17enne spende accidentalmente quasi 8 mila dollari in Fifa Ultimate Team

17enne spende accidentalmente quasi 8 mila dollari in Fifa Ultimate Team

Non è la prima volta che la struttura di micro-transazioni di Fifa genera perplessità e polemiche.

di Rosario Grasso pubblicata il , alle 12:01 nel canale Videogames
Electronic ArtsFifa
 

Un ragazzino canadese ha sperperato 7,6 mila dollari dal conto corrente dei genitori dopo aver realizzato accidentalmente una serie di acquisti all'interno della versione Xbox di Fifa. Il padre ha detto che il 17enne non si sarebbe accorto di aver effettuato un sacco di acquisti se non due giorni prima di Natale quando la spesa ammontava ormai a $ 7,625.88.

Fifa 16

"Quando ho visto la cifra che era stata spesa sono rimasto impressionato", ha detto Lance Perkins a CBC News. "Pensavo che quel gioco si pagasse una volta sola".

Fifa 16, infatti, come i suoi predecessori permette di acquistare dei calciatori per potenziare la propria squadra nella modalità Ultimate Team. I giocatori acquistano FIFA Points tramite valuta reale che poi possono investire in acquisti virtuali all'interno del gioco. Come noto, i genitori possono bloccare gli acquisti tramite la console attraverso l'apposita funzione di controllo parentale.

Per questo motivo Microsoft ha già detto a Perkins che comunque il conto rimane da pagare, ma si è detta disponibile a verificare insieme a lui tutte le transazioni effettuate dal figlio.

"Gli acquisti effettuati tramite i conti dei genitori sono considerate operazioni legittime ai sensi del Contratto Microsoft Services", ha detto un portavoce di Microsoft. "Invitiamo i genitori a utilizzare le funzionalità messe a disposizione dalla console per evitare pagamenti indesiderati". Ma Perkins ha già detto che "non ci sarà mai più un sistema di gioco Xbox nella mia casa".

Non è la prima volta che si verifica un fatto del genere con Fifa Ultimate Team. Nello scorso mese di marzo, un dirigente della Banca Mondiale aveva protestato in maniera simile dopo essersi accorto che il figlio aveva dilapidato $4.500 attraverso acquisti in-app.

84 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
al13513 Gennaio 2016, 12:24 #1
beh ma voglio dire... di che si lamentano? poi suvvia , il figlio del dirigente della banca mondiale... poco 4500...
-Mariello-13 Gennaio 2016, 12:28 #2
Gli sta bene.
Voglio dire, danno accesso al figlio al proprio conto in banca con password e quant'altro. Ma siamo matti?
obogsic13 Gennaio 2016, 12:32 #3
a ragionarci giuridicamente ci potrebbero essere una risoluzione del contratto per eccessiva onerosità sopravvenuta.
Una cifra così esagerata fa venire meno il bilanciamento degli interessi in gioco.
Non credo che se succedesse in Italia la Microsoft potrebbe essere così sicura di chiedere il malloppo.
In fine dei conti che cosa mi sta vendendo per chiedere tutti quei soldi?
E' da studiare...
In Usa non so, le leggi potrebbero essere più "liberiste"...

Forse sarebbe il caso di mettere effettivamente un lock ad una cifra ragionevole (chessò, 100 euro) e da sbloccare con procedure apposite, per evitare che dei figli testicoli dilapidino i risparmi familiari.
Un po' testicolo certo è pure il papà che avrà messo la carta di credito in mano al figlio, ma poteva realmente immaginare una roba del genere un genitore che magari di games non sa una mazza?
nickmot13 Gennaio 2016, 12:37 #4
Originariamente inviato da: obogsic
...CUT... Non commento per manifesta ignoranza

Forse sarebbe il caso di mettere effettivamente un lock ad una cifra ragionevole (chessò, 100 euro) e da sbloccare con procedure apposite, per evitare che dei figli testicoli dilapidino i risparmi familiari.
Un po' testicolo certo è pure il papà che avrà messo la carta di credito in mano al figlio, ma poteva realmente immaginare una roba del genere un genitore che magari di games non sa una mazza?


Non credo che debba esistere un lock standard da parte del fornitore del servizio, ma è del tutto ragionevole chiedere che venga inserita un'opzione (come tante altre nel parental control, password per ogni acquisto e simili) dove definire un limite massimo di spesa mensile per ogni utente all'interno dello store.
demon7713 Gennaio 2016, 12:52 #5
Si si.. il figlio di diciassette anni (NON CINQUE) che non capisce che sta pagando con valuta reale.. quando c'è l'avviso chiaro e nitido ogni volta che spendi soldi.
Bravo bravo.

Credo bene che i soldi li vogliono.
marcos8613 Gennaio 2016, 12:58 #6
Darei al figlio 8000 schiaffoni.
E darei al padre il doppio degli schiaffoni.

Può uno a 17 anni non capire che sono acquisti in app? Con tanto di conferma per ogni acquisto? Se non lo capisce è un ritardato mentale.
Può un genitore lasciare al figlio la carta collegata al conto? Se proprio gli vuoi dare una carta fai una prepagata che è la cosa più indicata per i giovani. Altro ritardato mentale.
alexdal13 Gennaio 2016, 12:58 #7
Io non ho la XBox One, ma ho sempre avuto xbox360

Per ogni acquisto anche gratuito bisogna confermare molte volte ed accettare le condizioni e pagamenti.

Penso che il figlio in questione e' abbastanza stupido
calabar13 Gennaio 2016, 13:07 #8
Secondo me sottovalutate, e di molto, l'incapacità di molti utenti di capire cosa stiano effettivamente facendo.

Se a MS fosse interessato tutelare l'utenza, il blocco parentale sarebbe stato attivo di default. Troppo facile dire "avresti dovuto usarlo" quando l'utente medio probabilmente non sa neppure della sua esistenza e non si immagine che una consolle possa aspirargli via tanti soldi.

A mio parere MS dovrebbe dare all'utente diritto di recesso (e così ci fa anche bella figura), oltre a mettere in atto qualche contromisura in più per tutelare la sua utenza.
Raghnar-The coWolf-13 Gennaio 2016, 13:26 #9
Originariamente inviato da: alexdal
Penso che il figlio in questione e' abbastanza stupido


Magari lo e', magari e' pure disabile, e quindi?
Esiste una cosa chiamata "circonvenzione di incapace" e altre mille sfumature.

Originariamente inviato da: calabar
Se a MS fosse interessato tutelare l'utenza, il blocco parentale sarebbe stato attivo di default. Troppo facile dire "avresti dovuto usarlo" quando l'utente medio probabilmente non sa neppure della sua esistenza e non si immagine che una consolle possa aspirargli via tanti soldi.


Esattamente, non e' che il padre di un 17 enne, chesso' 47 anni, ha la malizia informatica per capire ste cose.

Uno pensa che inserisce i dati una tantum, o che i pagamenti siano esclusivamente per i videogiochi appunto, non che anche i pagamenti in-game possano essere attivati senza inserire una password.
In TUTTO il mondo ci sono sistemi di controllo. Ad esempio su Amazon di quando in quando, ti chiede di inserire a volte le ultime cifre, a volte il numero, a volte il CCV....etc...

Il sistema delle microtransazioni non lo fa mai per una ragione psicologica, ma raramente le somme concesse arrivano a tanto.

Questo Fifa lo fa?

Perche' appunto la questione e' piu' delicata di quanto possa sembrare a un primo sguardo.
Jabberwock13 Gennaio 2016, 13:35 #10
Originariamente inviato da: calabar
Secondo me sottovalutate, e di molto, l'incapacità di molti utenti di capire cosa stiano effettivamente facendo.

Se a MS fosse interessato tutelare l'utenza, il blocco parentale sarebbe stato attivo di default. Troppo facile dire "avresti dovuto usarlo" quando l'utente medio probabilmente non sa neppure della sua esistenza e non si immagine che una consolle possa aspirargli via tanti soldi.

A mio parere MS dovrebbe dare all'utente diritto di recesso (e così ci fa anche bella figura), oltre a mettere in atto qualche contromisura in più per tutelare la sua utenza.


Quando si crea un account Microsoft, viene richiesta la data di nascita: se l'utente e' minorenne, viene chiesto di specificare la mail di un genitore per inviare comunicazione e attivare l'account bambino: da li' in poi e' il genitore che decide cosa puo' fare il proprio figlio tramite la sezione famiglia del suo account (con 10, per altro, ha la possibilita' di farsi inviare dei resoconti settimanali su). Puoi anche caricare del denaro sull'account Microsoft del figlio, bloccando tutti i tipi di pagamento, e visualizzare la cronologia degli acquisti...

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^