenditore di fiducia è sempre la migliore delle scelte, di fatto però Steam rende semplice aggiornare i giochi e il multiplayer. E', a mio parere, un ottimo prodotto.

Per risolvere il problema prezzo basta aspettare... dopo qualche mese da 50 euro si passa a 30-35, dopo un anno si e' gia' a 15 euro.
stgww17 Marzo 2007, 16:06 #7
Igiochi appena usciti scontati del 10% si trovano nei super mercati....
Lo risparmiano scatola cd, libretto, distribuzione e me le fanno pagae il 10% in meno???
Utile solo per i giochi on-line per le motivazioni sopra citate
Pancho Villa17 Marzo 2007, 16:35 #8
Ma quindi questi giochi dovranno essere lanciati da Steam? E il multiplayer come sarà gestito?
Vedendo il prezzo di Blood Money però mi viene qualche dubbio. Lo vendono a 36$ più tasse quando su Amazon lo trovo a 12,5 £ (e qualche settimana fa lo svendevano a 10 £..). Su Play.com invece si trova a 28 €, peccato che l'abbiano esaurito al momento. Qualcuno sa a quanto lo vendono da MW invece?
Alla fine preferisco anche io comprare dalla distribuzione tradizionale; almeno fino a quando non ci sarà una vera convenienza economica dal comprarlo su Steam, soprattutto per i giochi Valve. Infatti quelli li prendi al supermercato dove li paghi meno e poi hai un gioco in tutto e per tutto uguale a quello scaricato, con tanto di aggiornamenti automatici. Per i giochi di terze parti come quelli di Eidos e Activision invece l'unico vantaggio è quello delle patch, effettivamente. Apprezzabile il fatto che i publisher stiano convergendo tutti su Steam senza creare ognuno il loro programma. Già Steam ha abbastanza bug...
Max_R17 Marzo 2007, 21:58 #9
Originariamente inviato da: Kharonte85
Sicuramente continuro' a prendere le versioni in scatola...e sinceramente spero che per giocarci nn bisognera' nemmeno attivarlo Steam (nn si vede che lo detesto )...

10%...potrei capire se fosse il 20/30%...
D'accordissimo... E c'è chi dice che è una vera rivoluzione che permetterà di non dover più ricorrere al supporto argenteo... Mavalà... Se è la cosa migliore che ci sia! Dove sono finiti i collezionsti? E' tutto così superficiale... Anche i giochi usa e getta ci mancavano
Pr|ckly17 Marzo 2007, 22:44 #10
Teniamo presente che il gioco è di Eidos, quindi se Eidos decide che il prezzo sarà 100 euro, quello sarà il prezzo.

Oggi il digital delivering non è ancora in grado di eliminare la distribuzione nei negozi, quando sarà in grado di farlo allora imho i prezzi potranno davvero essere più bassi, ora come ora steam è una tecnologia che si affianca ai negozi.

Poi chiaro che chi ama lo scatolato andrà ancora in negozio, io di copertine e manuali non me ne faccio una mazza, se posso avere un account dove conservare i miei giochi e scaricarli come e quando voglio ne approfitto subito, anche se costa tale e quale alla copia in negozio.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^