2K Marin: lo shooter su Xcom esiste ancora

2K Marin: lo shooter su Xcom esiste ancora

2K Games ha rivelato per la seconda volta il suo shooter su Xcom. Uscirà nel prossimo mese di agosto con il titolo The Bureau: Xcom Declassified.

di Rosario Grasso pubblicata il , alle 13:01 nel canale Videogames
2K Games
 

Lo sviluppo di questo gioco è stato enormemente travagliato. Annunciato per la prima volta nell'aprile 2010 come sparatutto in prima persona e mostrato, in veste abbastanza smagliante, a qualche E3, il titolo è successivamente tornato in fase di progettazione. Adesso 2K Games lo ri-annuncia come sparatutto in terza persona.

The Bureau: Xcom Declassified

Affidato al team di BioShock 2, 2K Marin, il gioco prende adesso il nome di The Bureau: Xcom Declassified ed è previsto nei formati PC, PlayStation 3 e Xbox 360 per il prossimo 20 agosto nel Nord America e 23 agosto in Europa. A prezzo pieno.

The Bureau è uno sparatutto tattico in terza persona basato su squadre. Il team vuole stabilire una forte dicotomia rispetto all'altro titolo Xcom recentemente rilasciato, ovvero il fortunato Enemy Unknown, offrendo ai giocatori la possibilità di vivere l'universo Xcom in tempo reale, in opposizione alla struttura a turni del gioco precedente.

Secondo 2K Marin il franchise gira intorno a sei concetti che iniziano tutti per T: team, tecnologia, strumenti (tools in inglese), tattica, terrore e tensione. Nel nuovo Xcom non mancheranno però elementi tipici della serie come la gestione della base e le ricerche su reperti di origine aliena.

I giocatori, poi, potranno impartire ordini in tempo reale ai compagni della squadra d'assalto gestiti dall'IA attraverso un sistema definito Battle Focus. Si potrà ordinare di aggirare il nemico, di fare fuoco di copertura, di sfruttare le posizioni sopraelevate o di dispiegare l'abilità speciale del soldato, acquisita con il progredire dell'esperienza. Il team di sviluppo vuole concentrarsi sulla narrazione e la profondità della storia, e per questo The Bureau non avrà una componente multiplayer.

The Bureau segue la storia dell'agente William Carter. Le vicende sono contestualizzate nel 1962, in piena Guerra Fredda. Gli Stati Uniti sono preoccupati di un possibile attacco dell'Urss o di un'escalation di tensione che possa provocare l'uso delle armi nucleari. Per questo, gli Usa decidono di creare il Bureau che dà nome al gioco, che ha l'obiettivo di prevenire un'ipotetica invasione russa. Ma il Bureau si occuperà anche di altri fatti, che riguardano più da vicino la società.

Si tratta, quindi, di una sorta di prequel per Xcom, visto che si presume che tale Bureau diventi in futuro proprio l'organizzazione segreta Xcom. Nel momento in cui gli alieni iniziano l'invasione sulla Terra, però, il Bureau deve cambiare focus, dai russi proprio agli alieni, che sono ormai diventati la principale minaccia.

L'agenzia, così, affida a Carter il compito di guidare la squadra d'assalto nelle battaglie contro gli alieni. Come i precedenti giochi della serie, The Bureau Xcom Declassified annovererà le morti permanenti: quando uno dei membri della squadra d'assalto morirà sul campo di battaglia, infatti, si tratterà di una morte definitiva, e il giocatore perderà tutta la progressione fatta su quel soldato fin a quel punto, visto che non potrà più usarlo in missione. 2K Marin si mostra entusiasta di aver inserito questa feature, che sostiene essere raramente presente negli sparatutto in terza persona di oggi. Lo sviluppatore, insomma, intende avere uno sparatutto sufficientemente punitivo, che riesca a incontrare i favori sia dei nuovi giocatori che dei vecchi fan di Xcom.

L'obiettivo è avere una curva di apprendimento morbida all'inizio, con un sistema che aiuti i giocatori ad apprendere progressivamente le meccaniche di. Ma allo stesso tempo, dice lo sviluppatore, deve esserci una difficoltà "estrema" in altri punti del gioco.

5 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
ted88pd29 Aprile 2013, 14:13 #1
bè dopo le prime e fondate critiche, che lo vedevano come l'ennemiso fps butto li a caso, finalmente sta diventanto qualcosa di interessante, credo che gli si possa dare un po' di fiducia...
... a proposito che cavolo era "quell'aggeggio" che indossava l'agente a fine video? sembra assomigliare tanto al peep boy di fall out
icoborg29 Aprile 2013, 18:54 #2
bah dopo il sufficiente xcom...questo sarà una ciofeca al 99%
inited29 Aprile 2013, 19:11 #3
Originariamente inviato da: icoborg
bah dopo il sufficiente xcom...questo sarà una ciofeca al 99%
Opinione interessante, su quello che è stato per molti il gioco dell'anno. Come mai solo "sufficiente"?
gospel29 Aprile 2013, 20:35 #4
Originariamente inviato da: icoborg
bah dopo il sufficiente xcom...questo sarà una ciofeca al 99%


sinceramente non condivido per nulla la tua opinione..per me è stato un grandissimo gioco e spero vivamente in un suo seguito.
giacomo_uncino30 Aprile 2013, 09:29 #5
2K marin hanno lavorato bene in Bio2, quindi si dovrebbe comportare bene pure in questo

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^