Recensione Fifa 17: come ha inciso il passaggio da Ignite a Frostbite Engine?

Recensione Fifa 17: come ha inciso il passaggio da Ignite a Frostbite Engine?

Quest'anno il giudizio su Fifa non può prescindere dalle considerazioni sull'introduzione del nuovo motore grafico: arriva, infatti, il celebre Frostbite Engine da DICE e da Battlefield. Ma cosa comporta una transizione che riguarda così da vicino le fondamenta del gioco? Il livello di fluidità e reattività a cui ci ha abituato la serie è subito di nuovo disponibile o si tratta di ripristinare equilibri compromessi?

di Rosario Grasso pubblicato il nel canale Videogames
Electronic ArtsFifa
 

Protect the Ball, Passaggi con Scopo e calci piazzati

Fifa 17, proprio come ci ha abituato la serie, è uno spettacolo dal punto di vista delle licenze e della ricostruzione del fascino del mondo del calcio. Tutti questi aspetti sono curati con grandissima attenzione, dalla telecronaca di Pierluigi Pardo e Stefano Nava ai cori sugli spalti, dalla riproduzione del clima delle grandi competizioni calcistiche internazionali alla fedeltà delle magliette e degli stadi, passando anche dall'interfaccia utente, funzionale e pulita. Insomma, tutto è lì dove i fan se lo aspettano, in opposizione all'approssimazione di PES da questo punto di vista, soprattutto per via della sua interfaccia utente sempre troppo tendente all'orientale.

I passaggi tradizionali perdono di efficacia, e il giocatore che vuole imbastire complesse ragnatele di passaggi farà meglio a usare il dorsale destro, congiuntamente al tasto del passaggio, per prodursi in giocate il più possibile efficaci
È per questo che Fifa rimarrà sempre la casa del calcio videoludico, nonostante i nuovi e i vecchi difetti. E tra questi ultimi una certa prevedibilità e ripetitività di situazioni di gioco, che evidenziano come moltissimi comportamenti siano ancora frutto di script e si inneschino puntualmente al verificarsi di precisi eventi. Abbiamo accennato alla telecronaca, e non possiamo non soffermarci sui miglioramenti della versione di quest'anno, con un Nava finalmente più preciso rispetto al passato e un Pardo che trasmette meglio l'entusiasmo e la capacità che questo fantastico commentatore mostra anche nelle telecronache reali. Ma veniamo al gameplay vero e proprio, notando subito come ci sia un ritorno in auge del Protect the Ball. Introdotto anch'esso, come il Precision Movement, con Fifa 14, il Protect the Ball era stato messo un po' in disparte con Fifa 16, nel senso che non assurgeva a elemento così cruciale degli equilibri di gioco: qui, invece, ricorrere a questa azione di gioco può risultare determinante in tantissime occasioni. Come sempre il Protect the Ball si innesca con il grilletto sinistro del gamepad, e porta il calciatore in possesso di palla a proteggere con il corpo il pallone, impedendo al marcatore di catturarlo. Ma è un Protect the Ball molto più arcigno rispetto a quello che conosciamo con i precedenti Fifa: addirittura, è quasi impossibile soffiare il pallone al difensore in modalità Protect the Ball, al punto che anche la scivolata in molti casi diventa inefficace in tal senso.

Molto importanti diventano anche i passaggi con scopo, anch'essi introdotti con una recente versione di Fifa. Qui i passaggi tradizionali perdono di efficacia, e il giocatore che vuole imbastire complesse ragnatele di passaggi farà meglio a usare il dorsale destro, congiuntamente al tasto del passaggio, per prodursi in giocate il più possibile efficaci. Il passaggio con scopo è un tipo di passaggio più teso e deciso verso il destinatario della giocata, in opposizione al passaggio tradizionale, più fiacco.

Novità assoluta di Fifa 17 sono, invece, i passaggi con scopo filtranti, che si eseguono nello stesso modo della tipologia precedente, con la differenza che insieme al dorsale destro va, ovviamente, premuto il pulsante del filtrante. I calciatori più tecnici eseguiranno dei passaggi filtranti tesi e, a seconda del contesto, potranno essere anche in grado di realizzare dei filtranti tesi con traiettoria che si flette. Tutto questo garantisce più varieta, anche meramente per ciò che concerne la vista, sul campo di gioco, con calciatori che si producono in tocchi d'esterno o di punta.

Il concetto dei passaggi cono scopo viene inoltre esteso anche ai tiri e ai colpi di testa: rispetto ai precedenti Fifa, nel nuovo capitolo vedrete delle conclusioni più decise e dritte, che si scagliano furiosamente contro la porta o contro il portiere. Anche quest'ultimo, inoltre, può eseguire passaggi con scopo: i suoi passaggi con le mani, pertanto, saranno altrettanto tesi e decisi. D'altra parte, abbiamo notato come questi rilanci dei portieri siano fin troppo efficaci, con la palla che supera molte volte addirittura la metà campo, in funzione del livello dell'abilità corrispondente al rilancio di ciascun portiere. Per tiri e colpi di testa, invece, i nuovi passaggi danno modo agli attaccanti di eseguire tiri rasoterra molto forti e di schiacciare la palla verso terra con il colpo di testa.

EA Sports ha poi cambiato drasticamente i calci piazzati. Per quanto riguarda i normali calci di punizione che non siano troppo a ridosso dell'aria di rigore, si può scegliere se seguire l'azione dalla telecamera alle spalle di chi sta calciando o se seguirla dalla consueta telecamera dalla tribuna stampa. Nel primo caso si ha più precisione sulla direzione da impartire al pallone, nel secondo una visione più chiara di ciò che sta accandendo intorno al tiratore del calcio di punizione. Per i calci d'angolo, invece, non c'è la possibilità di selezionare la telecamera, visto che l'azione, e anche questo è un importante cambiamento rispetto al passato, viene sempre seguita dall'inquadratura dalla tribuna stampa.

Questo perché c'è un nuovo puntatore che permette al giocatore di determinare con grande precisione la zona dell'area di rigore dove deve pervenire il pallone. Si può decidere di visualizzare o meno il puntatore: nel primo caso si sarà più precisi ma l'altro giocatore saprà esattamente dove arriverà il pallone.

I nuovi calci piazzati vengono definiti da EA Sports come punizioni tattiche. Durante una punizione tattica, infatti, il giocatore può spostare il tiratore intorno al pallone con lo stick analogico destro e prendere la mira con lo stick analogico sinistro. Poi, più a lungo si preme sul tasto della conclusione a rete e più forza si imprimerà al calcio. Tutto questo vale per i calci di punizione così come per i calci di rigore.

Una cosa che non gradiamo particolarmente è, invece, l'impossibilità di controllare il destinatario della giocata su un calcio piazzato o un calcio d'angolo. In PES 2017 è, infatti, possibile muovere liberamente il destinatario e poi eseguire il passaggio. Invece, in Fifa 17 questo è possibile solo in caso di rimessa con le mani, il che diventa veramente fastidioso in una moltitudine di circostanze, prima fra le quali il rinvio dal fondo con il portiere (perdere palla in queste circostanze è fin troppo facile e oltremodo deleterio). Ad ogni modo, restando in tema di calci piazzati, non si può eseguire il calcio d'inizio verso dietro, in opposizione al consueto passaggio laterale, come da nuovo regolamento Fifa.

Altra cosa che ci pare giusto sottolineare riguarda la nuova impostazione della telecamera di default, che è troppo schiacciata nella parte superiore, cosa che impedisce di seguire nella maniera opportuna le azioni che si svolgono in quella zona di campo. Consigliamo di passare all'inquadratura dalla tribuna stampa o a quella a campo largo per avere una migliore prospettiva sul match.

 
^