Forza Horizon 3: la serie per la prima volta al lancio su PC

Forza Horizon 3: la serie per la prima volta al lancio su PC

Il Festival Horizon 3.0 ci porta dall’altra parte del mondo, nei lontani territori australiani. Pur mantenendo intatta la maggior parte delle attività presenti nel precedente capitolo, Forza Horizon 3 si conferma un’eccellenza nel mondo dei racing arcade e un prodotto sempre più orientato alla condivisione social.

di Davide Spotti pubblicato il nel canale Videogames
MicrosoftXbox
 

Esaudisci i tuoi desideri

Rispetto a Forza Horizon 2 il numero di competizioni alle quali si può prendere parte è stato ulteriormente ampliato con una migliorata componente social. In questo modo il pubblico può progettare le proprie esibizioni personalizzate, impostandone il nome, l’ora del giorno, le condizioni meteo e la categoria delle auto che vi prenderanno parte.

Si possono progettare le proprie esibizioni personalizzate, impostandone il nome, l’ora del giorno, le condizioni meteo e la categoria delle auto che vi prenderanno parte
Un’altra opportunità di personalizzazione deriva dalla cosiddetta Lista dei Desideri, nella quale il pubblico può condividere sfide personalizzate con il resto della comunità online, scegliendo tra otto diverse categorie. È ad esempio possibile attivare una nuova sfida di derapata, impostare un nuovo percorso con un tempo limite o propendere per una gara dove bisogna controllare l’entità dei danni causati al proprio veicolo per riuscire ad aggiudicarsi la vittoria. In questi casi vengono creati nuovi biglietti, che vanno ad affiancasi alle missioni tradizionali preparate dagli sviluppatori.

Dal punto di vista ludico Forza Horizon 3 mantiene sostanzialmente inalterata la proposta del secondo capitolo: alle tradizionali competizioni su circuito fa da contraltare la modalità Cross Country, dove le parti su asfalto si alternano a ben più ampi segmenti off-road. Inalterata anche la presenza degli sporadici Duelli, durante i quali il giocatore deve cimentarsi in improbabili sfide di velocità contro i più diversi mezzi di locomozione, come treni, motoscafi e aerei. Ci sono poi le sfide acrobazia, che danno la possibilità di partecipare a competizioni speciali in specifiche zone della mappa.

Le dinamiche di progressione del personaggio sono a loro volta inalterate rispetto al passato e connesse all’ottenimento di punti esperienza, che crescono in modo esponenziale in relazione al livello di difficoltà approntato. Eliminando gran parte degli aiuti di guida si ricevono elevati bonus, che garantiscono una progressione più rapida. Il negozio abilità è basato sull’ottenimento dei Vantaggi di guida ed è praticamente identico al passato, ad eccezione dei nuovi potenziamenti che si riferiscono alla gestione organizzativa del Festival. Prima di ogni competizione si effettuano i settaggi pre gara che, a dispetto dell’anima fortemente arcade di questo spin-off, sono ancora il punto di contatto più evidente con la serie principale. Ogni auto possiede caratteristiche peculiari, di conseguenza può essere utile apportare modifiche alla resa degli pneumatici, al cambio o all’aerodinamica ed effettuare qualche prova prima di acquisire il giusto feeling in relazione al proprio stile di guida. Pur in presenza di queste varianti il sistema di gioco continua a prediligere l’approccio genuino e più immediato, fatto di sorpassi al fulmicotone, contatti e ingressi in curva ai limiti della fisica.

 
^