Provato PES 2017: le novità dell'edizione di quest'anno

Provato PES 2017: le novità dell'edizione di quest'anno

Presso gi uffici di Digital Bros abbiamo provato la prima demo di Pro Evolution Soccer 2017. Quattro squadre erano disponibili, insieme alle nuove funzionalità e caratteristiche di gioco. Ecco le prime impressioni, in attesa dei tanti annunci che arriveranno certamente all'E3.

di Rosario Grasso pubblicato il nel canale Videogames
Halifax
 

Atletico Madrid, Arsenal, Francia e Germania

Proprio queste quattro compagini erano presenti nella demo che abbiamo avuto modo di provare. I giocatori di ciascuna di esse erano fedelmente riprodotti, e in nessun caso abbiamo notato delle notevoli discrepanze rispetto agli atleti reali. Il feeling di gioco è molto simile a quello dell'anno passato, ma allo stesso tempo ci sono delle accortezze che vanno a colmare qualche lacuna che era rimasta. Si ha soprattutto la sensazione di un rapporto più diretto tra calciatori e terreno di gioco: ad esempio, è capitato che il nostro difensore scivolasse quando gli abbiamo imposto un cambio di direzione eccessivamente ripetitivo.

Il principale miglioramento nel gameplay rispetto a PES 2016 è rappresentato da quella che Konami definisce Real Touch. Il nuovo sistema mira a offrire rinnovate sensazioni in fase di controllo e giocata di prima del pallone. Prima di ricevere la palla bisogna agire sullo stick sinistro per cercare di disorientare il marcatore. Muovendo lo stick nella stessa direzione del pallone, infatti, si produrrà una finta di corpo che sbilancerà l'avversario, il tutto senza toccare il pallone. Quando si ha la palla tra i piedi, invece, si può usare la combinazione R1 più stick analogico sinistro per spostare la palla in direzione opposta rispetto al movimento del marcatore e conseguentemente disorientarlo.

Queste possibilità di gioco danno al giocatore la sensazione di avere un rapporto più diretto con il pallone e gli forniscono gli strumenti per mandare fuori tempo l'avversario, anche senza agire sul pallone. Inoltre, in casi come questi ogni calciatore si muove in maniera diversa, facendo valere le proprie doti fisiche e atletiche. Sono funzioni sicuramente interessanti, che rendono l'interazione del giocatore più profonda, ma che anche in questo caso esistono già nel mondo di Fifa. Nel caso del titolo di EA Sports venivano identificate con l'espressione Protect the Ball.

Altra introduzione di PES 2017 è il cosiddetto sistema Precise Pass, il quale determina l'accuratezza di ogni passaggio sulla base delle differenti abilità che caratterizzano ogni atleta digitale. Si tratta di una serie di comportamenti che si abilitano su base contestuale e che riflettono la situazione di gioco e le caratteristiche degli atleti coinvolti. Fondamentalmente con questa definizione Konami cerca di comunicare l'introduzione di nuove animazioni, che rendono ancora più fluidi i movimenti dei calciatori e permettono al giocatore di esprimersi e di interagire con il pallone in tutte le circostanze di gioco.

Più interessanti sono le cosiddette istruzioni avanzate. Nel menù delle tattiche è possibile associare a dei comandi di richiamo rapido certi tipi di strategia, come tiki-taka o falso 9 per quanto riguarda l'attacco, o catenaccio per la difesa. Premendo L2 e la direzione con la croce direzionale si ordinerà ai calciatori di assumere il corrispondente atteggiamento in campo. Durante le nostre prove abbiamo notato dei cambiamenti sensibili al richiamo di questi tipi di atteggiamenti: ad esempio, con tiki-taka diventava effettivamente conveniente prodursi nel palleggio ravvicinato piuttosto che giocare in profondità. I movimenti dei calciatori soprattutto se senza palla, infatti, sono cambiati, visto che iniziavano a spostarsi nelle posizioni dove non arrivava la marcatura della squadra avversaria.

Si può poi spostare il baricentro della squadra, e quindi il cosiddetto livello di attacco/difesa, premendo contemporaneamente L1 ed R1 nel caso dell'attacco e L2 e R2 nel caso della difesa. Ad esempio, su un calcio d'angolo è possibile ordinare rapidamente ai difensori di salire, in modo da creare le condizioni di superiorità numerica a ridosso dell'area. Ma abbiamo notato che in questo caso è molto facile esporsi al contropiede avversario e concedere ampie porzioni di terreno.

Altra novità riguarda gli schemi sui calci d'angolo: si possono controllare le strategie difensive sui calci piazzati, per esempio scegliendo tra marcatura a zona o a uomo. Sono incluse anche opzioni offensive, come il movimento di giocatori specifici. Sia in fase di attacco che in fase di difesa, dunque, si possono selezionare diversi tipi di atteggiamento, e manovrare liberamente specifici calciatori.

Molto importanti i miglioramenti relativi ai portieri, probabilmente il principale tallone d'Achille di PES 2016. Adesso sono effettivamente molto più reattivi e sono finalmente efficaci anche in caso di tiri ravvicinati. Sono migliorate le loro animazioni e si ha la sensazione che sappiano adattarsi realisticamente a quasi tutte le situazioni di gioco. Inoltre, sono reattivi nel recuperare posizione dopo una parata a terra.

Abbiamo notato, però, che questo non vale per tutte le situazioni di gioco, visto che in certi casi si sono rivelati ancora troppo vulnerabili. Ad esempio, siamo riusciti a segnare con un cross da posizione decentrata, con il portiere che arrivava sul pallone ma stranamente lo lasciava scorrere con una presa troppo timida.

Può sembrare un dettaglio, ma probabilmente ha senso sottolineare come la rete adesso si gonfi in maniera più dinamica, mentre in PES 2016 sembrava seguire degli schemi che si abilitavano a seconda della provenienza del pallone.

Vista la presenza di sole quattro squadre nella demo, della sola modalità amichevole e dell'assenza del multiplayer e di ulteriori settaggi a parte quelli di cui abbiamo parlato, è ancora molto difficile esprimersi. Possiamo dire che Konami dà la sensazione di proseguire nella maniera opportuna rispetto al percorso tracciato con gli ultimi PES e che il gioco sembra più credibile e ragionato in certi aspetti rispetto al diretto rivale. Certo, sia per PES che per Fifa occorrerebbe una riscrittura completa di alcune parti per ottenere finalmente dei giochi calcistici che non facciano troppo affidamento su script per "sbrogliare" alcune situazioni troppo intricate.

  • Articoli Correlati
  • PES 2016: riparte l'eterna sfida a Fifa PES 2016: riparte l'eterna sfida a Fifa PES prosegue sulla buona strada già intrapresa da un paio di anni. Dopo l'anno scorso aveva già ricevuto più consensi rispetto a Fifa, con la versione 2016 punta a confermare il vantaggio sul gioco rivale e, ovviamente, a migliorarsi ulteriormente. Vediamo se le novità introdotte da Konami sono sufficienti dopo aver provato la versione review del gioco.
10 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Cooperdale02 Giugno 2016, 10:07 #1
Fifa veramente non lo sopporto più, se reintroducessero la modalità 2vs2 comprerei Pes in un amen.
ROBHANAMICI02 Giugno 2016, 12:46 #2
per pc purtroppo pes di default fa pena, a meno di patch modificative del gioco. Fifa purtroppo ricalca un po' la stessa formula da alcuni anni. Speriamo in modifiche sostanziali in entrambi i giochi...
Gello02 Giugno 2016, 14:11 #3
Ogni anno ci spero, ogni anno per un motivo o per l'altro sono solo bestemmie...

Idem per Fifa sia chiaro...
monkey.d.rufy02 Giugno 2016, 20:33 #4
ternero' a acquistare PES quando smetteranno di fare il porting da console
ThirdEnergy03 Giugno 2016, 00:02 #5
Niente Ignite per FIFA, dichiarazioni di EA, passeranno al Frostbyte per tutti i titoli sportivi
*aLe03 Giugno 2016, 10:47 #6
Originariamente inviato da: ThirdEnergy
Niente Ignite per FIFA, dichiarazioni di EA, passeranno al Frostbyte per tutti i titoli sportivi
Frostbite 3 sarebbe tanta roba... Ma è confermato quindi?
Avevo sentito qualche rumour in giro ma non c'era ancora la conferma diretta di EA.
761-17603 Giugno 2016, 14:00 #7
Ogni anno, dal 2000 su per giu', sia per fifa che per pes si legge "IA dei portieri migliorata".
Roba che ad oggi, con questi miglioramenti continui, dovrebbero essere portieri artificiali prossimi alla perfezione.
Invece come ogni anno sarà la solita cagata che in una partita su dieci ci mostrerà le cappellate dei portieri.
*aLe03 Giugno 2016, 14:29 #8
Originariamente inviato da: 761-176
Roba che ad oggi, con questi miglioramenti continui, dovrebbero essere portieri artificiali prossimi alla perfezione.
Guarda, pagliacci come quelli che ci siam ritrovati all'uscita di PES 2014 dubito se ne vedranno più.
Ormai purtroppo, e l'ho scritto anche nei vari thread ufficiali, l'andazzo di PES è questo: uscita coi bug, lento miglioramento, arriviamo a marzo con PES che è diventato un buon gioco.
So già che all'uscita ci saranno dei problemi (occhio, non sto giustificando Konami, sto solo constatando un dato di fatto), speriamo che almeno i portieri non siano tra quelli.

Ah, comunque il FOX Engine è stato annunciato prima di Ignite (giugno 2011 contro maggio 2013), ed è arrivato sul mercato prima un gioco calcistico basato su FOX (PES 2014, settembre 2013) rispetto a uno basato su Ignite (FIFA 14, novembre 2013).
Leggendo l'articolo pare di capire il contrario.
Mandopa03 Giugno 2016, 17:44 #9
Mi auguro ci sia un bel salto di qualità su pc.
Fifa inizia a stancare con il suo maledetto "momentum", fenomeno che decide chi vince e chi perde a prescindere dalle abilità e dalle occasioni create
SoxxoZ05 Giugno 2016, 20:08 #10
Originariamente inviato da: Mandopa
Mi auguro ci sia un bel salto di qualità su pc.
Fifa inizia a stancare con il suo maledetto "momentum", fenomeno che decide chi vince e chi perde a prescindere dalle abilità e dalle occasioni create

Ma no, il momentum ci stà.
Bravi e niubbi sullo stesso piano, cosi vien voglia a tutti di pagare per comprare il rimpiazzo più forte.

Ultimo fifa acquistato 2015. Bye bye calcio.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^