Mafia III, all'altezza del primo indimenticabile capitolo?

Mafia III, all'altezza del primo indimenticabile capitolo?

Il nuovo capitolo di Mafia è sviluppato da un team creato per l'occorrenza, Hangar 13. Già questo è un forte elemento di differenziazione rispetto alle origini della serie, partorite dalle menti dei ragazzi di Illusion Softworks, una software house che aveva già sfornato capolavori come Hidden & Dangerous e Vietcong.

di Stefano Carnevali, Davide Spotti pubblicato il nel canale Videogames
2K Games
 

Il parere di Davide Spotti

Mafia III viaggia a due velocità separate, ponendo il piano narrativo e quello ludico su livelli discordanti. La storia di vendetta di Lincoln Clay viene raccontata con una trama non lineare, che coinvolge molti personaggi ed è coesa da una tematica di rilievo come il razzismo. Queste qualità sono a loro volta sostenute da un doppiaggio in lingua italiana davvero all’altezza delle aspettative e da una colonna sonora che omaggia, come poche altre volte in un videogioco, un’epoca di forte cambiamento sociale.

L’estrema ripetitività delle missioni non rende giustizia al contesto culturale che si respira per le strade della città e viene aggravata da una realizzazione tecnica insoddisfacente
Lincoln è un personaggio che non ha nulla a che vedere con Tommy Angelo e Vito Scaletta – protagonisti dei primi due capitoli della serie – ma proprio per questo ci offre un punto di vista nuovo, più brutale, guidato solo dal desiderio di ridurre in cenere la mafia italoamericana di New Bordeaux.

Purtroppo ciò che davvero manca al gioco di Hangar 13 è un’identità ludica di spessore. L’estrema ripetitività delle missioni non rende giustizia al contesto culturale che si respira per le strade della città e viene aggravata da una realizzazione tecnica insoddisfacente.

In estrema sintesi Mafia III non è riuscito a capitalizzare il potenziale di cui disponeva, impedendogli di reggere il confronto con le sue illustri origini.

25 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Enriko8125 Ottobre 2016, 15:53 #1
a parte la colonna sonora che è notevole, la trama è banalotta ma accettabile.
il gameplay è noioso, i dialoghi si possono saltare a patto però di non capire piu nulla della trama (ovvio), i combattimenti sono facili anche senza mira assistita.
non serve nemmeno fischiare o lanciare molotov per uccidere i nemici.
basta una pistola per fare una strage , headshot a go go.
i nemici quando finiscono le munizioni, ti urlano "ho finito le munizioni: devo ricaricare XD " troppo easy cosi.
voto 7/10.
Micene.125 Ottobre 2016, 16:07 #2
ripetere il primo capolavoro è impossibile
quello è stato un antesignano
nickname8825 Ottobre 2016, 17:13 #3
Originariamente inviato da: Micene.1
ripetere il primo capolavoro è impossibile
quello è stato un antesignano


Non esageriamo, semmai ripetere lo stesso clamore è impossibile, ma ripetere un gioco di quel calibro si poteva benissimo.

Ci sono molti video su YT che fanno confronti col 1°, il 2° e quest'ultimo e le mancanze sono tantissime e pesanti, specie nei dettagli.
Bestio25 Ottobre 2016, 17:20 #4
Per me difficile dare una valutazione a Mafia3, a me è piaciuto ed ha incollato allo schermo finchè non l'ho terminato, cosa che oramai mi succede con pochissimi giochi.
E da non amante degli shooter ho apprezzato sopratutto la componente stealth. anche se la deficenza artificiale rende questo approccio un po troppo semplice.
Ma è un tipo di gameplay che mi intrattiene e non stanca, percui posso dire che mi è piaciuto molto anche a livello di gameplay. (se vogliamo MGS5 da questo punto di vista è altrettanto ripetitivo)

Con la polizia poi siamo passati da un'estremo all'altro, da Mafia 1 dove ti inseguivano anche se solo superavi il limite o passavi col rosso, (e giustamente ti facevano una multa mica ti sparavano) a qua che passi a 150mph contromano in città e non ti dicono nulla... ma se solo gli giri un po intorno a piedi ti sparano!
Mi ha anche dato un po fastidio un razzismo davvero esagerato, che una buona parte della popolazione sia fortemente razzista (sopratutto a fine anni 60) ci può anche stare, ma che lo siano TUTTI mi pare un po esagerato.

Peccato sopratutto per le carenze a livello tecnico e attività secondario, sarebbe bastato davvero poco per trasformare un "meh" in un "WOW!"
djmatrix61925 Ottobre 2016, 21:47 #5
Originariamente inviato da: Micene.1
ripetere il primo capolavoro è impossibile
quello è stato un antesignano


Completamente in disaccordo...

Originariamente inviato da: nickname88
Non esageriamo, semmai ripetere lo stesso clamore è impossibile, ma ripetere un gioco di quel calibro si poteva benissimo.

Ci sono molti video su YT che fanno confronti col 1°, il 2° e quest'ultimo e le mancanze sono tantissime e pesanti, specie nei dettagli.


Infatti sembra praticamente un altro gioco, hanno proprio toppato.
Io sono uno dei pochi che non ha buttato fango a non finire su MAFIA II, ma questo? Indinfendibile. Hanno ammazzato la serie e lo dicevo dal primo video pubblicato..
tutti7925 Ottobre 2016, 22:48 #6
A me solo leggere il titolo dell'articolo ha fatto irritare!
sniperspa25 Ottobre 2016, 23:25 #7
Originariamente inviato da: Micene.1
ripetere il primo capolavoro è impossibile
quello è stato un antesignano


Io invece sono abbastanza d'accordo.

Titolo prodotto con una attenzione ai dettagli che non credo si sia più vista negli anni a seguire...e tanto meno ai giorni d'oggi (dove non ci sarebbe comunque più l'effetto novità
Micene.125 Ottobre 2016, 23:37 #8
si ma io mi riferisco al fatto che mafia (il primo) è stato tra i primissim i giochi (se nn il primo) con una trama variabile in funzione delle giocate del giocatore, con una trama coinvolgente all'ennesima potenza, condita una una ambientazione da manuale...mafia è stato il prototipo di come si deveono fare i giochi in soggettiva con trama "seria"...per quetso dicevo antesignano...e infatti quando uscì si ebbe la sensazione di qualcosa di rivoluzionario
fraussantin26 Ottobre 2016, 00:03 #9
Originariamente inviato da: Micene.1
ripetere il primo capolavoro è impossibile
quello è stato un antesignano


Originariamente inviato da: nickname88
Non esageriamo, semmai ripetere lo stesso clamore è impossibile, ma ripetere un gioco di quel calibro si poteva benissimo.

Ci sono molti video su YT che fanno confronti col 1°, il 2° e quest'ultimo e le mancanze sono tantissime e pesanti, specie nei dettagli.


a mio avviso non si poteva fare economicamente .

oramai è un genere di nicchia. la gente vuole gta.

fallo con la trama , ma deve essere un gta.

la cosa che mi rattrista è che insistono a chiamarli mafia ...
-Vale-26 Ottobre 2016, 00:17 #10
Originariamente inviato da: Micene.1
ripetere il primo capolavoro è impossibile
quello è stato un antesignano


perfettamente d accordo , il primo è stato forse uno dei pochi giochi che ho finito piu volte senza mai annoiarmi , ancora adesso lo ricordo come fosse ieri e sono passati 14 anni ......

« Sapete, il mondo non è governato da leggi scritte, ma dalle persone. Alcune seguono le leggi e altre no. Dipende da ciascun individuo come sarà il mondo, da come lo crea. E ci vuole anche un bel po' di fortuna, per evitare che qualcuno ti renda la vita un inferno. Non è facile come ti insegnano alle elementari, ma è giusto avere dei solidi valori e rispettarli: nel matrimonio, nel crimine, in guerra, insomma sempre e dovunque. Io ho fallito, come Paulie e Sam... aspiravamo a una vita migliore, ma in fondo eravamo peggiori della maggior parte della gente. Sapete, credo che sia importante mantenere l'equilibrio. Già, equilibrio è la parola giusta. Perché chi vuole troppo, rischia di perdere assolutamente tutto... certo chi vuole troppo poco dalla vita, rischia di non ottenere assolutamente nulla. »

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^